Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...
Oggi è martedì 23 luglio 2019, 11:20

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Il genio del male
MessaggioInviato: giovedì 30 novembre 2006, 11:22 
www.corriere.it

Il caso

Fi ordina anche 1.500 bandiere dell'Udc Il titolare dell'azienda: me le hanno richieste loro. Ma i centristi non parteciperanno a quel corteo

I pacchi stanno arrivando al primo piano di via Uffici del Vicario 49, sede del Comitato contro il governo delle tasse. Dentro, tutto il materiale che ci si può attendere in questi casi: gagliardetti stampati e ricamati, pettorine, magliette evocative («Forza Silvio, leone della libertà»), striscioni e «oggetti utili e di qualità», secondo la rispettosa definizione data dal sito del Comitato. Naturalmente, nel kit del buon manifestante per la libertà non possono mancare bandiere, labari e pavesi. Alcune con il logo «Scendo in piazza» e la scritta «Contro il governo delle tasse». In altre si riconoscono i vessilli ondulati e tricolori di Forza Italia, ordinati per salutare degnamente il ritorno in campo del premier. Ma uno dei pacchi prenatalizi, inviato con il corriere Bartolini, contiene la sorpresa: dentro ci sono ben 1.500 bandiere sulle quali campeggia un simbolo antico e moderno: lo scudo crociato. Al centro del logo, l'immortale scritta «Libertas». Bandiere, insomma, dell'Udc. Ma che ci fanno 1.500 bandiere dell'Udc, nella sede di un Comitato che organizza una manifestazione alla quale l'Udc non aderisce e che non sono state ordinate dall'Udc?

Già, che ci fanno? Perché una cosa è sicura: al partito di Casini questa manifestazione non piace proprio e l'ha detto in tutti i modi. Tanto che lo stato maggiore ha invitato i suoi militanti al completo a confluire, il 2 dicembre, nel Palasport di Palermo, con un gesto plateale di dissociazione. Perché, come dice il segretario dell'Udc Lorenzo Cesa, «la nostra opposizione è seria e si fa in Parlamento». E se è pur vero che «il premier sparge veleni», è anche vero che «questa manifestazione non servirà a niente». Eppure, devono aver pensato nel comitato organizzatore, ci sarà pure qualche elettore sperduto dell'Udc che, magari perché in disaccordo con la linea del partito, o perché rimasto inopinatamente a Roma, finirà per ingrossare la folla dei manifestanti. E allora non lo si può lasciare solo soletto, senza bandiere e gagliardetti del suo amato partito. E visto che non ci pensano da via dei Due Macelli, qualcuno ci si dovrà pur occupare di questi elettori dispersi per le vie della Capitale.

Ci hanno pensato loro, gli organizzatori della grande manifestazione. Lo conferma, malvolentieri, Pino Palmieri, titolare della fabbrica Banderas di Bareggio (Milano). «Sì, è vero, le bandiere dell'Udc me le hanno ordinate quelli del Comitato di via Uffici del Vicario. Ho parlato con la responsabile, mi sembra che si chiami Irina Turan o qualcosa del genere, e la segreteria, la Montemurri. E poi ne ho parlato brevemente anche con Lucio Malan». Il senatore di Forza Italia. E quante ne ha mandate? «Millecinquecento bandiere dell'Udc e mille con il logo del Comitato. E in più anche mille pettorali». Tutte bandiere eleganti, 100 centimetri per 140, stampate su poliestere, perché «soltanto Legambiente le vuole in cotone». Una spesa non enorme per il Comitato, visto che una bandiera costa 2 euro e 60 e il pacchetto, magari con uno sconto forfait compreso, dovrebbe rimanere sotto i 4.000 mila euro. Ma i manifestanti, di qualunque partito siano, aderenti o non aderenti, vanno coccolati, come sanno tutti gli organizzatori di cortei e presidi. E infatti alcune regioni, tra le quali la Campania, offrono a chi chiama un numero dedicato, oltre al trasbordo gratuito su pullmini Ducato, anche il cestino da picnic con panini, bevande e tutto il necessario per affrontare la lunga giornata in piazza.
30 novembre 2006


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 4 dicembre 2006, 21:42 
Non connesso
Peso Mosca
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 17 novembre 2006, 12:44
Messaggi: 250
Località: Torino 2006
il trionfo di berlusconi: un politico atipico in grado di affascinare milioni di persone per il solo fatto di essere lui, qualunque cosa dica.
D'altronde l'ultima campagna elettorale l'ha fatta giocando da solo contro l'Unione.

Il suicidio politico di F.I. e della Casa delle Libertà: la manifestazione è stata un semplice atto d'amore per Berlusca.
Prova ne è stata il fatto che le invettive non erano rivolte solo verso Prodi, ma anche verso Casini, ovvero un altro membro dell'opposizione che ha avuto solo il torto di fare opposizione in un modo diverso.
Suicidio politico perchè la Casa delle libertà non ha ancora smesso di voler vivere in un modo "mammista" pendendo dalle parole di Berlusconi.
Quando il Silvio nazionale non ci sarà più nell'agone politico dovranno camminare con le loro gambe e chissà cosa faranno, da soli, senza più il salvagente che con due sorrisi e tre bandane convince gli elettori al grido di "comunisti".

Casini ha fatto quello che dovrebbe fare l'Unione, ovvero correre senza gli apparentamenti strani.
Se il nostro fosse un sistema politico normale, uno come Casini sarebbe un premier da esportazione.

_________________
"E' stata tutta colpa di quel gol a freddo"
"Guardi che avete segnato voi per primi"
"appunto, noi eravamo freddi, loro caldi e incazzeti"
(Oronzo Cana')


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010