Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...
Oggi è martedì 23 luglio 2019, 22:14

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 21 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Film Brasiliano
MessaggioInviato: mercoledì 25 luglio 2007, 22:49 
Non connesso
Peso Supermedio

Iscritto il: domenica 1 aprile 2007, 15:12
Messaggi: 2557
FILM BRASILIANO

King Ivan ha scritto:

*******

....era inseguito dagli uomini di El Cuervo, braccio armato e poco amichevole di alcuni potenti hacenderos le cui Fazendas avevano estensioni pari a quella della Lombardia.
Perchè? perchè in una notte di luna piena, aveva avuto la malaugurata idea di tornarsene alla spiaggia dove vendeva perline e altre più discutibili cose per bersi una Chachaca prima di tornare da Irene che lo aspettava.
E lì, sul bagnasciuga, aveva visto qualcosa che non doveva vedere.
Non c'era stato tempo per salutare Irene, per baciare le sue morbide labbra, Zak aveva solo potuto maledire quel C*zzo di laurea alternativa per la quale era finito lì, e quel tizio di Salò prodigo di consigli che al momento buono si era defilato da tutto e gli aveva anche ciulato dei soldi.
Ora era un uomo in fuga, un cadavere che camminava, perchè El cuervo, a differenza del suo soprannome, non si limitava a spolpare cadaveri. Ne faceva.
Aveva però un Jolly da giocare: fingersi perfettamente quel parente italiano che quel noto chirurgo plastico diceva di non avere mai visto.
Un luogo dove forse non lo avrebbero cercato.
Un gioco rischioso, ma anche l'unico. Sapeva alcune cose di raf,diverse, da quelle chiacchierate via internet alle quali aggrapparsi ora poteva essere questione di vita e morte.
La vita è strana,pensò Zak, mentre per assomigliare a raffa si metteva delle lenti a contatto che aveva rubato, nella sua incessante fuga, in un appartamento di Porto Alegre...
*******


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 25 luglio 2007, 22:50 
Non connesso
Peso Supermedio

Iscritto il: domenica 1 aprile 2007, 15:12
Messaggi: 2557
FILM BRASILIANO PARTE SECONDA


King Ivan ha scritto:
*************

Si appoggiò all'albero e vomitò.
Non aveva mai ucciso prima.
Pregò tra sè di non doverlo fare mai più.
L'orribile ghigno di jefe, che, Zak non poteva saperlo, era dovuto ad una pallottola alla mascella che aveva congelato il suo viso in quella specie di sorriso, era lì che sembrava fissarlo,la punta del Chuchillo visibile al di sopra delle costole.
Si sforzo di non vederlo, di non pensarci.
Rimase a terra un'eternità,come se tutta la stanchezza della fuga gli fosse piombata addosso in quel momento, ora che si era sbarazzato di quella belva che lo braccava da giorni.
Poi lentamente si sollevò,si appoggiò al tronco, si sentì in forze per bere un po' d'acqua.
Era ormai sera.
Aprì lo zaino del jefe. Gli interessevano i viveri. Carne secca, cibo in scatola, cioccolata, banane,alcuen razioni d'emergenza. Acqua, caffè in termos . Non trovò alcolici. Jefe doveva avergli addosso,si disse, ma stava ancora male al pensiero di metter le mani sul cadavere.
Non esattamente Bruce willis, penso tra sè.
Mangiò con avidità un paio di scatolette di carne. Trovò solo forchette in plastica. per qualche strano motivo, Jefe doveva detestare il sapore dell'alluminio.Mangiò e bevve con calma, dopo una infinità di tempo, poi pensò alle mosse future.
C'era qualcosa, in certe parole dettegli dal killer, in quello sguardo pocp prima di morire...sembrava lo sguardo di un uomo sicuro di essere vendicato.
Controllò nello zaino. Cartine geografiche molto accurate della zona, con segnate le sabbie mobili che erano a 500 metri da lì. L'uscita dalla foresta non distava più di una decina di Km andando verso ovest. per di più un tragitto da fare con acqua e viveri.
Tombola.
A fianco delle cartine, razzi di segnalazione, foto di altri uomini armati ed ancora cartine, quattro cartine, e su ognuna delle quali vi era scritto il nome di un uomo delle foto. Non erano più lontani da lui di quanto lo fosse stato Jefè la notte prima.
Merda . Picchiò i pugni per terra,maledicendosi per non averlo capito prima. Non gli avevano mandato dietro un uomo solo. Ovvio.
Erano professionisti, gente che sicuramente sapeva già tutto di lui.
Dovevano avere già interrogato Irene, il Vecchio e Toninho.
Rabbrividì pensando a cosa potevano avergli fatto. Toninho forse no, forse non lo avevano picchiato, suo zio, a quel poco che aveva capito, era un nome che contava in certi giri della città,anche se questa pareva gente che se ne fregava delle ombre sui muri...
Ma Irene...gli veniva da piangere, si maledisse una volta di più per essere tornato alla spiaggia quella sera, mettendo così in pericolo lei, suo padre, e, chissà, forse anche i suoi genitori in Italia..
Calma. Rifletti. forse c'è un modo per convincerli che l'uomo che cercano non ha più ragione di essere cercato.
Jefe e lui,pensò, avevano all'incirca la stessa corporatura. Il Morto era più muscoloso e leggermente più basso, ma gli abiti potevano adattarsigli.
Aveva un disperato bisogno di abiti nuovi. E anche di un Bagno, pensò tra se.
forse c'è un modo per convincerli che l'uomo che cercano non ha più ragione di essere cercato,si ripetè.Si sentiva incredibilmente lucido.
Le sabbie mobili. Le sabbie mobili.
**********



Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 25 luglio 2007, 22:51 
Non connesso
Peso Supermedio

Iscritto il: domenica 1 aprile 2007, 15:12
Messaggi: 2557
FILM BRASILIANO PARTE TERZA

King Ivan ha scritto:
**********

Un Corpo morto pesa molto,molto di più da trasportare, da spostare da un luogo all'altro di un corpo vivo.
Un pensiero banale, una verità inconfutabile, ma alla quale Zak non smetteva di pensare mentre faticosamente trascinava il corpo di Jefe lungo quei 500 metri che lo separavano dalle sabbie mobili.
Aveva raccolto ed ordinato in uno zaino parte dell'equippaggiamento del morto,tra cui aveva trovato anche una videocamera.
Voleva servirsene per filmare la sua morte?
Come uno snuff movie, pensò Zak.
Magari,anzi sicuramente, avrebbe mostrato il filmino ai suoi compadres,e avrebbero riso ,magari , mentre vedevano jefe portare la sua testa mozzata, prova della sua morte, del suo cessare di essere un problema, davanti alla videocamera....
Magari sarebbe finito in rete, quel video, o in qualche circuito destinato agli amanti dell'estremo. Rabbrividì a quei pensieri.
Non l'aveva presa con se, si era limitato a vestiti,farmaci e pomate antiinsetti, alle cartine e ai viveri.
Gli abiti di jefe erano decisamente, stranamente puliti, mentre i suoi facevano schifo. Non si lavava da quattro giorni.
Aveva pensato di bruciarli,poi il terrore che qualcuno vedesse dei bagliori, delle fiamme, lo aveva convinto a metterli addosso al morto. Poi. con lo zaino a tracolla, aveva cominciato a trascinare il cadavere.
Poi,sarebbe tornato indietro a cancellare le tracce, il che gli avrebbe fatto,almeno sperava, guadagnare del tempo, visto che non c'era aria di pioggia.
Ad un certo punto si sentì stanchissimo, quasi sul punto di svenire.
Si sedette, e senza una ragione scoppiò a ridere.
Una risata terribile, di quelle che scuotono i nervi di chi le sente.
Sto diventando pazzo,sto diventando pazzo.Due anni fa a quest'ora dov'ero? a giocare a tennis, studiare, flirtare? Adesso In una specie di foresta a trascinare un cadavere che mi ride in faccia.
Altre risate, che parevano più singhiozzi.
Si riprese. Doveva muoversi ,tutto doveva essere finito prima dell'alba.
Fissò le pietre ai margini del sentiero,ed iniziò a pensare che doveva fare tutto per arrivare a quella successiva. E giunto a quella dopo,concentrarsi sulla prossima.
Ogni pietra era come un 15 a tennis,si disse. 4 pietre, un game. 24,un set.
Continuò così finchè giunse sul terreno paludoso .
Crollò di nuovo a terra. Doveva mangiare qualcosa,la fame arretrata si faceva sentire. L'adrenalina lo manteneva attivo, cosciente, vigile d agiorni, ma il suo fisico chiedeva disperatamente energia.
Mentre mangiava carne ed una confezione di ananas in scatola,pensò al da farsi. Avrebbe fatto scivolare il corpo di jefe nelle sabbie mobili servendosi di alcuni rami,e poi sarebbe tornato indietro a cancellare le tracce.
Non era ancora arrivato a metà di questi pensieri che crollò in un sonno di piombo.

Si svegliò in piena notte,qualche ora dopo, e capì cosa lo aveva svegliato.
Pioggia.
Tanto meglio, non c'era più bisogno di tornare indietro per la storia delle tracce. Mangiò ancora dei biscotti secchi ,si coprì con un Kiway in fretta e lentamente, dolcemente fece scivolare il cadavere nella palude.
Avrebbe voluto fermarsi a vederlo scomparire, ma si disse che le ore perse nel sonno potevano essere già state troppe,e comunque in breve tempo nulla sarebbe rimasto.
Con lo zaino a tracolla, prese ad avanzare verso est. L' Est.

**************


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 25 luglio 2007, 22:52 
Non connesso
Peso Supermedio

Iscritto il: domenica 1 aprile 2007, 15:12
Messaggi: 2557
Per la quarta parte gradirei cominciare un viaggio senza meta con una misteriosa sconosciuta di nome Maria.

Si, trasformiamolo in un road movie :D :D :D !!!!!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 25 luglio 2007, 23:13 
Non connesso
Peso Mediomassimo
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 15:34
Messaggi: 3300
Località: Firenze
zakketiello ha scritto:
Per la quarta parte gradirei cominciare un viaggio senza meta con una misteriosa sconosciuta di nome Maria.

Si, trasformiamolo in un road movie :D :D :D !!!!!!



Maria è con me in Marocco, vai pure con Caroline :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 26 luglio 2007, 2:26 
Non connesso
Peso Mediomassimo
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 aprile 2006, 22:02
Messaggi: 4095
Località: Portland, ME
Non per tirare acqua al mio mulino, ma tutto ciò non stava bene nel forum Le Parole per Dirlo --> Jake e altri racconti?

_________________
A volte, quando si è un grande scrittore, le parole vengono così in fretta che non si fa in tempo a scriverle...
A volte.

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 26 luglio 2007, 10:59 
Non connesso
Peso Mediomassimo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 9 giugno 2006, 20:24
Messaggi: 3062
Località: prov di Napoli
:roll:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 26 luglio 2007, 12:49 
zakketiello ha scritto:
Per la quarta parte gradirei cominciare un viaggio senza meta con una misteriosa sconosciuta di nome Maria.

Si, trasformiamolo in un road movie :D :D :D !!!!!!


perchè,dalle spiaggie all'entroterra che cosa è, Marocco? 8)


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 26 luglio 2007, 13:51 
Non connesso
Peso Supermedio

Iscritto il: domenica 1 aprile 2007, 15:12
Messaggi: 2557
gambit84 ha scritto:
:roll:



:o :o :o :o :o


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 26 luglio 2007, 13:55 
Non connesso
Peso Supermedio

Iscritto il: domenica 1 aprile 2007, 15:12
Messaggi: 2557
El Gato ha scritto:
Non per tirare acqua al mio mulino, ma tutto ciò non stava bene nel forum Le Parole per Dirlo --> Jake e altri racconti?


sorry, non lo conoscevo proprio quel topic :oops: :oops:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 26 luglio 2007, 14:08 
Non connesso
Peso Mediomassimo
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 aprile 2006, 22:02
Messaggi: 4095
Località: Portland, ME
Vabbè, se vorrà lo posterà anche lì a "sceneggiatura" ultimata :wink:

_________________
A volte, quando si è un grande scrittore, le parole vengono così in fretta che non si fa in tempo a scriverle...
A volte.

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 26 luglio 2007, 14:44 
ti informo che la sceneggiatura è Lynchiana,ovvero, non saprai nè il giorno nè l'ora.. :P

al momento la posto in Kitchen, perchè così ha più lettori :lol: :lol: :lol:

poi,penso abbia ragione Gateau 8)


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 26 luglio 2007, 21:03 
Non connesso
Peso Supermedio

Iscritto il: domenica 1 aprile 2007, 15:12
Messaggi: 2557
FILM BRASILIANO PARTE QUARTA

King Ivan ha scritto:
*********

Le Lauree non servono a nulla.
No, non nel senso che intendete voi. Possono servire a trovare un lavoro,a pensare di avere conquistato qualcosa, ad essere schiavizzati perchè "bisogna fare esperienza" ,se si è fortunati od abili ad andare a fare un Master di specializzazione alla Stanford University.
Non servono a nulla da un punto di vista pratico, e a volte ci si trova in situazioni in cui servirebbero quelle a cui mai avresti pensato.
Zak non aveva studiato Meccanica dei suoli, e quindi non sapeva, non poteva sapere, che la storia secondo la quale le sabbie mobili inghiottano completamente il corpo di una persona non è che una balla, una leggenda metropolitana tanto cara a film e fumetti.
Le sabbie mobili sono composte da sabbia mescolata con acqua al punto tale che la frizione tra i granelli della sabbia è annullata, impedendo al composto di sostenere un peso. Figurarsi il peso di una persona, che può essere assorbito solo parzialmente.
Ecco perchè ,nel pieno del sole del mezzogiorno, la testa di El jefe ,la mascella fissa in quell'eterno,orrido sorriso, continuava a spuntare fuori dalla palude, osservata da quattro uomini disposti in semicerchio, a ragguardevole distanza di sicurezza.
El Cuervo e i suoi tre sottoposti.

-Storia chiara,no? Una voce secca, pulita, senza accento.
Silenzio assenso.
Cuervo cominciò a camminare attorno alla palude,in parte con l'aria del maestro di scuola che vuole dire qualcosa ai suoi alunni, in parte per sfuggire agli insetti che richiamati dal cadavere iniziavano a sciamare sempre più numerosi.
-Cosa ci dice, questo, del nostro uomo?
Silenzio.
Poi parlò Beckhy:
-Che è un cretino, che conosce poco o nulla dell'interno del paese.
-Sì. Un punto a nostro favore,vero. Non però così cretino da tentare uno scambio di persona pensando che abboccassimo. Ha lasciato in giro un bel po' delle cose di jefe. E si è messo solo quando è stato sicuro che la pioggia cancellasse le sue tracce. Ma non ne abbiamo bisogno. Sicuramente sta muovendosi verso est,e possiamo anche prevedere dove uscirà. Farà dei tentativi per depistarci,ai quali non abboccheremo. Fosse stato un Furbo Vero non avrebbe rubato le cartine geografiche così che ce ne accorgessimo, ma si sarebbe limitato a copiarne l'essenziale da qualche parte e a lasciarle lì.
Fissò il cadavere.
-Se ci avessi lasciato usare l'elicottero, quel figlio di puttana sarebbe già uno scheletro, disse Justinho.
Cuervo si spostò, e con passi lenti e misurati si mise davanti al Paulista. Cuervo, a quanto si sapeva ,non aveva mai picchiato uno dei suoi uomini. Non ce n'era mai stato bisogno.
E nessuno dei suoi uomini si era mai sentito in dovere di chiedergli perchè un brasiliano avesse un soprannome in lingua spagnola.
-Ti Sei fatto una Sega stanotte, Justinho?
Avresti dovuto,sai? almeno avresti un'espressione un po' più sveglia,e forse anche il tuo cervello funzionerebbe meglio,invece di sembrare merda.
Si voltò.
-E' stato ucciso un turista occidentale, sulla spiaggia. E un turista importante, non un coglione qualsiasi.Anzi, ben più di un turista qui per bere e scopare. Di polvere ne è già stata sollevata troppa, nonostante i nostri "amici". Ci mancava appena di metterci a fare i Safari, con bombe e lanciafiamme,per attirare ulteriormente l'attenzione.
Riprese a camminare,lo sguardo fermo sul cadavere già pieno di insetti.
Si vedeva chiaramente spuntare la punta della lama di El jefe.
Una bella lama, pensò tra se. Peccato non poterla riprendere, e che fosse destinata a sparire in una merdosa palude.
- E' un cretino,sì, e questo ci può essere d'aiuto. E il punto a sfavore quale è?
Silenzio prolungato.
-Che è un cretino, Ripetè.E quindi pericoloso.Perchè?Perchè li sottovaluti, e sottovalutare cose e persone è un errore che può essere fatale.
Beckhy,cosa ci han detto i nostri amici su questo zak?
-Che a Napoli trascorresse ore a giocare a tennis, navigare via internet, organizzare concorsi..
-Curioso. Sorrise.
-Incredibile che Jefe si sia fatto fottere da uno così,intervenne Reno.
-Jefe aveva un difetto,disse Cuervo. Snobbava le sue vittime, si divertiva un po' troppo a fare il gatto col topo,specie con tipi come questo qui. E stavolta gli è andata storta. Peccato, ci sapeva fare.
-Trattamento speciale, quando lo becchiamo?
Gli occhi blu metallici di Reno ebbero quasi una scossa di eccitazione, mentre parlava.
Reno, figlio di un disertore dell'esercito americano e di una prostituta de luxo ,era un sadico.
-No. Non so. Quel tipo mi interessa, te l'ho detto. Mi interessa come si stia dando da fare per sopravvivere..
-Come ci regoliamo?
-Lasciamolo andare. Diamogli la sensazione di avercela fatta,o quasi. Di essere inseguito da una persona sola anzichè da quattro.
E'inesperto, come hai detto tu, e gli inesperti sbagliano più facilmente quando hanno meno pressione addosso. Prima o poi farà una cazzata,e conterà essere lì a sfruttarla.
Io,Justinho e Reno ci spostiamo ad est,dove al 99% quel tizio si farà rivedere tra qualche giorno.
Beckhy,tu lo seguirai . Informaci se ci fosse qualche strano cambiamento di programma. Se ti cade tra le braccia,divertiti pure,a senza esagerare.
Mi occorre vivo.
Beckhy assentì, la maglia rossa del manchester tirata sulle braccia muscolose, in bocca una di quelle cicche giganti che aveva visto masticare a Ferguson in televisione.

Si spostarono.Si annunciava una giornata calda.venne accesa una radio
El Cuervo :
-Justinho, prendi il lanciafiamme.Brucia quel figlio di puttana là in mezzo.
Indicò jefe
-Meglio così che mangiato da quelle schifezze.
-Non sia mai che possa spaventare i meninos che passino di qui, aggiunse Reno.
Scoppiarono a ridere tutti.
Pareva sorridere,naturalmente, anche El Jefe.
Continuò a farlo anche dopo aver ricevuto in pieno volto la vampata delle fiamme.
Flames to dust fece da appropriata colonna sonora al suo rogo funebre.

***********


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 26 luglio 2007, 21:04 
Non connesso
Peso Supermedio

Iscritto il: domenica 1 aprile 2007, 15:12
Messaggi: 2557
ma andare dalla polizia no eh :oops: :oops: :oops:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 26 luglio 2007, 21:07 
come no. Specie in mezzo ad una foresta,quando prima non ti eri mai mosso dalla spiaggia.. 8)


Top
  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 21 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010