Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...
Oggi è mercoledì 24 luglio 2019, 0:23

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 43 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Usa Open
MessaggioInviato: domenica 7 settembre 2014, 0:36 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
Come sono stata felice di essere smentita e che finalmente Cilic abbia potuto esprimere il tennis che sapevo aveva dentro, solo che non ero sicura della sua tenuta nervosa, e quando ha servito sul 5-4 c'era l'ombra di Monfils che aleggiava. Chi l'avbrebbe mai detto in questo Usa open che avremmo avuto una finale a sorpresa e tra i preferiti di noi forumisti. Non vedo l'ora di essere lunedì :)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Usa Open
MessaggioInviato: domenica 7 settembre 2014, 9:32 
Non connesso
Peso Medio

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 17:23
Messaggi: 1563
Località: Florence
Sono shockato!!! Positivamente ed entusiasticamente shockato! :D
Che bello e che bella finale, tutta inedita, tutta inattesa. Due semifinali che sembravano già scritte, sia per il valore dei contendenti che per il loro blasone e invece.. che strano sport! :P

Bravo Cilic (che gufata che avevo tirato ahahahaha), bravo il giapponesino.
Ora spero solo in una bella finale, che non sia dominata dalla tensione di essere esordienti su un palcoscenico simile, ma che possa coronare lo splendido torneo giocato da entrambi.

P.S. scusate, ma da quando questa finale di lunedì? :? E' chiaro che mi sono perso qualcosa..


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Usa Open
MessaggioInviato: domenica 7 settembre 2014, 15:26 
Non connesso
Peso Mediomassimo
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 aprile 2006, 22:02
Messaggi: 4095
Località: Portland, ME
Dopo un paio di finali di lunedì a causa della pioggia, si sono convinti a programmare così il torneo sin dall'inizio, anche perché chi gioca per primo il Super Saturday era troppo avvantaggiato nella finale della domenica. Hanno dovuto sborsare una cifra assurda per convincere la CBS a rinunciare alla finale maschile la domenica, ma meglio così.

Anch'io vedevo Federer e Djokovic favoriti, ma non così tanto come voi :P però vi capisco, ci fosse stato Kohlschreiber anch'io avrei sicuramente previsto l'apocalisse :lol: Cilic, a meno di un crollo mentale, non avrebbe mai preso una stesa da Federer servendo come ha servito finora e con quell'aggressività da fondo. E' un tennis che dà fastidio a Federer, perché non può comandare il gioco e gli mette pressione sul rovescio, un po' come quando Djokovic è diventato solidissimo su entrambi i lati e ha battuto Roger spesso e volentieri.

Nishikori si è fatto rimuovere una cisti da un piede prima del torneo, non sapeva nemmeno se avrebbe potuto giocare... poi te lo ritrovi in finale dopo due partite consecutive vinte al quinto e dopo aver battuto il numero 1 del mondo in 4 set :shock: alcuni game di risposta in cui ha sepolto Nole di vincenti attaccando la seconda di servizio del serbo (una volta il suo punto di forza, ieri invece attaccabilissima) sono stati impressionanti, e la velocità con cui si muove e con cui porta i colpi sono davvero impressionanti. Spero che entrambi portino anche in finale questo tipo di tennis così propositivo e asfissiante, e che giochino a viso aperto e senza timori reverenziali (come sarebbe successo all'avversario se uno solo fra Nole e Federer fosse giunto in finale).

_________________
A volte, quando si è un grande scrittore, le parole vengono così in fretta che non si fa in tempo a scriverle...
A volte.

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Usa Open
MessaggioInviato: lunedì 8 settembre 2014, 11:08 
Non connesso
Peso Medio

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 17:23
Messaggi: 1563
Località: Florence
E nel Frattempo Serena fa 18. Agganciate in un colpo solo sia Navratilova che Evert nel conteggio assoluto delle vittorie Slam (ottenendo tra l'altro il 6° UsOpen come Chris). E lascia Roger a 17 :lol: :P
Davanti ora solamente Moody (19), Graf (22) e Court (24)

Ho visto solo il secondo set e la Williams era praticamente perfetta, riuscendo anche a rimettere a posto un servizio che nel primo faceva segnare una bassa percentuale di prime (intorno al 40%). Impressionante nei colpi da fondo però, nello scambio lungo, proprio quello che in teoria doveva essere il punto forte di Caroline: grande mobilità messa in mostra da Serena, capacità di muovere sempre la palla e con profondità, costringendo la pur brava danese a correre da un angolo all'altro. C'è stato uno scambio di 26-27 colpi incredibile che credo sia stato l'emblema del match.
Alla Wozniacki si può "rimproverare" di essere scesa in campo forse un po' troppo tesa, preoccupata. Forse è stata solo un'impressione, ma il suo livello mi è parso leggermente inferiore rispetto a quello mostrato nell'ultimo periodo. Certo c'è da dire che l'altra ha invece alzato, e non di poco, il proprio, specie se raffrontato alle finali estive giocate dalle due.

Nel complesso torneo che per me non ha mantenuto le promesse della vigilia, per demerito di varie annunciate protagoniste che sono cadute prematuramente. Questi UsOpen sono parsi già segnati praticamente dopo la prima settimana e Serena in queste condizioni, difficilmente sbaglia.

P.S. zero set persi dalla Williams nel torneo e, per gradire, nessuna avversaria è riuscita ad ottenere più di 3 games a set :roll:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Usa Open
MessaggioInviato: lunedì 8 settembre 2014, 14:17 
Non connesso
Peso Medio Naturale
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 22 novembre 2006, 20:07
Messaggi: 1904
Località: Una dimensione dell'anima
Non visto Serena perchè con la mente ero ancora rimasto allo scempio del San Nicola di ieri sera, non avevo voglia di altro. Il fatto che sia dietro solo a tre nel computo totale degli slam dimostra che in questi anni il suo strapotere fisico tecnico, a cui si è potuta contrapporre solo la sorellona, è stato tale che alle altre le due hanno lasciato quasi le briciole.
Purtroppo ho invece visto la Pennetta, in coppia con la Hingis ancora distillatrice di lampi di classe, perdere un match che dopo il primo set e parte del secondo sembrava alla portata, francamente non lo capisco il calo di Flavia, in alcuni tratti del terzo non sembrava neanche lei. Peccato perché vincere il doppio, seppure a metà, sarebbe stata un' ottima cosa per il tennis italico.
Oggi seguirò, tutta o in parte, la finale maschile:contento siano arrivati due outsider e non i soliti "tre dell' Ave Maria", è un buon segno quando le gerarchie vengono stravolte vuol dire che non ci si fossalizza, mi auguro che la finale sia bella e non frenata dalla tensione dovutaalla disabitudine di entrambi a questi livelli. A memoria l'ultimo orientale a questi livelli era stato Chang.

_________________
Spirat anguis
inter flores et colores
explicando tegit fel.
Sed occulto factus ore
homo demens in amore
saepe lambit quasi mel

Anonimo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Usa Open
MessaggioInviato: martedì 9 settembre 2014, 1:17 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
Per ora sono solo troppo felice per Cilic... a domani :)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Usa Open
MessaggioInviato: martedì 9 settembre 2014, 8:11 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 9:47
Messaggi: 9080
Località: Napoli
Rapida e indolore la finale, bravissimo Cilic!!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Usa Open
MessaggioInviato: martedì 9 settembre 2014, 10:43 
Non connesso
Peso Medio

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 17:23
Messaggi: 1563
Località: Florence
E Ivanisevic che nel box esultava come avesse vinto lui! :D

Non c'è stata molta partita da quel che ho visto (molto poco purtroppo), non so se anche per demeriti di Nishikori (che curiosoamente, oltre che nel primo faccia a faccia, aveva perso da Cilic solo qui a NY due anni fa!) o solo per il fatto che Cilic ha espresso ancora una volta un tennis incredibile e che non gli si riconosceva, quasi un'esplosione fulminea, sopratutto se si pensa che era andato al quinto con Simon non molti giorni fa! :lol:
Jappo che mi è parso meno brillante, forse scarico, un po' cotto dalle fatiche fisiche e mentali del torneo (dagli ottavi in poi ogni partita è stata una battaglia), ma in ogni caso dubito che avrebbe potuto stravolgere l'esito del match contro un Marin di questo livello. Vittoria strameritata.

Non so quali siano gli indubbi meriti di Ivanisevic, non sono un "tecnico" e non conosco Cilic così bene come altri qui e aspetto anzi una vostra "illuminazione :) .. ma una cosa mi appare certa, tutto il tennis del croato mi sembra improvvisamente "più veloce" e violento rispetto al passato: dal servizio, ai colpi da fondo con i quali fa male e ottiene molti vincenti, passando per un rovescio lungolinea che non gli avevo visto spesso eseguire con tale killer instinct. Pur con le dovute differenze (e non solo di genere), questa di Cilic mi ricorda un po' l'esplosione della Stosur qualche anno fa, quando apparentemente d'un tratto, si mise a menare come un fabbro, ad incollare i pezzi del proprio gioco e a sfoderare in serie prestazioni che nessuno mai avrebbe pensato solo qualche settimana prima.

Comunque sia torneo incredibile e tutto sommato sono felice di una vittoria "nuova", e che sia stato Cilic ok, va bene lo stesso (per ora) :P


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Usa Open
MessaggioInviato: martedì 9 settembre 2014, 11:21 
Non connesso
Peso Medio Naturale
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 22 novembre 2006, 20:07
Messaggi: 1904
Località: Una dimensione dell'anima
facundo78 ha scritto:
Rapida e indolore la finale

Come la celebre Pic Indolor. 8) Purtroppo non c'è stato equilibrio, ma passerà lo stesso alla storia questa finale per il ciclone Cilic che si abbattuto sugli USA.
Marco ha detto già tutto, anch'io mi aspettavo molto dal giapponese, non vorrei che la vittoria su Djoko sia stata la partita della vita e basta. Cilic ha dominato anche ma non solo per il suo strapotere fisico, quasi due metri e non sentirli muovendosi velocemente per tutto l'asse del campo. Nel secondo set ha messo 4 ace consecutivi, qualcosa di "mostruoso" in una finale a mia memoria. L'età è dalla sua parte, 25 è quella giusta per non essere "bimbi" ma neppure vecchi ragazzi, può diventare quel picchiatore che interrompe l'era dei tre "tenori" o perlomeno li metta in grossa difficoltà.

_________________
Spirat anguis
inter flores et colores
explicando tegit fel.
Sed occulto factus ore
homo demens in amore
saepe lambit quasi mel

Anonimo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Usa Open
MessaggioInviato: martedì 9 settembre 2014, 13:58 
Non connesso
Peso Mediomassimo
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 aprile 2006, 22:02
Messaggi: 4095
Località: Portland, ME
Anch'io d'accordo con Marco su tutto. Cilic è migliorato sotto vari aspetti, ma è stato questo nuovo servizio devastante a farlo banchettare su Federer e su Nishikori come fossero dei principianti. Kei ha avuto anche le sue chances di riaffacciarsi sulla partita, ma ogni palla break è stata sepolta di ace.
I miglioramenti non finiscono qui, comunque. Si muove meglio (e già prima era molto agile per la sua altezza, ma ora non perde un passo), è più solido mentale, ha un piano di gioco più semplice e distruttivo: picchiare come un fabbro su ogni palla sfruttando l'anticipo e la potenza da fondo campo, piuttosto che farsi trascinare in scambi lunghi (che può anche vincere, ma con minor frequenza e con maggior dispendio di energie).

Come per Wawrinka, che lo ha ispirato a credere di poter vincere un torneo di questo calibro, è stata una prestazione forse irripetibile ma sicuramente degna del prestigio del torneo. Complimenti davvero.

Kei è ancora giovane, e deve solo sperare di rimanere sano... con quel tennis, su cemento può senz'altro ripetersi (e non solo: quest'anno ha quasi vinto Madrid, per dire).

_________________
A volte, quando si è un grande scrittore, le parole vengono così in fretta che non si fa in tempo a scriverle...
A volte.

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Usa Open
MessaggioInviato: martedì 9 settembre 2014, 16:37 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
Immagine

Domani io e atomino partiamo per Parigi e la coppa Davis, quindi non ho tempo per scrivere un pezzo per l'home page, e neppure vorrei che facesse scorrere quello molto denso e bellissimo che c'è ora di orson sul calcio. E poi meglio un post, con pensieri alla rinfusa, senza doverli mettere in ordine per un articolo.
Quello nella foto è Randy Quaid, in un vecchio film di Hal Ashby, l'ultima corvèè, con Jack Nicholson. Assomigliava a Cilic quel marinaio timido che solo sotto la guida di due commilitoni più anziani comincia a godersi un po' la vita. Ed è un po' nelle vesti di Jack Nicholson in quel film che ho visto Goran da quando ha cominciato da solo a lavorare con Cilic, e non solo quando Bob Brett non poteva seguirlo. Se non fossi femminista e non avessi visto la bella fidanzata di Marin direi che Goran per "fargli uscire gli attributi " in campo l'abbia portato prima in un bordello :D :oops:
Il meno stupito della stampa del successo di ieri sarà stato sicuramente Rino Tommasi che ha sempre creduto in lui da quando lo vide nell'Australian open 2010 che lo rivelò, e in quella partita vinta al quinto contro Roddick, che conquistò anche me con le accelerazioni improvvise di rovescio, il muoversi rapido per il campo, e pensavo, come Tommasi, che fosse troppo leggero, che avesse bisogno di lavorare di più atleticamente, ma che avesse ampi margini di miglioramento.
Dopo quella partita Marin aveva telefonato alla madre felice non tanto per la vittoria, ma perchè Bob Brett aveva deciso di seguirlo ancora. E la madre gli rispose che lei pregava solo ogni giorno la "loro"Madonna di Medjugorie perchè lo mantensse sano. La stessa mamma che, 3 anni dopo, fu responsabile della squalifica per doping, anche se silent ban, del figlio, per aver acquistato in farmacia un integratore o qualcosa del genere, credo a base di glucosio, ma che conteneva una sostanza proibita.
Ma torniamo a quel 2010, dopo aver ciondolato per Indian e Miami accompagnato da Ivanisevic che non amava quei luoghi dove vanno a morire i vecchi ricchi. Marin sembrava aver esaurito la sua spinta, incolore la sua stagione sulla terra, fino a quel giorno di luglio, in cui, mentre si allenava nei campi del Solaro a Sanremo, vide il suo giovane sparring partner diciottenne tedesco barcollare, vomitare e poi accasciarsi al suolo. Marin non ha dubbi, mentre chiama aiuto, in modo molto esperto gli fa un massaggio cardiaco e gli salva la vita, così almeno dichiararono i medici dell'ospedale di Imperia.
Amo le belle fiabe, e la mia in quell'estate fu che in un mondo perfetto Cilic avrebbe dovuto vincere l'Usa open e dedicare la sua vittoria al giovane sparring partner. Invece perse con Nishikori al secondo turno, in un interminabile incontro al quinto set di lunghi scambi a fondo campo, in cui Marin non faceva un vincente, palleggiava attendendo che l'altro sbagliasse. E così, negli anni successivi, lo vidi troppe volte, come se avesse percepito che di tennis si può morire, avesse paura di far male e di farsi male, e non lo vivesse assolutamente come un piacere, ma una sofferenza, un duro lavoro: fronte aggrottata, sguardo ansioso, quasi impaurito....ma qualche volta si lasciava andare, e rivedevo il Cilic di un tempo, e intuivo quello che sarebbe potuto essere, se solo avesse potuto esprimere il tennis che aveva dentro.
Grazie a Goran che l'ha saputo leggere e gli ha dato i mezzi tecnici, fisici e psicologici per realizzarlo.
Vi ricorderete che al torneo di Rotterdam quest'anno continuavo a ripetere " Cilic è un altro tennista", e quel Cilic che battè Murray era molto vicino a quello di ieri. Ed ha scoperto il piacere di giocare a tennis, di vincere, e di fare male.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Usa Open
MessaggioInviato: giovedì 18 settembre 2014, 1:33 
Non connesso
Peso Mediomassimo
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 aprile 2006, 22:02
Messaggi: 4095
Località: Portland, ME
Contento per te e per lui, che ha meritato ampiamente il titolo. In questi giorni, dopo aver salvato in extremis la Croazia in Davis, è tornato a casa a Medjugorje ed è stato accolto da un sacco di gente, come una rock star.
Avevo dimenticato molti degli episodi di cui parli, soprattutto la disavventura con lo sparring partner a Sanremo, ma ricordo l'involuzione del suo gioco nel periodo successivo... i lunghi scambi, il tennis inconcludente e i colpi "spuntati". Quest'anno, al ritorno dalla squalifica, si è mostrato profondamente cambiato, e pronto a impiegare al meglio il tempo concessogli sui campi da gioco...che non si sa mai quando una squalifica o un malore ti possono stroncare la carriera.

_________________
A volte, quando si è un grande scrittore, le parole vengono così in fretta che non si fa in tempo a scriverle...
A volte.

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Usa Open
MessaggioInviato: sabato 20 settembre 2014, 14:08 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
Devo dire che i "miei" continuano a darmi soddisfazioni o ad emozionarmi; lo scrivo qui anche se il match a cui mi riferisco si è svolto ieri sera a Metz, cioè la vittoria in 3 set di David Goffin su Tsonga. Nel primo set il belga è stato travolto, anzi, dopo le prime bombe a mano di servizio di Jo Will su cui Jacques Perrin :) si lanciava improvvidamente, pensai che a furia di piegare il polso avrebbe rischiato di nuovo di infortunarselo, ma poi il ragazzo si è applicato, mi sembra l'aggettivo giusto per uno che ha il volto più di uno studente che di un atleta, ha cominciato a rispondere, ma soprattutto a pensare a come imbrigliare il gioco dell'altro, soprendendolo con discese a rete, risposte di anticipo sulla seconda, ma intercettando comunque meglio anche la prima. Difettando di prime sue temevo che il match risultasse comunque impari, ma ho avuto ad un certo punto l'impressione che Jo Will scherzasse con il fuoco, che cercasse più il colpo ad effetto che a chiudere il match. ...e le palle break diventarono più numerose per il belga.

Speravo sarebbe stata una serata fortunata ieri sera, ma Paulo Paulo, per quante volte nella tua carriera hai servito sul 5-4 al terzo e hai perso al tb, dopo aver commesso due doppi falli? :( Per quante volte ti sei fatto annullare almeno 4 matchpoint?

Gato, immagino tu oggi sarai per il tedesco...e ahimè, alle 15 devo uscire.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 43 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010