Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...
Oggi è martedì 16 luglio 2019, 4:41

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: giovedì 8 luglio 2010, 18:36 
Non connesso
Stereophonicus Maximus
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 2:44
Messaggi: 3837
Località: eBay.com
ragazzi ho voglia di scrivere: è così tanto che non mi fermo nel forum per più di un quarto d'ora, che quasi non ricordo quando è stata l'ultima volta
per me è un periodo un po' nero, ma non scrivo per soffermarmi su questo; piuttosto per svagarmi un po' e anche per risentire alcune delle voci amiche che ho qui dentro
avete presente quando nella vita arriva uno di quei momenti in cui bisogna sfasciare tutto e ricominciare da capo? ecco, sono esattamente a quel punto, col martello in mano e in attesa di menare il primo colpo
però come sempre mi faccio un sacco di domande: il come, il quando e il perchè di ogni cosa mi tormentano; immagino come andrà a finire: per l'ennesima volta cambierò lavoro ragazza abitudini orari, forse vestiti; forse tornerò a casa da mio padre, forse starò in sciopero mentale per qualche mese, o magari salterò da una cosa all'altra in 36 ore, o qualche treccia bionda mi ipnotizzerà di nuovo, cosa non impossibile visti i precedenti
ma ho anche il sospetto, e qui vengo al dunque, che, come spesso accade, la necessità mi metterà fretta, e lavoro abitudini orari vestiti (non trecce bionde, quelle no, al cuor non si comanda) e comunque chissà cos'altro, saranno quelle che passerà il convento, e non invece qualcosa di veramente adatto a me; è ben vero che nel 2010 è obbligatorio sapersi adeguare alle circostanze, ma non sarebbe male ogni tanto riuscire a occuparsi con qualcosa di realmente stimolante, o quantomeno rispondente alle proprie attitudini
e quindi vi chiedo: il vostro lavoro vi piace? e cosa fareste in alternativa? cosa vi darebbe più soddisfazione? e poi: è fisiologico ogni tanto aver bisogno di ricominciare? o sarebbe meglio darsi una calmata?
se ne avete voglia dite la vostra, poi stasera vi leggo; adesso ho scritto tutto in fretta perchè sono in negozio e c'è il solito via vai, ma magari nel frattempo mi vengono in mente altre cose


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: giovedì 8 luglio 2010, 23:49 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:59
Messaggi: 4684
Ciao Doyle.
Comincio dalle tue domande.
Il mio lavoro mi piace, tanto più che ora ne faccio due, quindi il problema alternative non si pone.
Mi darebbe più soddisfazione riuscire a lavorare di più all'estero in determinati paesi, ma in questo il 2010 è stato finora buono.
Si, è fisiologico voler sempre ricominciare, se ti manca questo impulso vuol dire che sei un po' più vecchio, il che non vuol sempre dire saggio.
Per voi più giovani è ancora più difficile in questo paese, ma dovete avere il coraggio di rischiare e non voltarsi indietro. Si voltarono la moglie di Lot e Orfeo, non fu un gran successo mi pare.
Se cambierai lavoro è perché non sei soddisfatto di quello che fai. Se passerà una treccia bionda è perché l'attuale treccia bionda non è la donna della tua vita. Io l'ho trovata a 38 anni, anche a me piacevano le trecce bionde, poi è passata una treccia nera e...
Stai sereno giovane amico.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: venerdì 9 luglio 2010, 9:12 
Non connesso
Stereophonicus Maximus
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 2:44
Messaggi: 3837
Località: eBay.com
grazie Vittorio

è una frase fatta, ma qualcuno ha detto che l'unica costante della vita, in fondo, è il cambiamento, e forse è proprio vero
beato che che fai non una, ma ben due cose che sicuramente ti piacciono: è una fortuna che hanno in pochi, e sicuramente ti sei impegnato molto per ottenere un risultato simile; ieri stavo pensando che per più di un anno ho lavorato come un cane senza ricevere il minimo apprezzamento, e per esempio nel medesimo arco di tempo non ho scritto assolutamente nulla, nè di sport, nè di musica, nè di vicende personali o sciocchezze che mi fanno divertire, ma a me scrivere piace sul serio, e non poterlo fare con continuità mi priva di qualcosa di mio; anche se al giorno d'oggi sembra molto complicato poterlo fare per lavoro, è una direzione che d'ora in poi vorrei quantomeno esplorare


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: venerdì 9 luglio 2010, 11:15 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:59
Messaggi: 4684
Caro Doyle,
il secondo lavoro non l'ho cercato, mi è piovuto addosso grazie alla boxe e a internet. Fra poco uscirà un mio libro sulla boxe, ma sono tutte cose che non ho cercato. Tu sei uno che scrive molto bene, perché non rientri nel gruppo e ci dai una mano? Non toccheremo ciò che scrivi. E chissà mai che...


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: venerdì 9 luglio 2010, 13:25 
Non connesso
Stereophonicus Maximus
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 2:44
Messaggi: 3837
Località: eBay.com
è solo una questione di etica giornalistica: non potrei mai parlare di un evento che non ho osservato con attenzione, o di un disco che ho sentito per cinque minuti, e neanche potrei scopiazzare malamente l'opinione di qualcun altro, come in altri luoghi mi era stato richiesto di fare; finchè non trovo il tempo necessario, non credo di poter fare un buon lavoro, ma se i cambiamenti che auspico arrivassero presto, non perderei un secondo per rientrare nel giro, non avere dubbi


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sabato 10 luglio 2010, 9:06 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
...e quindi uscimmo a riveder le stelle Dante, Inferno, canto XXXIV

Prima di provare a rispondere alle tue domande, permettimi di esprimerti la mia soddisfazione per vederti uscire dal buco nero: così mi eri apparso quando ci comunicasti di una nuova vita che ti avrebbe assorbito, mi pare ti riferissi ad una tabaccheria. Poichè questo tipo di negozio ha risucchiato da tempo miei parenti, ti ho visto preso nello stesso vortice dell'annullamento: per loro il negozio viene prima di tutto, degli affetti, dei figli (che anche se sono ormai grandi hanno comunque bisogno di relazioni), della salute, del tempo libero ecc.. E' un negozio che chiude solo la notte, rimane aperto di domenica, mai un giorno di ferie ecc.Per cosa poi, se chi lo gestisce è oramai da tempo molto benestante?
Vederti scrivere poco mi rattristava. Forse Bonaccorso sopra si riferisce ad una scrittura sulla boxe, io invece sento la mancanza dei tuoi racconti, e mi chiedo se tu ne abbia dentro di te, se hai provato a metterli giù, se il filo delle loro storie ti abbia aiutato a uscire...

Vengo alle tue domande: il mio lavoro mi piace, non ho mai pensato di fare altro; fra due anni dovrei (il condizionale è d'obbligo) andare in pensione e mi diverto ancora, mi sembra di essere io in costante formazione su quello che devo spiegare, e cerco ogni giorno di testimoniare il mio interesse e perchè no? il mio amore per questi adolescenti che mi hanno dato molto, per tante generazioni.
Certo, periodicamente ho sentito il bisogno di cambiare, e non me ne sono mai pentita, ma rimanendo nell'ambito dell'insegnamento: dalle scuole private a quelle pubbliche, dalla Liguria a Milano, da Milano ad un paesino di campagna nell'hinterland in mezzo alla nebbia, dalle medie inferiori alle superiori, in un'altra provincia, e nell'ambito della stessa scuola, dall'indirizzo linguistico a quello sociale, e credo di fare ancora in tempo per vivermi un anno di riforma.Cambiare città è stato l'atout vincente, ancora adesso potrò essere cirtica verso Milano, ma continuerò ad esserle grata di avermi salvato la vita, la penso veramente così, in modo letterale, per quello che ha suscitato dentro di me, per le "occasioni d'amore" che mi ha offerto, direbbe Pasternak.
Anche se comporterà l'inevitabile invecchiamento guardo con curiosità al futuro: faccio progetti di instabilità :) , che di solito fanno i giovani, ma tant'è, sono sempre stata un'alternativa. Penso di concedermi un anno in giro per tornei di tennis, e poi si vedrà, comunque Milano come campo base, un cottage in Bretagna ecc.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sabato 10 luglio 2010, 11:08 
Non connesso
Stereophonicus Maximus
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 2:44
Messaggi: 3837
Località: eBay.com
prof i tuoi interventi mi fanno sempre riflettere, anche se in molti campi abbiamo idee diverse
è tutto vero, la tabaccheria è un lavoro interessante e produttivo, ma è una specie di galera, che fagocita senza pietà tempo ed energie: unisci a questo fatto, già di per sè inquietante, che avevo iniziato l'attività insieme a una ragazza, e che la coppia è scoppiata nel giro di sei mesi, e puoi immaginare in che situazione obbrobriosa mi trovi in questo momento, dato che poi sulla carta il negozio è suo, e io sono una specie di prestatore di lavoro
pur sapendo benissimo che le belle ragazze ottenebrano la ragione, ho fatto lo sbaglio madornale di investire su una persona con cui invece era meglio passare solo del tempo libero insieme, e fermarsi lì, alle cose facili, e adesso sto pagando la mia leggerezza a caro prezzo
quindi la soluzione è una sola: sfasciare tutto e ricominciare daccapo, provando, se fosse possibile, a non emarginare parti di me stesso


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sabato 10 luglio 2010, 13:27 
Non connesso
Stereophonicus Maximus
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 2:44
Messaggi: 3837
Località: eBay.com
e prof in quanto ai racconti, quelli mancano a me soprattutto, per quanto sciocchi fossero


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sabato 10 luglio 2010, 18:38 
Non connesso
Peso Mediomassimo
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 aprile 2006, 22:02
Messaggi: 4095
Località: Portland, ME
Doyle, io in passato mi sono buttato per alcuni mesi in un lavoro che mi risucchiava tutto il tempo e mi spremeva di tutte le mie energie...però avevo bisogno di "depurarmi" e allontanare le preoccupazioni, almeno per un po'...aveva una funzione catartica. Se tu le preoccupazioni ce l'hai proprio a lavoro, allora a maggior ragione, chi te lo fa fare? Fai bene a cercare di cambiare, il cambiamento è vitale e ti salva dall'apatia.
E poi sì, dovresti scrivere. Per lavoro, per piacere, scazzo...qualsiasi motivo è buono. Dei tanti wannabe che ho incontrato, e su internet, ovviamente, è facile trovarne, sei uno dei migliori che mi sia mai capitato di leggere.
Tra l'altro è vero che in tanti casi ci si deve adeguare, ma con un po' di fantasia si trovano anche dei compromessi interessanti: io ho sfruttato l'insonnia da stress per fare il portiere di notte per qualche mese, e il tempo libero nelle più buje ore della notte per scrivere tanto come mai avevo fatto.
Era una soluzione temporanea ma mi ha soddisfatto, molto più di tante decisioni più logiche e razionali che mi ero ritrovato a prendere prima e dopo quella parentesi e che non hanno mai portato a niente.
Quindi il mio consiglio è di seguire l'istinto perché sei una persona originale e brillante, e di mantenere il punto di vista (auto)ironico che traspira dai post e dai racconti, perché secondo me è la chiave per affrontare le situazioni più assurde e venirne a capo.

_________________
A volte, quando si è un grande scrittore, le parole vengono così in fretta che non si fa in tempo a scriverle...
A volte.

Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sabato 10 luglio 2010, 19:19 
Non connesso
Stereophonicus Maximus
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 2:44
Messaggi: 3837
Località: eBay.com
ecco cosa intendevo per "voci amiche" :mrgreen:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: domenica 11 luglio 2010, 0:11 
Non connesso
Peso Paglia

Iscritto il: mercoledì 18 febbraio 2009, 20:50
Messaggi: 76
Pensa che in un momento di sconforto - dove anch'io non capivo più quali strade seguire, incominciando a dubitare delle mie passioni di sempre e della mia carriera universitaria: mi chiedevo se fosse il caso di smettere l'università dal momento che non mi dava alcun tipo di soddisfazione se non il numeretto del libretto - mi ha dato molta serenità leggere un tuo post mi pare nella kitchen, in cui raccontavi che finalmente eri riuscito, dopo tante difficoltà e burocrazia, ad aprire una tabaccheria, tanto da immaginarmi anch'io dietro a un banco delle sigarette cercando di capire se potesse fare per me un lavoro del genere, ti associavo al padrone della tabaccheria della bellissima poesia di Pessoa, non so se la conosci, e mi tra me e me mi chiedevo se mi sarebbe potuto capitare di comprare un pacchetto di Chesterfield da te se fossi capitato per un motivo o l'altro dalle tue parti...E mi ha fatto un po' sobbalzare questo intervento ricordando quel benessere che avevo ricavato dalla lettura del tuo post.

Anch'io da quel momento buio (durato più o meno 2/3 mesi) a oggi non riesco a scrivere più un racconto, conta che l'ultimo risale a due anni fa, e anche se ne sono uscito non posso ritenermi soddisfatto delle scelte che ho deciso di portare avanti. Ma credo sia un limbo, e la ripresa è comunque molto graduale. In attesa di riuscire a vivere al meglio il lavoro, la vita affettiva, i miei interessi trovo soddisfazione nelle piccole cose quotidiane: aiutare conoscenti che hanno la maturità e vederli coinvolti nelle mie spiegazioni (rievocando anche le lezioni di Emily) e sentire di aver fatto un buon lavoro quando uno di loro trovandolo al bar a festeggiare mi ringrazia perché avendo l'opportunità di una domanda a scelta parla di Verga perché si sentiva molto sicuro dopo la piccola lezione che gli ho tenuto; oppure quando scopro che un quotidiano online pubblica un mio vecchio racconto; o se riesce bene una festa a casa mia...poi sono convinto che a tempo debito compenserò i periodi di incertezza e di smarrimento con altrettanti di gioia e soddisfazione


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: domenica 11 luglio 2010, 13:39 
Non connesso
Stereophonicus Maximus
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 2:44
Messaggi: 3837
Località: eBay.com
le esperienze che uno ha, i guai che passa nella vita, fanno indubbiamente cambiare prospettive: anch'io credevo di poter stare abbastanza tranquillo, anzi se devo essere onesto, mi sentivo in una botte di ferro, sia dal punto di vista affettivo, sia da quello economico, mentre adesso nel giro di pochi mesi mi trovo in difficoltà da entrambi i lati
e poi, dettaglio non trascurabile, avevo appunto delle convinzioni, forse un po' ingenue, su quanto la felicità e il benessere aumentino di grado se conseguiti in due, e quindi condivisi; parlo di ingenuità perchè il rovescio della medaglia di quest'idea è che poi si finisce per appoggiarsi troppo su di un'altra persona, e se questa viene a mancare, o semplicemente non rispetta gli impegni, improvvisamente tutto crolla come un castello di carte
quindi un fatto di cui resto profondamente convinto, rischia di diventare un disvalore, tanto da farmi pensare che per non avere problemi nella vita ci si debba sistemare assolutamente da soli, senza caricare altre persone di responsabilità e impegni che poi potrebbero essere disattesi; mi sono accorto che basta un ripensamento, un piccolo malessere, un momento di sconforto per mandare a monte un progetto anche importante, ma a questo punto credo che ripensamenti e malesseri debbano essere solo miei: solo io devo poter mettere la mia vita sottosopra
non è facile, ma sono ancora in tempo, ci devo provare


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: martedì 13 luglio 2010, 17:27 
Non connesso
Stereophonicus Maximus
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 2:44
Messaggi: 3837
Località: eBay.com
lettera di dimissioni scritta e spedita
raga' che strana sensazione, sono ufficialmente disoccupato :shock: :shock:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mercoledì 14 luglio 2010, 6:35 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
Disoccupato ma libero :wink:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: domenica 25 luglio 2010, 17:27 
Non connesso
Peso Superleggero

Iscritto il: domenica 23 settembre 2007, 20:31
Messaggi: 941
Località: Versilia
Per quanto mi riguarda sono un tipo abbastanza prevedibile, metodico, ma mi sono trovato a vivere cambiamenti anche giganteschi e tante volte mi sono trovato perso e spaventato.
Fino a poco tempo fa, quando ho iniziato una seria riflessione su quanto ho affrontato negli anni e si come ho reagito, ho sempre pensato di aver subito gli eventi esterni e di essermi adattato alle situazioni.
Poi ho capito che non è andata così, molte volte di fronte ad una scelta sono io che ho determinato la strada basandomi su quello che in quel momento era il mio sistema di valori; lì per lì ho spesso pensato di aver sbagliato tutto, poi , non sempre, dopo qualche giro arzigogolato, mi sono reso conto che avevo fatto proprio bene.
Pensa che proprio in un momento in cui non c'erano fattori esterni di cambiamento e la mia vita avrebbe dovuto essere prevedibile e rilassata sono andato in crisi, di lì la scintilla per una riflessione.
Proprio questa settimana mi trovo ad affrontare sul lavoro (un ente locale) una situazione imprevedibile, secondo me ingiusta, nella quale dovrò fare scelte e adottare comportamenti che potrebbero pregiudicare un po' di cose nel futuro.
Tante cose saranno in gioco: coerenza, correttezza, soldi e ruoli, vedremo.
L'unica cosa di cui sarò sicuro sono le motivazioni "vigenti" al momento della decisione, gli esiti si affronteranno nel bene e nel male.
Infine, per quanto riguarda il vivere "soli" o in due (o più), non credo esistano ricette, di sicuro non esiste che uno schiaffo, forte quanto vuoi, impedisca di ributtarsi a corpo morto in un'altra relazione e quando dico a corpo morto intendo fare progetti anche a lungo termine con un altro senza mettere e porsi dei limiti.
Ti ho letto tante volte sul forum e hai tanto da dire e da dare.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010