Il Forum a cura di NonSoloBoxe
http://forum.boxeringweb.net/

l'indulto
http://forum.boxeringweb.net/viewtopic.php?f=1&t=981
Pagina 1 di 1

Autore:  ekstrom [ domenica 19 novembre 2006, 16:08 ]
Oggetto del messaggio:  l'indulto

Spero non ci sia già un topic sul tema.

Alcune considerazioni assolutamente "neutre" rispetto agli schieramenti politici.

La legge sull'indulto sembra non fosse voluta dal 95% degli italiani.

Ma è passata con l' 80% dei consensi in parlamento. Quando si dice che i parlamentari rappresentano la Nazione.....

Sono usciti dalle carceri circa 25.000 persone, di cui la metà sembra solo nella città di Napoli.

Prima considerazione. Quali sono le ragioni? Carceri troppo affollate.
Comprensibile il problema. Ma i nostri parlamentari forse si erano dimenticati che sono decenni che l'Italia è sotto tiro delle organizzazioni a tutela dei diritti umani per le condizioni delle nostre carceri.
Porsi il problema solo adesso fa un po' ridere.
E fare uscire di botto 25.000 persone come fosse spazzatura da portare fuori casa fa piangere se non incavolarsi.

Seconda considerazione. Riprendo quel che ha detto Pier Camillo Davigo l'altra sera da Santoro. Se si prevede che una legge restrittiva potrebbe aumentare il numero dei detenuti, perché la si emana? Ogni legge dovrebbe prevedere gli strumenti finanziari per farvi fronte. Se aumento la dose di droga che porta all'arresto, è ovvio che rischio di affollare le carceri rispetto a prima, diciamo che i detenuti per spaccio o possesso raddoppieranno.
Se ci sono detenuti per reati che non devono essere più puniti (immigrazione?), allora depenalizziamo, se lo abbiamo fatto con il falso in bilancio, cosa sarà mai..........


Terza considerazione.
La pena - per le norme costituzionali - deve anche tendere alla rieducazione del condannato. Bel modo di rieducare un detenuto, sbattendolo via e poi "aggiustati".
Cosa fanno i reduci dell'indulto?

Alcuni, ben contenti, magari torneranno a fare quel che facevano prima, pensiamo al camorrista o mafioso che era dentro per reati non di mafia o camorra (se pensiamo che Al Capone andò dentro per evasione fiscale, da noi, magari manco andava dentro).
Con buona pace dei cittadini taglieggiati o "pizzeggiati" che sospiravano all'idea di vederli finalmente chiusi in una patria galera.

Altri vorrebbero iniziare una vita onesta. Ma siamo in un momento di difficoltà economica per il Paese in cui c'è disoccupazione per quelli che stanno fuori dal carcere. Dove lo trovano un lavoro onesto quelli che escono di prigione. Se poi cercano un lavoro che scrivono sul cv alla voce "esperienze"? Immagino come saranno entusiasti i datori di lavoro d prendere uno che è appena uscito di galera.
E così si può immaginare che molti anche solo per disperazione riprendano a fare quelle cose per le quali erano finiti dentro.

E' questo è il modo con cui i politici si preoccupano del loro Paese?
A me verrebbe da vergognarmi all'idea che l'80% del parlamento abbia approvato una legge simile che ha buttato per strada migliaia di persone che ora non sa dove sbattere la testa (nella migliore ipotesi) o ritorni a delinquere come prima (nella peggiore).

Ah, ma mi ero dimenticato una quarta considerazione.
L'indulto copre i reati commessi fino al maggio 2006.
Quindi i processi per quei reati sono cancellati.
E quindi ci sono indagati e imputati eccellenti che ora potranno dormire sonni più tranquilli. Non so, Do Nascimento potrà tornare in Italia a vendere rami di quercia magici, Wanna Marchi e Stefania Nobile non credo avranno più problemi a vendere alghe antisfiga, Previti non avrà più processi, dovrebbero uscire Luigi Chiatti, la Marinoni, Erika e Omar, la Franzoni credo possa anche evitare di preoccuparsi di accertare se sia stato il vicino o qualcun altro, e poi tutti quei parlamentari ed ex parlamentari di cui si parlava nel blog di Beppe Grillo, condannati con sentenza definitiva o in attesa di processo per vari reati, che faranno? Aggiungeranno un cuscino al letto?

Se qualcuno vuole intervenire sul tema è il benvenuto.

Autore:  mantequilla [ domenica 19 novembre 2006, 19:47 ]
Oggetto del messaggio: 

In senso generale sono d'accordo. sulla prima parte, soprattutto.
E' stato più "politicamente" facile fare un indulto con i due terzi del parlamento a votare, che rifare le Bossi-Fini e varie.
perchè? Fragilità della maggioranza? Anche, ma non solo. Ognuno aveva i suoi miniobiettivi ed era il modo più veloce per raggiungerli. Detto senza malizia.
Resta un dato inqualificabile. C'è hi ha gettato il sasso (votando l'indulto) ei ha tirato indietro la mano...fingendo di essere passata li per caso.
Soprattutto mi stupisco delle sorprese.
L'indulto ha fatto uscire di galera pochi disgraziati e molti delinquentelli. Che sorpresa c'è? era assolutamente scontato...
Ah, ci si mettono anche i magistrati, a dire che ora i processi sono inutili. Senza tenere conto che proprio chi "risgarrerà" si farà l'una condonata e l'altra o che i rimborsi pecuniari dei piccoli crimini non sono mica aboliti....
Ekstroem, ora tutti rincorrono la stragrande maggioranza dell'opinione pubblica. Siam così. Poco abituati a essere responsabili delle scelte fatte.
Ah, ora è ora di mandare a casa la Bossi-Fini. Sennò fra due anni , saremo "prunt'accapo...".

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
https://www.phpbb.com/