Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...
Oggi è domenica 24 marzo 2019, 15:27

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 186 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 13  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: "Why do you support me?"
MessaggioInviato: venerdì 8 settembre 2006, 5:09 
Non connesso
Peso Medio
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 23:26
Messaggi: 1819
Località: Roma
Qualche tempo fa sono andato sul sito di Federer e tra le molte domande a cui risponde ho trovato quanto riporto qua sotto:

D) Hi Roger, fans are always asking you questions, what is one question you would like to ask the fans?
R) Why do you support me and why are you my fan?

Già, perché tifare uno come Federer? Uno che vince sempre, che gusto c'è?

Cercherò di fissare un po' di punti, vediamo come va :wink:

1) Come ho già scritto in un altro topic una delle prime partite che ho visto è stata Federer Santoro. Rimasi estasiato dal gioco di entrambi, ma per il primo ci fu amore a prima vista.
1.b) Un altro motivo che probabilmente mi ha spinto a tifare lo svizzero è che avevo da poco (durante quell'estate o quella precedente mi pare) iniziato a giocare a tennis. Sia la mia prima maestra che i successivi due mi "imposero" di giocare il rovescio a due mani. Vedere giocare un rovescio a una mano come quello di Roger mi fece capire che il suo gioco era tutto quello che volevo e che mi mancava (ovviamente a livelli molto minori)

2) Come ho scritto nella kitchen poco fa, sono una persona ansiosa per natura. Colpa (geneticamente) di mia madre, che in questo riesce incredibilmente a battermi. Tornando un attimo al punto precedente, posso dire che vedevo in lui la solidità mentale che mi è sempre mancata e che, probabilmente, non avrò mai. Ovviamente quando mi innamorai (tennisticamente, oh non facciamo scherzi :wink:) di lui, questo punto non mi era neanche lontanamente venuto in mente, sapevo a stento chi fosse.
Insomma, ora come ora, credo che una piccola componente del mio tifo per lui sia dettata dal fatto che il mio incoscio ha la necessità di una certezza ogni tanto.

3) Anche a me infastidisce la "calata di braghe" che molti giocatori effettuano contro di lui, ma non vedo cosa Roger possa fare in proposito. Deve iniziare a perdere più partite volontariamente? Deve smettere anzitempo come Borg causa mancanza di motivazioni? Non credo che questo gli succederà, e comunque non a breve. Ne sono sicuro da dopo la cerimonia agli Aus Open in cui pianse (Mancanza di emozioni? Esclusivamente esterna e comunque non totale. Dopo anni di tifo si rinoscono alcuni piccoli segnali sintomi di nervosismo o altro) perché soffriva e soffre tuttora il confronto con la storia.
3.b) ben vengano giocatori come Nadal (anche se nel 2005 ho provato nei suoi confronti un odio simile a un istinto animale) con cui federer non riuscirà mai ad avere un saldo positivo, perché lottano, ci credono.
Che pensate, una vittoria sofferta (citando Hornby la miglior vittoria è un 3 a 2 in recupero con un espulso nella propria squadra, una rissa in campo e il goal della vittoria al 90') è molto più piacevole - se si escludono le coronarie :wink: di una vittoria con un triplice 60

(comunque mannaggia a voi che mi avete fatto distrarre e Federer ha perso il terzo set, ora avrò il battito a 300 per tutta la notte. Speriamo non si sia fatto male cadendo :()

4) Reputo deprecabili il comportamento di un buon 60/70 % dei tifosi di Federer online, che spesso sono troppo permalosi riguardo al loro idolo riguardo agli sfottò (frigorifero, faccia di gomma, ecc. che io accolgo con un sorriso anche se, quando la cosa è reiterata a lungo, inizia a stufare un pochino anche me, che non vado mica a chiamare Nadal tarzan per tutto il tempo...). Comunque capisco che certi atteggiamenti si possano tradurre automaticamente in antipatia verso il giocatore che caio e tizio sostengono.

5) Le sconfitte ogni tanto SERVONO a Federer (anche se il ragazzo a volte si dimostra estremamente fragile dopo una sconfitta, cosa che si contrappone alla sua solita solidità mentale), ai suoi tifosi, per capire che non è una macchina e perché si rilassino :), a quelli che non lo tifano, per capire che è umano e per farlo risultare un attimino più simpatico (effetto master 2005), al tennis perché così ogni tanto vince qualcun altro e sono tutti più contenti :P :wink:

6) Leggo sempre più spesso che non si può essere tifosi della perfezioni ma solo ammiratori. Ebbene, in verità (personale) vi dico che io mi emoziono per lui, salto di gioia per lui, piango e mi arrabbio per lui o con lui, farei pazzie per lui e così via... non vi emoziona? Beh, non è un mio problema. E poi chi l'ha scritto che tutti i numeri 1 debbano essere dei personaggi come McEnroe? E comunque dipende da cosa ognuno di noi definisce come personaggio in quanto tennista.
6.b) Io so già che quando Federer si ritirerà avrò innanzitutto uno choc che mi destabilizzerà per mesi (ci credete che sto già iniziando a prepararmi? Ehhh... so' strano lo so, ma l'ho detto al punto 2) che sono ansioso :lol:
6.c) dicevo, quando Federer si ritirerà io non riuscirò a seguire più il tennis con lo stesso interesse, la stessa carica, le stesse emozioni... so già che nessun giocatore potrà più stupirmi, caricarmi e/o deprimermi (insomma, emozionarmi) allo stesso modo dello svizzero...
Non voglio certo dire che smetterò di seguire il tennis (anche se nessuno può sapere cosa succederà, è un'eventualità da non escludere a priori :) anche se molto improbabile), però non avrò più gli stessi brividi nel seguire un match. Comunque già ora ho capito che i giocatori che sosterrò saranno quelli dotati oggettivamente di più talento, anche se un po' pazzi (tipologia Malisse/Safin) o magari non con una continuità disarmante (Gasquet, almeno finora)


Mmm... probabilmente ci sono ancora un po' di cose da dire, ma vuoi perché non mi vengono in mente, vuoi perché sono le 5 del mattino (l'ora migliore per fare una disamina tennistica, of course), vuoi perché pensavo che il mio post sarebbe stato più contorto (sono andato davvero fluido, come fosse una liberazione scrivere questo post :)), vuoi perché questa cavolo di partita deve ancora finire, stacco qua, sperando di aver soddisfatto le vostre curiosità :wink: (emily in primis :D)


(comunque in sintesi, credo che un sunto molto generoso sarebbe esprimibile tramite queste parole: "non si sceglie chi amare")

P.S. Che faccio, la traduco in inglese questa pergamena e gliela spedisco? :wink:

_________________
(There's a heartbeat
And it never really died)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Grande Ale...
MessaggioInviato: venerdì 8 settembre 2006, 9:31 
Grande Ale che bel post ! Poi la citazione la Hornby, mi piace da impazzire grazie, ciao da eretico !

P.S. Anch'io come te sono ansioso e nel tennis un pò di stabilità con Roger, Rafa mi serve per compensare il tifo per i "perdenti di lusso" tipo Gasquet !


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 8 settembre 2006, 14:29 
Non connesso
Peso Mediomassimo
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 aprile 2006, 22:02
Messaggi: 4095
Località: Portland, ME
Io quando l'ho visto giocare la prima volta, ho subito simpatizzato per Federer grazie alla bellezza dei suoi colpi e alla sobrietà della figura.
Quest'anno, sono venute fuori altre cose, tipo una ostentata sicurezza dei propri mezzi che me lo hanno fatto amare di meno, ma ci sarei potuto anche passare sopra. Poi gli Australian Open: lì mi sono accorto che Federer dà emozioni, non è un frigorifero. Però erano emozioni solo negative, e cioè la paura di perdere e non la gioja di vincere. Perché vincere è normale, mentre perdere una rarità. Mi sono accorto che tifavo per non vederlo perdere, non per vincere i tornei. Poi Wimbledon. Il massacro di Henman mi ha fatto capire che, come diceva timbledon in un bellissimo post, forse aveva dimenticato di quando andava in giro per il mondo e perdeva e si diceva che aveva talento ma ancora non fruttava al massimo. E' come un re che giustizia un innocente per dimostrare al suo popolo che é veramente terribile. Lo ha dimostrato, e io ho dovuto cambiare regno...

_________________
A volte, quando si è un grande scrittore, le parole vengono così in fretta che non si fa in tempo a scriverle...
A volte.

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: "Why do you support me?"
MessaggioInviato: giovedì 14 settembre 2006, 11:08 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
Ale ha scritto:
1)
1.b) Un altro motivo che probabilmente mi ha spinto a tifare lo svizzero è che avevo da poco (durante quell'estate o quella precedente mi pare) iniziato a giocare a tennis. Sia la mia prima maestra che i successivi due mi "imposero" di giocare il rovescio a due mani. Vedere giocare un rovescio a una mano come quello di Roger mi fece capire che il suo gioco era tutto quello che volevo e che mi mancava (ovviamente a livelli molto minori)

2) Come ho scritto nella kitchen poco fa, sono una persona ansiosa per natura. Colpa (geneticamente) di mia madre, che in questo riesce incredibilmente a battermi. Tornando un attimo al punto precedente, posso dire che vedevo in lui la solidità mentale che mi è sempre mancata e che, probabilmente, non avrò mai.
5) Le sconfitte ogni tanto SERVONO a Federer (anche se il ragazzo a volte si dimostra estremamente fragile dopo una sconfitta, cosa che si contrappone alla sua solita solidità mentale),
6.b) Io so già che quando Federer si ritirerà avrò innanzitutto uno choc che mi destabilizzerà per mesi (ci credete che sto già iniziando a prepararmi? Ehhh... so' strano lo so, ma l'ho detto al punto 2) che sono ansioso :lol:
6.c) dicevo, quando Federer si ritirerà io non riuscirò a seguire più il tennis con lo stesso interesse, la stessa carica, le stesse emozioni... so già che nessun giocatore potrà più stupirmi, caricarmi e/o deprimermi (insomma, emozionarmi) allo stesso modo dello svizzero...
Non voglio certo dire che smetterò di seguire il tennis (anche se nessuno può sapere cosa succederà, è un'eventualità da non escludere a priori :) anche se molto improbabile), però non avrò più gli stessi brividi nel seguire un match. Comunque già ora ho capito che i giocatori che sosterrò saranno quelli dotati oggettivamente di più talento, anche se un po' pazzi (tipologia Malisse/Safin) o magari non con una continuità disarmante (Gasquet, almeno finora)


, stacco qua, sperando di aver soddisfatto le vostre curiosità :wink: (emily in primis :D)




Più leggo questo post, e più ti ammiro, ale, per come, giovane come sei, tu abbia una tale dimestichezza con il tuo mondo interiore da chiederti i motivi profondi delle tue scelte d'amore. Leggendo che pensi che non ti emozionerai più per un altro dopo Federer, mi sembra proprio di leggere quello che abbiamo pensato tutti dopo il primo amore...Non so se sarà così, io mi auguro di no, perchè il tennis si gode di più se ci si appassiona e si soffre per uno dei due.
Passo a ciò che mi suggerisce Federer, invece, e allora credo che non potrei mandargli una pergamena.
Nel tennis mi piacciono tutti i gesti che non stacchino molto le braccia dal busto, quindi preferisco il rovescio a due mani, e fra quelli ad una, quello di Rosewall, una volta, o di Draper, in cui il rovescio sembrava più uscire dalla pancia, che mostrare quella sventagliata ampia alla Kuerten.
Non mi piace poi il rovescio in back, a meno che non sia usato per aprirsi la strada verso la rete.
Non c'è comunque nessun gesto su cui Federer abbia il marchio di fabbrica, specie se confrontato con Sampras: non il servizio, non quel gancio di diritto, non con quel volo sullo smatsch. So che mirabile e vincente in lui è la sincronia di movimenti, gesti, e creatività esplosiva, che fa del suo tennis un'armonia che è unica, solo che non mi passa dalla testa la definizione che ne diede su mymag Kayser Sose, " pallettaro di lusso" e mi sembra appropriata.
Tutti gli accostamenti musicali che sono stati fatti per questa armonia del suo gioco poi non mi convincono: Mozart, , per esempio. C'era nei classici una drammaticità, un senso di caducità delle cose che qui non avverto: se il meccaniscmo perfetto di un Rolex abbia una sua musica, credo sia quella di Federer, oppure, ma nessuno di noi l'ha mai sentita, quella delle sfere celesti di cui parla Dante nel Paradiso, ma ho sempre fatto fatica ad immaginarmi una musica non umana.
Come personaggio, poi, non lo sento vicino, perchè ha fatto un percorso inverso, interiormente, al mio: lui che da ragazzino era uno spaccaracchette alla Safin si è addestrato a controllare le emozioni; capisco l'importanza della forza mentale, della concentrazione, se si vuole entrare nella storia dei più grandi, ma mi chiedo quanto si paghi poi sul piano personale, quando si ritirerà, o anche adesso nella vita privata.
Mi hanno colpito due testimonianze apparentemente opposte: la sua, agli Usa open dell'anno scorso, in cui diceva che la sua tranquillità derivi dal fatto di vivere in un mondo quasi insonorizzato, in cui tutti parlano sottovoce; e quella di Lundgren, che dichiarava di non averlo mai visto così felice come quando si chiudeva in macchina, alzava a tutto il volume lo stereo e urlava...

C'è poi l'ultima questione, che dovrebbe essere superficiale, ma per me è la fondamentale, e di cui ho già parlato e scherzato troppe volte: io ho paura di quel viso, cerco di sfuggire le inquadrature in primo piano; mi allontana tutto di lui, lo sguardo, il sorriso, il naso, la pelle...Prima o poi riuscirò a capire perchè, però, abbia fatto dei sogni erotici con Federer :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 20 settembre 2006, 15:37 
I'm gonna use you and abuse you
I'm gonna know what's inside
Gonna use you and abuse you
I'm gonna know what's inside you


*******************************

Ma non si sentirà mai solo questo Federer nella sua torre d'avorio ?


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 21 settembre 2006, 9:23 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
No, altrimenti si farebbe abbracciare da Allegro in coppa Davis anche al primo turno.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 21 settembre 2006, 17:59 
Non connesso
Peso Medio
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 23:26
Messaggi: 1819
Località: Roma
Quanto mi piacerebbe vederlo (vederlo per modo di dire visto che non saprei che tv guardare :oops:) giocare SEMPRE in coppa davis... e non solo per lo spareggio

_________________
(There's a heartbeat
And it never really died)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 21 settembre 2006, 18:37 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
Prima di diventare numero uno , e prima dell'ansia di conservare questa posizione, Federer giocava, e anche con molta intensità la coppa davis: ricordo quando conquistò da solo la terra marocchina quando ancora giocavano Arazi e soci; la vendetta che si prese contro la Francia indoor (giocando anche il doppio con Rosset) per la sconfitta che aveva subito nel 2001, in casa, contro Escudè.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 21 settembre 2006, 18:41 
Non connesso
Peso Medio
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 23:26
Messaggi: 1819
Località: Roma
sì, lo so anche se non lo seguo dal 2001 (avendo conosciuto il tennis dopo), parlavo soltanto dell'abitudine degli ultimi anni... lo convincerò a giocare sempre 8)

_________________
(There's a heartbeat
And it never really died)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 21 settembre 2006, 19:22 
Mi piacque un tuo post durante gli US open, Ale, in cui accennavi, prima dei quarti di finale, a "federer contro l' Artur ashe stadium" in occasione della sfida con blake.

Se uno dei tuoi motivi per tifare Federer è l'essere "solo contro tutti" da questo punto di vista te lo appoggio.

Il Mio giocatore si è trovato spesso ad avere contro interi stadi: la semifinale contro il migliore cash mai visto su cemento a NY, la finale di roma 1988 contro perez roldan, il quarto di finale sempre a NY nel 1987 contro Mac con 21.000 spettatori.
e in tutte quelle occasioni il tifo contro mi spingeva a tifare ancora più appassionatamente per lui, ad amarlo assolutamente a gioire molto di più per le vitttorie così ottenute

Eppure Roger non mi pare che riesca neppure ad "avere contro" gli stadi, a creare quell' epos dell' uno contro tutti che avevano appunto lendl o Connors. a me sembra che abbia sempre contro solo la storia, non chi è dall'altra parte della rete o attorno al campo.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 24 settembre 2006, 14:02 
Non connesso
Peso Medio
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 23:26
Messaggi: 1819
Località: Roma
emily ha scritto:
No, altrimenti si farebbe abbracciare da Allegro in coppa Davis anche al primo turno.


Immagine

_________________
(There's a heartbeat
And it never really died)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 25 settembre 2006, 22:10 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
E' gay


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 25 settembre 2006, 22:12 
Non connesso
Peso Medio
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 23:26
Messaggi: 1819
Località: Roma
:mrgreen:

Intanto questo spiegherebbe la scelta di Mirka 8)

_________________
(There's a heartbeat
And it never really died)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 25 settembre 2006, 22:29 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
Come donna dello schermo, però, dovrebbe essere più sexy.
La vedrei meglio nel ruolo della Devota, vedi la novella omonima di David Leavitt

Comunque, anche con i maschietti è fedele, Federer, per aver rifiutato di giocare il doppio con Nadal a Madrid per non tradire Allegro. Non gli si può trovare un difetto :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 6 ottobre 2006, 18:35 
Non connesso
Peso Leggero
Avatar utente

Iscritto il: domenica 5 marzo 2006, 13:56
Messaggi: 849
Ieri sera sono andata ad una cena con delle amiche e una di loro ci ha presentato il fidanzato; parlando del più e del meno è venuto fuori che è un appassionato di tennis così ne abbiamo parlato a lungo, scoprendo di essere stati entrambi degli accesissimi sostenitori di Stefan Edberg. Abbiamo ripercorso la sua carriera attraverso i nostri ricordi personali legati ad una vittoria o una sconfitta poi siamo arrivati a parlare del presente e questo ragazzo ha fatto un’affermazione che mi ha lasciata perplessa: secondo lui chi ha tifato per Edberg nel tennis attuale non può che essere tifoso di Federer, per il suo talento cristallino, l’eleganza dei gesti e la compostezza in campo.
Si è poi lanciato in un’invettiva generale contro i tennisti attuali, in particolare contro Nadal che ha definito la rovina del tennis.
Visto che qui ci sono molti ammiratori di Stefanello sarei curiosa di sapere cosa ne pensate.
Trovate grandi affinità tra Stefan e Roger? Ed il tennis attuale è davvero così disastroso a causa di giocatori come Rafael?

_________________
Il futuro adesso è solo in mano a te, ora guida il tuo destino.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 186 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 13  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010