Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...
Oggi è domenica 18 novembre 2018, 22:49

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: grandi ori per l'Italia a Torino
MessaggioInviato: martedì 21 febbraio 2006, 19:48 
Non connesso
Blessed Soul
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:45
Messaggi: 1467
Località: romagna. un altro mondo possibile
Ori storici per l’Italia a Torino.
Di Mantequilla

Due ori su neve e ghiaccio sono entrati nella storia delle Olimpiadi a Torino.
Valbusa, DiCenta, Piller Cotter e Zorzi, hanno conquistato il terzo oro maschile nella storia dello sci nordico azzurro. Dopo Nones nei 30 km a Grenoble, davanti a Odd Martinsen (il padre di Bennte Skari Martinsen) e Eero Maentyranta, il piccolo gigante di Finlandie, l’altro oro straordinario della staffetta di Lillehammer, è giunto questo.
Vittoria nettissima. Incredibilmente neta. In una disciplina dove gli arrivi in volata sono oggi la norma, i ragazzi hanno fatto il vuoto. Distrutto in senso letterale i quartetti tedesco, svedese, norvegese, russo, finlandese, svizzero. Fa sensazione la debacle dei quartetto norvegese, fuori dal podio. Dopo le prime due frazioni a contenere, Piller Cotter e Zorzi nel pattinato hanno letteralmente fatto il vuoto. Vedere Zorzi nel rettlineo finale andare a recuperare la bandiera e festeggiare il trionfo era uno spettacolo inatteso e grandioso.
Questi ragazzi sapranno regalarci altro. Vedrete nella 50 km a skatting.
Questa sera, il ghiaccio.
Dopo lo storico primo oro della staffetta della velocità, frutto di una superiorità di squadra inattesa, ed il bronzo di Fabris nei 5000 metri, stasera è giunto il primo oro individuale della storia lunghissima della velocità su ghiaccio olimpico.
Paris ha trionfato nei 1500 metri, battendo i maestri americani ed olandesi ed annichilendo i maestri norvegesi.
Una vittoria enorme. Una vittoria la cui portata forse non è abbastanza compresa ancora né dall’Italia intera, né dal vincitore . Lo straordinario Fabris è ora nel Gotha degli immortali di questo sport, assieme a leggende come Oscar Mathisen, Oleg Goncharenko, Ard Schenk ed Eric Eiden.
Due medaglie individuali , oro e bronzo, una d’oro nella staffetta il bottino del ragazzo azzurro fino ad ora. Un bottino, appunto, da grande di tutti i tempi.
Un bottino inatteso. Un bottino da protagonista assoluto di queste olimpiadi. Grazie a nome degli appassionati di tutta Italia.

_________________
mi sono rimasti solo tre neuroni. E non sono neanche d'accordo fra di loro....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 26 febbraio 2006, 13:13 
Non connesso
Peso Medio
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 23:26
Messaggi: 1819
Località: Roma
Grandissimo DiCenta oggi nella 50 km! :shock: :D Oro per Giorgio :D

_________________
(There's a heartbeat
And it never really died)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 26 febbraio 2006, 14:35 
Non connesso
Blessed Soul
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:45
Messaggi: 1467
Località: romagna. un altro mondo possibile
Ecco il secondo oro azzurro maschile di sempre nello sci di fondo.
Giorgio DiCenta ha fatto sua una 50 km tecnica libera, con Mass Start. Partenza tutti assieme.
E' un oro storico. Il secondo , appunto, dopo quello ormai lontano di Franco Nones sui 30 km tc di Grenoble, nel 68.
Mi lascia con sensazioni contrastanti. Gioia per DiCenta jr., ormai Giorgio e non più Junior.
Schiacciato troppo spesso dalla fama della sorella Manuela. Una delle signore del nostro fondo. Oggi voglio nominarle proprio le nostre leggende del fondo.... Donne ..Maria Canins, Manuela Di Centa, Stefania Belmondo, Gabriella Paruzzi, Karin Moroder, Bice Vanzetta... Uomini Franco Nones, Di Centa, Maj, Piller-Cotter, Zorzi, Albarello, Valbusa, Vanzetta, Fauner, Carrara, Puliè, De Florian, Manfroi, Stella....
Di Centa jr sembrava schiacciato perennemente dalla grande ombra che su di lui la sorella proiettava. Non è cosa strana che fratelli e sorelle nel fondo primeggino. i Vanzetta, i De Florian, i Valbusa, tanto per ricordare. Ma Giorgio sembrava proprio soffrire la grande Tigre. Manuela era stata bella e cattiva, grande e chiaccherata, amica e nemica nel mondo del fondo. Giorgio pareva lottare contro una personalità soverchiante. Oggi si è liberato. Bruciato nella 15+15 dai scucchiaruote, oggi non ha sbagliato nulla. Sempre attento, attivo, misurato e finalmente tempista. Singolare che appena arrivato, appena sbocciato come Giorgio, abbia detto di fronte alle telecamere" posso finalmente smettere". Quasi a chiudere una parabola di fatica e di scoramento, col riscatto che vale una carriera.
Ecco . Felicità per Giorgio. Finalmente Giorgio Di Centa.
Fastidio per la gara.
Sono, ormai si è capito, legato al vecchio fondo. Che forse, rassegnamoci, non tornerà più. Ma posso scrivere che queste "similcorseciclistiche" fatte sugli sci, non mi appassionano per nulla? Posso scrivere che la partenza di gruppo ha tolto spettacolarità a tutto , invece che darla? Posso scrivere che sembra vadano a passeggio fino a 2 km dall'arrivo? Posso scrivere che il fondo per velocisti è un insulto tecnico? Il russo secondo (si lo stesso che fregò Piller nella 15+15) chi l'aveva MAI visto in gara?.
Insomma, oro storico, con un protagonista importante, ma in una gara resa obbiettivamente brutta. Chissà se con lo skatting, i succhiaruote, cosa avrebbe mai vinto il cigno bianco Gunde Svan.
Brrrrrrrrrr!!!!!!!!
Gioiamo per DiCenta. E speriamo che riprendano almeno le partenze a cronometro . Sennò ci accorgeremo di parlare di sport troppo diversi.
Una ultima considerazione. Il bronzo di Mikahil Botvinov. Ex russo, ora austriaco. Vecchio e buono in tecnica classica e libera. Forza di braccia da classicista vecchio stampo, vincitore di gran fondo in giro per l'Europa. Si vede l'esperienza derivata dalle partenze di massa nelle, appunto, gran fondo. Senza sprint, terzo. Per lui, considerato finito 10 anni fa, sono contento. Meno per le ombre che girano sulla squadra austriaca di fondo. Speriamo che quello di Botvinov sia un riscatto. Sennò, sarebbe macchiare la carriera di un grande vecchio. Un peccato insomma.ù
Ultimissima, mia personale. Norvegesi assenti. E per me è un colpo. Vedere francesi, Cechi, austriaci, tedeschi alternarsi davanti e mai un norvegese fa male al cuore. Ma ancora più male fa l'assenza dei finnici.
Dopo il repulisti gigantesco fatto in squadra, per le questioni di epo, con Myllyle, Isometsae, Rasanen fuori e squalificati, il fondo finnico è ancora al palo.
Spero si riprenda. Io sono un pò in fondo al cuore sempre tifoso degli atleti biancoazzurri. SUOMI forever.... :wink:

_________________
mi sono rimasti solo tre neuroni. E non sono neanche d'accordo fra di loro....


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010