Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...
Oggi è lunedì 22 luglio 2019, 20:26

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Bel mondo davvero...
MessaggioInviato: sabato 29 luglio 2006, 12:48 
Non connesso
Peso Gallo
Avatar utente

Iscritto il: sabato 4 febbraio 2006, 16:06
Messaggi: 420
CRONACA
La vittima ha 16 anni, sullo sfondo un giro di cocaina e prostituzione.
L'uomo arrestato. Una quarta giovane si era offerta in cambio
Minorenne stuprata da 62enne
due ragazzine la tenevano ferma

di CARLO BRAMBILLA

Il piccolo bar Margherita, in via Gramsci, a Brescia, a pochi passi dal centro della città, è conosciuto per i suoi grandi cocktail ricercati e colorati. Ma anche per il giro di belle ragazze giovanissime che si possono trovare al bancone, semicircolare, del locale, o, in estate, sugli alti sgabelli all'esterno. E per i personaggi, meno giovani, con auto di grossa cilindrata, che amano frequentarlo.

È in questo ambiente che è maturata una orribile, torbida storia di violenza sessuale di gruppo ai danni di una ragazza di 16 anni, che ha portato all'arresto del proprietario del bar, Lavinio Lopane, 62 anni, e di due coetanee della giovane violentata, che avrebbero tenuto ferma la vittima durante lo stupro. Dalle indagini, condotte dai carabinieri della compagnia di Brescia, emerge un inquietante giro di prostituzione minorile legato all'uso della cocaina. Ma quello che più allarma in tutta la vicenda è la partecipazione attiva, nella violenza, di ragazze minorenni.

Lo stupro, durato 20 interminabili minuti, è stato consumato un mese e mezzo fa in una cascina abbandonata alle porte di Brescia. Alla violenza ha assistito un'altra adolescente, che ha cercato inutilmente di opporsi. Prima di subire la violenza la vittima, una ragazza fuggita da una comunità di recupero per tossicodipendenti, sarebbe stata costretta dalle coetanee, una rom e un'amica, anche lei scappata da una comunità di recupero, a sniffare della cocaina. Le stesse ragazze avrebbero poi immobilizzato la vittima per permettere all'uomo di consumare il rapporto sessuale.

Mentre una quarta ragazza, amica forse della vittima, tentava inutilmente di opporsi, arrivando addirittura a offrirsi al posto della vittima. Avrebbe detto "fallo con me, tanto l'hai già fatto". Ma l'uomo voleva l'altra ragazza. A far scattare gli arresti la vittima, che ha trovato la forza di raccontare tutto ai carabinieri. L'interrogatorio di garanzia del sessantaduenne si è tenuto ieri mattina, nel Tribunale di Brescia, davanti al gip Roberto Spanò. Ma l'uomo si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Le indagini per chiarire tutti gli aspetti della vicenda sono ancora in corso. Tra le ipotesi che vengono fatte c'è la possibilità che a scegliere la vittima siano state proprio le due coetanee a cui il proprietario del bar avrebbe consegnato il denaro per la prestazione. "Paga bene. In tante facevano il possibile per andare da lui", avrebbero dichiarato le due ragazze quando sono state interrogate dopo il fermo. Mentre dalle indagini emergono più che nomi i nomignoli e soprannomi delle persone coinvolte nel giro del bar Margherita.

C'è sconcerto in città per l'arresto di Lopane, il cui locale è conosciutissimo, frequentato da imprenditori, politici e personaggi della cosiddetta "Brescia bene". "Apri un ciampa", uno champagne, è l'espressione scherzosa con cui spesso i clienti ordinano da bere nelle calde sere d'estate. Mentre riemerge ancora una volta, in provincia di Brescia, il preoccupante binomio cocaina in cambio di sesso con minorenni.

(29 luglio 2006)

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 7 agosto 2006, 12:55 
Brescia, giorni scorsi.

Scarcerati per errore nell'applicazione dell'indulto quattro condannati per violenza sessuale.

"Qui c'è un mondo fantastico"


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 7 agosto 2006, 13:16 
Non connesso
Stereophonicus Maximus
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 2:44
Messaggi: 3837
Località: eBay.com
mamma mia ho potuto apprezzare anch'io stamattina i primi frutti dell'indulto:un paio di personaggi che non si vedevano in giro da parecchio si sono improvvisamente materializzati di nuovo,e so già che torneranno immediatamente a fare le solite cose,a remare contro la società "normale";scarcerare tossici e ladruncoli è un insulto per una città così piccola e a misura d'uomo,questi te li ritrovi sotto casa,o ancora peggio,dentro


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 7 agosto 2006, 13:19 
Non connesso
Peso Gallo
Avatar utente

Iscritto il: sabato 4 febbraio 2006, 16:06
Messaggi: 420
Cita:
scarcerare tossici e ladruncoli è un insulto per una città così piccola e a misura d'uomo,questi te li ritrovi sotto casa,o ancora peggio,dentro


Eh, già!
Avrebbero dovuto dargli l'ergastolo o la sedia elettrica.

Il vostro poliziotto di quartiere che dice?
Sonnecchia?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 7 agosto 2006, 13:45 
Non connesso
Stereophonicus Maximus
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 2:44
Messaggi: 3837
Località: eBay.com
ehehe sai come si dice qui? i vigili sono come i croissants,per trovarli devi andare al bar
chissà se qua il tutore della legge si chiama "poliziotto di sestiere"... comunque non ne ho mai visto uno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 7 agosto 2006, 13:50 
Non connesso
Peso Gallo
Avatar utente

Iscritto il: sabato 4 febbraio 2006, 16:06
Messaggi: 420
Doyle ha scritto:
"poliziotto di sestiere"...
comunque non ne ho mai visto uno


Incredibile!
Nel produttivo Veneto...

Sarà colpa dei ponti storti di Venezia.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 7 agosto 2006, 17:57 
Zdenek ha scritto:
Eh, già!
Avrebbero dovuto dargli l'ergastolo o la sedia elettrica.

Il vostro poliziotto di quartiere che dice?
Sonnecchia?


Noooo, sarebbe bastato accorgersi, nell'era informatica, o al limite mediante un uso attento delle carte, che i reati di violenza sessuale erano esclusi dal provvedimento di indulto.
Al limite, prima di aprire il cancello, "Tizio.... questo qua, per che reato era dentro? Ricontrolla un attimooo... azz....torna indietro!"
Che bello non avere bisogno dell'assicurazione professionale, mai.

Il poliziotto di quartiere serve soltanto a fare le multe ai cittadini (più o meno) onesti, per gonfiare le casse del signor sindaco.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 20 agosto 2006, 11:07 
Non connesso
Peso Gallo
Avatar utente

Iscritto il: sabato 4 febbraio 2006, 16:06
Messaggi: 420
Dopo la ragazza pachistana Hina, un'altra donna ritrovata a pezzi in un campanile.

Mi sa che nel bresciano c'è qualcosa che non va...

Gli operatori sociali della zona che dicono?


-------------------
Diversi miei conoscenti son ritornati da Brescia
con qualcosa di diverso negli occhi... congiuntivite?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 21 agosto 2006, 15:12 
E il pittore accoltellato l'altra notte in casa sua, non dimentichiamolo.

Quel che dicono gli operatori sociali è sempre irrilevante.
Conta quel che ho già scritto allo stesso proposito l'anno scorso, su altro discutibile forum. Già allora qualcuno aveva fatto notare che c'erano un sacco di storiacce in giro.

La gente è molto nervosa per 'sti lavori della metropolitana.
Ostacoli dappertutto. Questo il fatto.

Su, cari concittadini, portiamo pazienza ancora un po', fino al 2010, 11, massimo 12, e nel frattempo smettiamola dai, assassiniamoci un po' di meno.

Mi rivolgo anche ai fratelli extracomunitari, islamici o cattolici, non fa differenza, visti i probabili autori degli ultimi tre episodi.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 21 agosto 2006, 18:44 
Non connesso
Blessed Soul
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:45
Messaggi: 1467
Località: romagna. un altro mondo possibile
Cita:
E il pittore accoltellato l'altra notte in casa sua, non dimentichiamolo.

no lo dimentico affatto.
e non mi pare che le indagini, per ora, seguano la strada dell'immigrazione.
Ma ogni morto pare a priori fatto da immigrati....
questa è la logica di "studio aperto".
Modesto telegiornale scandalistico con i tre quarti del tempo dedicato alla tormentata vita delle veline.

_________________
mi sono rimasti solo tre neuroni. E non sono neanche d'accordo fra di loro....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 21 agosto 2006, 18:54 
Non connesso
Peso Gallo
Avatar utente

Iscritto il: sabato 4 febbraio 2006, 16:06
Messaggi: 420
Tre denunce fatte da Hina.
Tre volte ritirate.
Ed era anche minorenne.

Tra forze dell'ordine, Procura e Servizi Sociali...
dev'esserci qualcosa che non va.

Lei stava provando ad integrarsi, con ottimi successi.
Le è stato impedito.
A lei ed ai figli che non ha potuto avere ed educare a modo, finalmente, suo.
Vane le sue richieste di aiuto.

Per restare in tema "Studio Aperto",
troppo impegnati nelle notti alla Lucignolo?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 21 agosto 2006, 21:43 
Sìzigios ha scritto:
La gente è molto nervosa per 'sti lavori della metropolitana.
Ostacoli dappertutto. Questo il fatto.
.


non lo dire a chi deve recarsi verso Piazza Vittoria :evil:


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 21 agosto 2006, 21:56 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:59
Messaggi: 4686
Animo ragazzi, in questi giorni di delitti traffico non ce n'è. E andate anche un po' a piedi, su!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 22 agosto 2006, 12:23 
mantequilla ha scritto:
Cita:
E il pittore accoltellato l'altra notte in casa sua, non dimentichiamolo.

no lo dimentico affatto.
e non mi pare che le indagini, per ora, seguano la strada dell'immigrazione.


Mah, hanno fermato un magrebino a Milano per questo omicidio.
Comunque io insisto sui lavori della metropolitana.

Vediamo invece cosa ne pensano i grandi intellettuali anticristiani.


Il commento dell'intellettuale dopo i tre delitti nella città dove abita Severino: «Troppi stranieri, città cambiata» Il filosofo: è naturale che la coesistenza di culture diverse aumenti le tensioni

MILANO — Tre delitti in dieci giorni. Emanuele Severino, che cosa sta succedendo alla «sua» Brescia?
«Tre? Qual è il terzo?».
Il pittore ucciso nel suo appartamento, Aldo Bresciani. La settimana scorsa Hina, la pachistana sgozzata dal padre. E poi Elena, la studentessa ammazzata in chiesa da un cingalese.
«Non è possibile. Tutto questo è singolare. È scalogna! Che altro può essere?».
Lo chiediamo a lei. Vive qui da quando è nato. Ha visto la città cambiare. Perché proprio ora tanta violenza?
«Oggi effettivamente c'è una condensazione di extracomunitari fuori dall'ordinario. Avevo cominciato a percepirlo 15 anni fa e l'avevo detto al sindaco e ai cattolici. Si stavano sovrapponendo fenomeni tra loro in conflitto, destinati a creare forti tensioni. A Brescia si sono incontrate una fortissima tradizione cattolica e un enorme sviluppo imprenditoriale, sia laico che cattolico. Il Partito comunista è stato molto forte, eppure Brescia è anche diventata uno dei centri della Lega».
E aggiungiamo gli immigrati.
«Non intendo attribuire agli extracomunitari in quanto tali comportamenti criminali. Credo che queste persone non facciano nulla di diverso rispetto agli italiani o agli europei. Però...».
Però?
«È naturale che dalla coesistenza di culture tanto diverse aumentino le probabilità di frizioni».
Qual è il fattore di maggior rischio?
«Quello religioso, in prima linea. Non faccio parte di quelli convinti che l'islam sia uguale all'integralismo. Ma l'islam storicamente è una categoria astratta, mentre in concreto, nella storia, ci sono interpretazioni del messaggio di Maometto che spesso sono molto in contrasto con la nostra cultura. Trovo incomprensibili certi atteggiamenti caritativi della Chiesa bresciana verso gli stranieri. Encomiabili, ma forse non si rendono conto delle conseguenze».
Sono solo i cattolici ad avere sbagliato approccio?
«No, naturalmente. C'è un concorso di responsabilità. Ci sono stati vari elementi di convenienza. La manodopera straniera è utile all'industria. Però poi sfugge che il bresciano medio è quello più a ridosso con questa gente, dalla quale invece il grosso industriale ha la capacità di separarsi e tutelarsi».
Faccia degli esempi.
«Senza pensare ai reati, mi riferisco alla quotidianità. In tram lo straniero non si alza per cedere il posto alla vecchietta. Per strada, la donna anziana è costretta a lasciare il passo alla famiglia cingalese e a scendere dal marciapiede perché loro non si spostano. Non lo fanno apposta, sono poco abituati al galateo».
Così però gli immigrati diventano il capro espiatorio. Sono la causa della criminalità?
«Non dico questo. Dico che Brescia è una città ricca, con tanti cattolici molto generosi, che chiama le persone da fuori per lavorare. Chi arriva vuole trovare lavoro, se non lo trova reagisce in modo criminale. Chi ha fame e non ha soldi ruba».
Lei ha dovuto cambiare qualche abitudine, in questi anni?
«Viaggio spesso per lavoro. Tempo fa mi sono trovato a Catania e a Palermo e notavo che lì a mezzanotte la gente era fuori per strada, nei caffè, parlava, rideva, scherzava. A Brescia io da anni non esco più dopo le otto di sera, non lo fa nessuno. Non succede così in altre città ricche del Nord, come a Crema o in Emilia. In questo Brescia è simile a Milano».
Quale potrebbe essere la soluzione?
«Lo dico da tempo: solo risolvendo la fame nel mondo terminerà ogni altra sventura. I nostri Bush, Prodi, tutta la grande politica mondiale deve stanziare cifre che abbassino il tenore di vita delle popolazioni privilegiate a vantaggio di quelle più povere. Non possiamo continuare a stupirci ogni volta se centinaia di clandestini sbarcano a Lampedusa».


Elvira Serra
22 agosto 2006


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 22 agosto 2006, 12:29 
Non connesso
Stereophonicus Maximus
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 2:44
Messaggi: 3837
Località: eBay.com
:toothy10: ehehe strano che Severino si preoccupi di non poter uscire dopo le otto:io pensavo che lo portassero in giro con la sedia gestatoria,visto che ha acquisito l'infallibilità papale da qualche anno


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010