Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...
Oggi è martedì 23 luglio 2019, 9:08

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Federation cup e tornei di febbraio
MessaggioInviato: domenica 8 febbraio 2015, 8:40 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
Finalmente una partita convincente di Camila: che gioco, che padronanza di colpi! Il padre afferma che sia lei a voler rappresentare l'Italia in Federation cup, e ci credo, un'occasione unica di tenere il padre tranquillo in tribuna e avere accanto Barazzutti che la può consigliare con calma e sostenere nei momenti bui.Grande partita anche di Sveta Kuznetsova contro chilo di rimmel Radwanska: certo che dopo il secondo set la russa pareva oramai stremata sul piano fisico, si concede una lunga pausa fisiologica...e...magia, ritorna a colpire e a correre come nel primo set. Myskina in panchina (bonaccorso, l'hai vista? ovviamente se passi di qui) è il contrario di Tarpishev: trapela ansia da tutti i pori e credo che le giocatrici debbano rincuorare lei.
Peccato che oggi i match di Polonia- Russia e Italia- Francia siano in contemporanea :) e si vivrà di zapping.

Seppi in finale a Zagabria: Cilic, dove sei? :(


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: domenica 8 febbraio 2015, 20:43 
Non connesso
Peso Paglia

Iscritto il: martedì 25 settembre 2012, 19:14
Messaggi: 66
Bentornata :)

Camila apprezzabile per i suoi completini. Poi per me rimane fuffa.
Apprezzabile il doppio francese e il coraggio di Amelie nello schierare la Mladenovic al posto di Miss. Simpatia Cornet.

Barazza ed Errani hanno sottovalutato Mladenovic.


Piuttosto opaca Halep agli Open d'Australia...il trend non eccezionale confermato in Fed Cup dove la Murguruza gliele ha suonate.....


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: domenica 8 febbraio 2015, 22:26 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
" Un giorno credi di esser giusto. e di essere un grande uomo, in un altro ti svegli e devi cominciare da zero"

Va beh, qui a differenza della canzone di Bennato, si parla di donne, ma sempre così è, iè il fascino delle competizioni a squadre nel tennis: la terra amara per gli uomini della Davis è diventata dolce per le ragazze, ma non era quella di casa, anche se le tricoteuses le hanno fatte sentire a casa, e alla fine Amelie e la squadra le hanno ringraziate.
Camila è così, un giorno sugli scudi, un altro nella polvere.Ieri ha mostrato che cosa può fare, da giustificare tutti i sogni...ma nessun torneo dura un giorno, solo un'esibizione. Vuole essere una piccola tennista da esibizione, parafrasando Semeraro per Gasquet?
Ma chi è questa Mladenovic che oggi ha mostrato un tennis e una personalità di grande livello? complimenti a lei, a Caroline e alla Mauresmo-

E' finito un ciclo per la squadra di federation cup italiana, e forse per Errani e Vinci il titolo di Wimbledon del 2014 è stato il canto del cigno?

Giornata amara per il tennis italiano, perchè Seppi ha perso la finale di Zagabria (Cilic fra il pubblico con fidanzata)
Da domani comincia Rotterdam, con supertennis fin dal primo giorno...e Goffin :) :oops:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lunedì 9 febbraio 2015, 12:18 
Non connesso
Peso Medio

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 17:23
Messaggi: 1563
Località: Florence
Su Camila forse mi ripeterò, ma io continuo a vederla tennisticamente immatura e continuo a non vedere alcun cambiamento nel suo atteggiamento in partita. Ha bisogno di trovare la quadratura del gioco, sopratutto di trovare tranquillità perché non può essere un caso che molte sue partite si assomiglino nell'andamento e nel suo "uscire dal campo" ad un certo punto del match. C'è un buon mix di componente psicologica e tattica in quello che le succede, e sarebbe un vero peccato non porvi rimedio, perché ha un gran braccio, sicuramente il braccio più veloce che il tennis italiano abbia mai mostrato. Il problema vero è: chi potrebbe porvi rimedio? :?

La crisi del tennis rosa era già nell'aria da un po', ma le ultime buone prove di FedCup e i successi in doppio di Errani-Vinci l'avevano ben mascherata presso i media. Ora è arrivata la certificazione "ufficiale", giacché pare chiaro che dopo i fasti di Schiavone e Pennetta anche il ciclo delle onorevolissime Errani e Vinci è giunto al termine.

Mladenovic l'avevo vista nelle esibizioni invernali e giocava proprio bene! Certo, una cosa è giocare in esibizione, un'altra è tenere a galla la propria nazionale. Molto brava lei, molto coraggiosa e intuitiva Amelie a mandarla in campo al posto della numero uno di Francia.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: martedì 10 febbraio 2015, 10:54 
Non connesso
Peso Paglia

Iscritto il: martedì 25 settembre 2012, 19:14
Messaggi: 66
La Pennetta o la Schiavone possono allenare la Giorgi


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: martedì 10 febbraio 2015, 15:22 
Non connesso
Peso Paglia

Iscritto il: martedì 25 settembre 2012, 19:14
Messaggi: 66
Generazione 80



Nancy 2006, una Francesca Schiavone leonessa apparentemente ancora acerba affronta e batte la numero uno del mondo del momento Amelie Mauresmo, in Francia, sulla terra rossa guidando l’Italia verso la vittoria a sorpresa sulla Francia per 4-1. Allora non sapevamo che per il tennis femminile italiano si apriva un ciclo che culminava con una vittoria e due finali al Roland Garros e numerosi piazzamenti, ovunque, in Australia, Parigi, Wimbledon e US Open ovvero nel tennis che conta.

Le vittorie in Fed Cup sono state un corollario, una appendice o un sottile filo che legava la generazione rosa figlia degli anni 80 (Pennetta, Schiavone, Errani, Vinci, Santangelo, Knapp, …)

Tutto è stato concepito a Nancy, la nascita mesi dopo a Charleroi, in concomitanza di uno sciopero dei giornalisti Rai. Ricordo la Lea Pericoli stizzita che alla fine della prima giornata di Italia Belgio annuncia: “domani non ci sarà commento!”

La domenica è muta, fatto inusuale per chi segue il tennis da anni in Tv.

Si smette di ascoltare e si è costretti a guardare e tra l’altro si osserva il “pensieroso” Carlos Moya in tribuna che incita le azzurre mentre mettono sotto pressione la Henin che finisce per crollare sia fisicamente che mentalmente. L’assenza del commento Rai ci permetteva di ascoltare le urla di gioia della panchina “Siiii, ritirati, ritirati!!!!” seguenti alle moine della Henin, che come spesso accadeva, abbandonava la battaglia, incapace di accettare la superiorità fisica della Schiavone e delle sue figlie.

Nessuno poteva immaginare che era appena nata “la generazione 80” che portava le ragazze nella top 10 (Schiavone al numero 4, Errani al 5, Pennetta al 10 e Vinci al numero 11)

Le ragazze hanno vinto altre tre volte (San Diego, Cagliari e Reggio Calabria) ma ciò che ha reso la Generazione 80 speciale è stato lo Slam parigino, la consacrazione di un movimento, poiché sapevamo che se cadeva una, c’era l’altra. Grazie ragazze, grazie di tutto, mai avrei pensato di piangere davanti alla TV e mai avrei pensato di vedere una bomba esplodere e far suo il trofeo che è stato di Monica, Martina, Steffi.

Grazie, generazione 80.

Ieri si è concluso un ciclo. La Mauresmo ci ha servito la sua vendetta personale, servita su un piatto freddo, freddissimo, in casa, sulla terra rossa, vendicando in un colpo solo la sconfitta di Nancy. Poco importa che abbiamo perso, mi auguro invece di avere presto un’altra generazione capace di emozionarmi nuovamente.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: martedì 10 febbraio 2015, 20:34 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
Ti ringrazio molto per questa storia della fed cup italiana, atomino, così suggestiva che avrebbe meritato l'home page.

Non ho il coraggio di sbobinare la registrazione di ieri sera dei due incontri serali di supertennis, in cui a Rotterdam hanno perso uno dopo l'altro i miei amati Ph Mathieu e Goffin : sono infatti rientrata a casa sugli ultimi due game del belga, e pensavo a Gato e alle soddisfazioni che in questo inizio di stagione gli sta dando Gilles Muller. Nello stesso tempo mi chiedevo, non odiarmi, gato, se ci sia nel circuito un tennista più brutto, ma dico fisicamente, del lussemburghese. :oops: Niente da dire sul gioco, tanto è vero che cinicamente ieri mattina, visto che era dato per sfavorito, avevo messo qualche eurino su di lui. Qualcuno batta Pospisil, per piacere, altrimenti fra poco mi toccherà dare ragione a Bertolucci :D sul fatto che sia più forte del piccolo belga.
Non guarderò il match di Ph Mathieu, ma sono contenta che abbia resistito tanto a Dimitrov, vuol dire che ha ancora voglia di esprimersi nel tennis, e spero di vederlo a Montecarlo quest'anno, magari anche solo nelle qualificazioni.
Caspita, mi deve un gelato e una maglietta: me lo sono lasciato sgocciolare addosso quando stava conducendo 5-1 con Coria e riuscì a perdere l'incontro.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mercoledì 11 febbraio 2015, 1:21 
Non connesso
Peso Medio

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 17:23
Messaggi: 1563
Località: Florence
si atomino, condivido anche le virgole del tuo bellissimo post! :wink:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mercoledì 11 febbraio 2015, 4:23 
Non connesso
Peso Mediomassimo
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 aprile 2006, 22:02
Messaggi: 4095
Località: Portland, ME
Fortunatamente non ho visto Mathieu, ho letto di chiamate dubbie del giudice di sedia e di una lunga discussione a fine match fra Paulo e Dimitrov... :(

-----

Emily, Gilles Muller mi sta dando davvero tante soddisfazioni... la scorsa settimana ha raggiunto il suo best ranking - a 31 anni suonati! - e questa settimana potrebbe migliorare ancora... io sono solo contento che si sia lasciato alle spalle i problemi fisici e che giochi con continuità. Prima dell'Australian Open avevo un buon presentimento su di lui, anzi, era l'unico dei "miei" su cui nutrivo una certa speranza di far bene... e non mi ha deluso :P nonostante tutto, in questi anni, quando è stato in salute negli slam ha sempre fatto bene. E poi sono contento di vederlo finalmente giocare Rotterdam invece del challenger di Bergamo, dove perdeva sempre in finale da un qualche pseudotennista italiano :evil:

La partita con Goffin è stata equilibrata, per quel che ho visto, ma Gilles è risultato più calmo e tranquillo del belga che, dopo un paio di set senza break, ha commesso un paio di errori consecutivi e ceduto il servizio - e il match. David gioca bene, e la sua palla viaggia, ma deve lavorare un po' sulla pazienza.

E' vero, Muller non sarà un adone, ma da giovane era meno "rigido" di quanto sia ora... mi chiedo se i tanti infortuni non abbiano inciso sul suo portamento. Aveva anche più capelli :lol:

Comunque pensavo a una cosa, ossia che il gioco di chi si affida prevalentemente al servizio non sia sempre dei più piacevoli, vero, però trovo il loro modo di approcciare i match affascinante, soprattutto dopo tanti anni nel circuito. Trovarsi 0-30 non provoca panico, c'è sempre la certezza di poter trovare dentro di sé la forza necessaria a raddrizzare il game. Che il colpo a cui si affidano non dipende da nessuno se non da loro stessi... e che nel tiebreak una risposta fortunata può sempre capitare :P

_________________
A volte, quando si è un grande scrittore, le parole vengono così in fretta che non si fa in tempo a scriverle...
A volte.

Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mercoledì 11 febbraio 2015, 16:33 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
certamente quello che dici sul servizio è molto vero, vedi la sicurezza che mi dava Sampras ogni volta che incontrava Agassi. Mi sono sempre chiesta quali siano le componenti di un buon battitore, cioè l'affascinante cocktail fra il gesto tecnico, l'emotività e la fiducia in se stessi. Kafelnikov, per esempio, che aveva un buon servizio, e che Stefanki era riusicto a velocizzare di una media di 10 km, confessava però che in quel colpo si rivelava la scarsa fiducia in se stesso, di fondo, al di fuori di quelle 11 settimane all'anno in cui si sentiva in forma. Come abbia fatto Ivanisevic a liberare Cilic nel servizio, per esempio, mi interesserebbe: possibile che sia così semplice come racconta Marin, nel "picchia la palla più forte che puoi?


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: giovedì 12 febbraio 2015, 8:58 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
Camila, Camila, anche ieri la replica di tante partite: contro Suarez Navarro, 6-1, 2-1 con break, e ha perso il match. Rino Tommasi, in una lunga intervista su Ubitennis si dice contrario al cambiamento di allenatore: meccanismo troppo forte e complesso il suo rapporto con il padre, tardi per intervenire. va beh, affiancatele qualcuno, però. che aiuti a capire perchè quando dietro un'apparente tranquillità e imperturbabilità la ragazza si innervosisce perda il controllo dei colpi.
La mia modesta opinione è che, senza diventare un Fognini in gonnella, se manifestasse un poco all'esterno le sue emozioni che devono essere fortissime, magari si sfoga un po' ma poi si riprenderebbe prima, come quando si dice ad una persona di non tenersi tutto dentro, che è peggio, e Camila non può neppure viverle per procura attraverso il padre


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: giovedì 12 febbraio 2015, 10:36 
Non connesso
Peso Paglia

Iscritto il: martedì 25 settembre 2012, 19:14
Messaggi: 66
emily ha scritto:
"picchia la palla più forte che puoi?


dopo 35 errori gratuiti, al cambio di campo, il padre le ha "intimato" di provare a tirare più forte....


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: giovedì 12 febbraio 2015, 19:19 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
Ma Rino Tommasi lo sa?


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: venerdì 13 febbraio 2015, 13:38 
Non connesso
Peso Paglia

Iscritto il: martedì 25 settembre 2012, 19:14
Messaggi: 66
Tommasi non segue Anversa, e nemmeno la FedCup ;)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: venerdì 13 febbraio 2015, 17:20 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
Chi te lo dice? :) e comunque non è che il comportamento di Camila in quest'ultima settimana si differenziasse da quello delle altre, vedi vs Venus nello slam.
Una finale fra i due Gilles sarebbe il massimo per el gato. Qualcuno ha visto come Simon ha regolato Murray? credo proprio che fra meno di un mese Clement sarà costretto a convocarlo per la Davis contro la Germania.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010