Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...
Oggi è martedì 23 luglio 2019, 11:15

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 17 marzo 2007, 1:22 
Non connesso
Peso Supermedio

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:35
Messaggi: 2314
Aspetto il tuo post.

Quando avrò un po' più di tempo vi racconterò della nomina di 350 vigili urbani a Reggio Calabria senza che sia stato indetto alcun concorso: il criterio di selezione? La fila.
Avete letto bene, il nostro sindaco (che a me piace pure) ha dichiarato che bisogna riscoprire il valore della fila. :shock: :shock: :shock:
Non si è stati assunti per meriti, studi o curriculum; semplicemente chi è arrivato prima ha goduto.
Ovviamente la vicenda non si è conclusa e adesso si indaga per conoscere i "fortunati", diciamo così.

Credo che gli imbrogli si debbano anche saper fare. :roll:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 17 marzo 2007, 9:53 
Chiesa e Mafia.

Quando a reggere il destino di un paese sono ancora Andreotti e la Montalcini, quando la classe politica ha di media 60 anni, quando l'economia, le cattedre universitarie, l'imprenditoria sono inevitabilmente, eternamente in mano ai soliti vecchi, ai baroni del sessantotto che han preso il posto di quelli che contestavano,non dobbiamo stupirci che vi sia gente ancora convinta che i comunisti mangino i bambini ,nè che siano tagliate le puntate di Dr.House in cui si scherza sulla chiesa.

Siamo fermi agli anni 50',questa la verità. Paurosamente provinciali.
Gente vecchia produce una mentalità vecchia,una arteriosclerosi che investe tutto,che di fatto paralizza ogni cosa

Aria un po' viziata, quella finestra andrebbe spalancata

Non è vero che i giovani non vogliano emergere.
I giovani Non possono emergere,in questo stato di cose.

L'ho scritto su vallettopoli. Scandalizziamoci pure per i tariffari, ma oggi una donna in chiave lavorativa che prospettive ha?

1) Accettare la prima opportunità
2) Sfruttare gli agganci ( essere figlia o nipote di)
3) Sfruttare gli agganci (divenire amica di)
4) Sfruttare gli agganci ( ipotesi estrema ..)

Di qui la disillusione,la noia, la sfiducia, il giocare al ribasso. La mancanza di sogni. La paura a metersi in gioco,un po' in tutto, dal piano affettivo a quello lavorativo. La ,spesso necessaria,fuga all'estero.
Mia sorella è andata all'estero appena ha visto che i famosi incentivi per la ricerca non arrivavano mai . Ha sfruttato le sue conoscenze linguistiche e si è costruita una posizione lavorativa,una vita che in italia non avrebbe potuto realizzare. La sorella di un amico, vero genio dei numeri, vive da anni a Miami ,resasi conto che in Italia le sue qualità non servivano a nulla. Due esempi tra i tanti.

Così i giovani sono scomparsi ,sono stati facilitati a sparire dalla politica, dall'economia, dall'arte,ad accontentarsi del primo buco.
Persino dalle palestre.

Non si fa più cultura in Italia. Non si fanno più bei film, non si scrivono più libri. Si è persa la capacità di sognare,forse.
Così mi ha scritto una di voi in un MP tempo fa. io Concordo con lei.
Non bastano un Romanzo criminale ,diretto comunque da un sessantenne, o un bel libro occasionale,magari anch'esso scritto da un sessantenne, a convincermi che in Italia letteratura e cinema esistano ancora. Siamo fermi all' intellettuale servo,cui si consente di sopravvivere e prosperare solo in funzione di.

Fermi alla Controriforma. Quella controriforma di cui scriveva Indro Montanelli descrivendo l'Italia del 1600-1700,chiamandola giustamente
L'Italia dei secoli morti.
L' Italia degli anni morti sarebbe un giusto motto per questo primo decennio del 2000. In Crisi demografica spaventosa,oltretutto.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 19 marzo 2007, 16:36 
Non connesso
Peso Piuma
Avatar utente

Iscritto il: sabato 15 luglio 2006, 22:15
Messaggi: 629
Località: Caput Mundi
King Ivan ha scritto:
Chiesa e Mafia.

Quando a reggere il destino di un paese sono ancora Andreotti e la Montalcini, quando la classe politica ha di media 60 anni, quando l'economia, le cattedre universitarie, l'imprenditoria sono inevitabilmente, eternamente in mano ai soliti vecchi, ai baroni del sessantotto che han preso il posto di quelli che contestavano,non dobbiamo stupirci che vi sia gente ancora convinta che i comunisti mangino i bambini ,nè che siano tagliate le puntate di Dr.House in cui si scherza sulla chiesa.


Aggiungerei i sindacati amici dei poteri forti (asserviti ai...) e il desolante quadretto è completo.

D'altronde l'unica ciambella di salvataggio sicura, oggi, è il pubblico impiego, per chi non ha Santi in Paradioso. Male, malissimo.

E' tutto sbagliato, è tutto da rifare


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 20 marzo 2007, 11:19 
Non si sogna più. Tranne le piovre di el gato :) .

O si sogna appena per sè stessi. se lo si fa ancora. se vi ci si riesce.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 5 maggio 2007, 16:54 
Non connesso
Peso Paglia

Iscritto il: giovedì 3 maggio 2007, 16:47
Messaggi: 4
In questo paese dove i vecchi guardano con disprezzo i giovani, dimentichi che siam il prodotto delle loro azioni, puoi fare due cose: far bombe o rimboccarti le maniche. Sono del sud, ho vissuto al nord. Tornato a casa perchè, vivere di 3 mesi in tre mesi non mi andava, son tornato a casa senza affidarmi a stipendi. Mi sono messo in proprio, senza un centesimo. Sto vivacchiando nonostante mi abbiano rubato due auto, rubato soldi (parenti di m....). Ci vuole tenacia.
Ciao a tutti gli ex mymag... sugarboy is back!!! E piacere ai nuovi...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 5 maggio 2007, 17:25 
Non connesso
Peso Mediomassimo
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 aprile 2006, 22:02
Messaggi: 4095
Località: Portland, ME
King Ivan ha scritto:
Non si sogna più. Tranne le piovre di el gato :) .


Leggo solo ora. Eh?! :shock:

_________________
A volte, quando si è un grande scrittore, le parole vengono così in fretta che non si fa in tempo a scriverle...
A volte.

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 31 maggio 2007, 9:18 
Durango ha scritto:
[Aggiungerei i sindacati amici dei poteri forti (asserviti ai...) e il desolante quadretto è completo.[/i]


Mirco, viviamo sotto una Dittatura.
No,non sto scherzando.

Non una dittatura prodiana, berlusconiana, di destra o di sinistra (c'è ancora chi è convinto che esistano Comunisti e fascisti,e dopo senti parlare del caso Moro o del 1945 coem fossero realtà attuali, e non eventi accaduti 30 o 60 anni fa..)

La Dittatura di un intero sistema politico immutabile ed irrinnovabile .
Una caratteristica delle dittature è il mancato rinnovamento dei vertici e delle istituzioni, il continuo ripresentarsi delle stesse facce.
L' Italia è un paese dove a 10 anni di distanza si sono ripresentati esattamente gli stessi candidati,due settantenni .
Sarkozy e Royale sono dei bambini a confronti.

A 42 anni,negli USA, Kennedy era l'uomo più potente del mondo..

Dittatura Soft ,certo, ma una situazione che al momento non ha eguali nell' Europa Occidentale. E che dalla politica si è trasposta a tutti gli altri settori della nazione. Difficile dire se è la politica ad essersi uniformata al resto o il contrario.
La classe politica più pagata dell' intero occidente,agevolazioni per tutto, 315 senatori dove gli USA ne hanno 104.

Una Dittatura soft che nel suo soft ha comunque portato alla morte o alla rianimazione sospesa delle attività culturali,del cinema e del teatro ,impossibilitati a parlare di certe cose.
Alla morte del giornalismo (nelle classifiche sulla libertà di stampa mondiale L' Italia viene dietro la Namibia, il Perù, El Salvador).
E' permesso solo scrivere di cazzate ,le cose serie è meglio non toccarle (leggersi La scomparsa delle notizie di Marco Travaglio).

Chi va in piazza a protestare? chi contesta per operai che vivono con 800 euro o pensionati ridotti alla miseria vera e propria (gli stessi che poi votano Silvio perchè guardano solo le sue televisioni?) Si può immaginare in Italia una reazione come quella avvenuta in Francia per i "propositi" di De Villepin ? Chi ha voglia realmente di far le barricate?


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 28 luglio 2007, 2:14 
Non connesso
Peso Supermedio

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:35
Messaggi: 2314
Mi sono fatto un po' di giri nei siti dei centri per l'impiego del nord: Belluno, Treviso, Padova, Bologna, Ferrara, Rovigo, Venezia, Ravenna, Modena, Parma...

:shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock:

Incredibile!

Ci sono offerte di lavoro! :shock: :shock: :shock:

Nel nostro centro per l'impiego la bacheca è sempre vuota e l'ultima volta che ho provato a chiedere novità l'impiegato pubblico mi ha detto che non esce niente e, quel poco che c'è, è già tutto assegnato ai raccomandati di turno!
Mi ha detto francamente di lasciare perdere il Centro per l'impiego.

Sarò anche io un disco rotto perchè ripeto spesso il solito discorso, ma la differenza tra nord e sud è agghiacciante.

Siamo la zavorra dell'Italia. :x :x :x :x

Ah però per fortuna qui abbiamo il mare più bello, più azzurro, il clima mite anche d'inverno, non so cosa sia la nebbia, accendiamo i riscaldamenti solo a gennaio, abbiamo una tradizione culinaria da far invidia... :roll: :roll: :roll:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 12 agosto 2007, 11:23 
LUI: «Dice che le aziende hanno ripreso a cercare laureati. Sembra che a fine 2007 un nuovo assunto su dieci sarà uscito dall'università
LEI: «Uscito come? Disgustato?»
LUI: «Mica tanto, adesso laurearsi in Italia non è più l’incubo di una volta.»
LEI: «Già, in un paio d’anni è fatta, anche se poi ti ritrovi con meno nozioni di cultura generale di una velina.»
LUI: «Per gli standard delle aziende italiane è già troppo: l’intelligenza e la cultura non sono assolutamente richieste.»
LEI: «Meglio nasconderle, chiuderle in un ripostiglio e buttare via la chiave, o ti lasciano al palo.»
LUI: «Un’altra buona notizia è che sembra si sia arrestata la fuga di cervelli all’estero.»
LEI: «Beh, prima o poi doveva succedere: semplicemente non abbiamo più cervelli.»


Top
  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010