Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...
Oggi è martedì 23 luglio 2019, 9:08

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Il processo alla strage di Marzabotto
MessaggioInviato: domenica 14 gennaio 2007, 14:50 
Non connesso
Peso Mosca
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 17 novembre 2006, 12:44
Messaggi: 250
Località: Torino 2006
sui giornali di oggi si parla delle condanne emesse dal Tribunale di La Spezia per la strage nazista.

SEnto la necessità di confrontarmi con voi su quest'argomento che credo tocchi qualche nervo scoperto della nostra storia.

Il motivo dell'apertura del topic è la stranezza che mi lascia il processare persone che ormai hanno 80 e passa anni e non credo possano pagare per i crimini che hanno commesso.

Forse avrei processato chi ha permesso che i loro nomi fossero scoperti a distanza di 60 anni aprendo un dossier dimenticato (o nascosto?) in un armadio.

Non credo poi che gli italiani durante la guerra fossero da meno dei nazisti. Si dice che anche i nostri soldati avessero compiuto atrocità durante l'occupazione della Libia e dell'abissinia, ma non credo che le nostre procure abbiano mosso un dito per cercare i responsabili.

Per me episodi come Marzabotto e S. Anna di Stazzema devono essere raccontati fino all'inverosimile per non dimenticare l'orrore che ci fu, ma una sentenza di condanna non aggiunge nulla a 60 anni dai fatti.

Che ne pensate?

_________________
"E' stata tutta colpa di quel gol a freddo"
"Guardi che avete segnato voi per primi"
"appunto, noi eravamo freddi, loro caldi e incazzeti"
(Oronzo Cana')


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 14 gennaio 2007, 15:21 
Sì, trovo anche io incomprensibile questi processi 60 anni dopo.

meglio sarebbe stato sviluppare quello del 1951,che vide come principale imputato lo Sturmbannfuhrer (maggiore)-SS Walter reder ,comandante del reaparto della divisione Reichsfuhrer responsabile dei massacri nell'appennino tosco-emiliano.

Nell' occasione reder, soprannominato Il monco in quanto aveva perso il braccio sinistro nel 1943 durante la battaglia di charkov, fu condannato all'ergastolo, da scontarsi a Gaeta. Dopo 20 anni fu graziato (perdonismo italico..) e riinviato a Vienna. Di fatto, mi risulta che fu l'unico ad essere processato.

Con gli altri non si procedette. perchè? verosimilment emotivi politici, il "pericolo rosso" con siglia di tenersi buoni i tedeschi di colpo ridiventati alleati..
Morale della favola è che su molti crimini nazi-fascisti calò il silenzio, dopo gli eccidi successivi alla liberazione.

Anche io trovo questi processi attuali un risarcimento molto tardivo, se non una vera beffa.


Top
  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010