Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...
Oggi è martedì 20 agosto 2019, 11:48

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: She's got the look!
MessaggioInviato: martedì 18 luglio 2006, 20:53 
Non connesso
Stereophonicus Maximus
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 2:44
Messaggi: 3837
Località: eBay.com
per chi è cresciuto negli anni ’80 come me,l’ultima decade ha registrato una delle più grandi rivoluzioni che si siano mai viste nell’abbigliamento femminile,talmente grande da riflettersi anche dal punto di vista sociale,soprattutto nelle fasce più giovani;probabilmente è stato il più rumoroso terremoto dall’introduzione delle classi scolastiche miste
esagero? mettetevi nei miei panni:io sono nato nel 1975 in una città un po’ refrattaria ai cambiamenti,e quando sono giunto all’età in cui si smette con i videogiochi e gli ormoni iniziano a prendere il sopravvento,la femminilità era pressochè bandita fra le tredicenni;erano i deprecabili anni delle Timberland,dei jeans Levi’s informi e degli orribili Moncler gialli,indossati da maschi e femmine indifferentemente:gli adolescenti erano un piccolo uniforme esercito in giubbetto di salvataggio e scarpone,insomma vinceva l’unisex e neppure le più belle osavano una gonna o un vestitino
in quanto alla biancheria intima,non ci si muoveva dalla mutandone della nonna neppure a parlarne,e comunque le suddette (le mutande,non le nonne) restavano ben nascoste alla vista salvo favorevoli e rarissime eccezioni
sul capitolo spiaggia meglio sorvolare:costume olimpionico per tutte,e pance bianche di conseguenza;sguardi velenosi erano riservati ai pochi,castissimi due pezzi (“guarda che zoccola”),e ulteriori trasgressioni erano permesse solo a vecchie signore tedesche clienti fisse del prestigioso hotel “Des Bains”;intanto su Videomusic imperversavano Bon Jovi,il leccatissimo Nick Kamen e i Guns’ n Roses con chitarre fracassone,chiome leonine e testi volgarotti,che in media non capivamo,e le ragazze sognavano quelli e lasciavano noi (quasi) all’asciutto
passati al liceo le novità non furono molte:la moda proponeva orribili giacche con spalline da football americano e improponibili ciuffi laccati:basta guardare qualche vecchia puntata di “Beautiful” per accorgersene;sui reggiseni delle più raffinate ammiccava qualche pizzo,ma tutt’altro che attraente,a meno che non si consideri sexy sembrare un abat-jour;la sostanza rimane che le ragazze erano coperte fino al collo,e la mattinata scolastica continuava a non avere nessuna attrattiva
La TV ancora non era abbastanza d'aiuto:impazzavano “Beverly Hills” e i REM,e la scena in cui Dylan e Brenda si baciano nella decappottabile con “Losing my religion” in sottofondo è da campionato mondiale dell’industria mainstream;a dire la verità,impazzava anche il pruriginoso “Non è la Rai”,in cui una cinquantina di lolite (con immancabile tragica banana laccata) sculettavano per un paio d’ore alla faccia del subbuglio ormonale e per il piacere di Gianni Boncompagni che se ne stava lì ad ammirare le sue creature
anche Vasco Rossi avrà qualcosa da dire sull’argomento
dalla seconda metà degli anni ’90 qualcosa misteriosamente inizia a muoversi,proprio in concomitanza,me disgraziato,della mia uscita definitiva dal virtuoso circuito scuola-università;come se un fotografo nascosto avesse chiesto “un po’ più sexy per piacere”,qualche capo di abbigliamento che di norma si vedeva solo in discoteca fa capolino anche all’ora dell’aperitivo:giovani e tardone iniziano a frequentare corsi di salsa e merengue piroettando su pericolosi tacchi,in TV fa faville “Melrose Place”,uno spin-off di “Beverly Hills”decisamente più osè,e la Herzigova ammicca da enormi cartelloni pubblicitari strizzata nel push-up di recente invenzione;di conseguenza,aumentano i tamponamenti sul raccordo Venezia Mestre e la mia ragazza dell’epoca sembra avere improvvisamente una circonferenza toracica che non si può giocare al Lotto
non so quale sia stato il colpo decisivo:il Grande Fratello,i videoclip dei rapper americani con le morettone seminude o i calendari sempre più sofisticati,o la globalizzazione internettiana,fatto sta che quantomeno dal 2000 in poi le donne hanno scelto di puntare sul loro aspetto come forse mai nella storia;non solo alla Tv,sui giornali e sugli schermi LCD,ma anche in treno,in autobus,in ufficio e nelle scuole,il maschio moderno sta conoscendo un nuovo Eden paraerotico,un tourbillon di glutei scoperti,jeans fascianti e dalla vita bassissima,ombelichi (spesso forati) e decolletè in bella mostra,tatuaggi in zone un tempo off-limits e scarpe da rivista bondage\sadomaso
e un punto fondamentale,e sconcertante allo stesso tempo,è che questa tremenda spallata ai limiti della decenza ha trovato l’incondizionato favore non solo delle ultime generazioni,come sarebbe ovvio,ma anche delle donne meno giovani che,forse per ovviare alla concorrenza,o forse semplicemente ben felici di potersi finalmente mostrare,si sono in gran parte rapidamente adattate alla nuova tendenza;e così,perfino delle stesse mie coetanee,le monache Clarisse che al liceo non mostravano un centimetro di pelle,adesso posso sapere la marca degli slip senza neanche scambiare una parola:com’è cambiato il mondo! nel 1996 quasi nessuno avrebbe regalato alla propria ragazza un completo intimo:troppo imbarazzante entrare in quei negozi,con tutti poster di tizie mezze nude;e anche trovando il coraggio (io tutto sommato avevo una sufficiente faccia tosta,e ce l’ho ancora per la cronaca,mi facevo regalare anche un poster),poi se il “coso” era troppo sexy ci voleva un mese di preghiere per farglielo mettere (“sembro una puttana”,”acc.. poi mi devo depilare dappertutto”,”hai letto troppi giornaletti”):meglio un braccialetto,chessò,un bel maglione;all'alba del 2006,aprendo il cassetto della biancheria di una normalissima ragazza tra i tredici e i trentacinque la quantità media di tessuto è diminuita del 75%,mentre dando una furtiva occhiata alla scarpiera,prima di essere presi a borsettate,l’altezza dei tacchi è aumentata di altrettanto:per vestire tutte da cubiste ci voleva una vera scossa sismica,che di fatto c’è stata,però ancora non riesco a scovarne l’epicentro
non capisco ma ovviamente mi adeguo,qui non siamo mai stati meglio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 19 luglio 2006, 13:07 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:59
Messaggi: 4687
Caro Doyle, ti ripropongo una cosa che scrissi anni fa su mymag, che può stare bene anche quì. Era dedicata all'amico Erik che si era incuriosito su cosa ne pensassi io.

Dunque, visto che Erik pende dalle mie labbra, che infatti stanno avendo un discreto prolasso, dirò la mia e poi lascio poche ore ancora prima di chiudere un topic di discutibile attinenza alla boxe. Essendo uomo ed eterosessuale non pretenderò di sostituire il mio punto di vista a quello di Jodi, vedrà poi lei che conseguenze trarne.
Ho ovviamente guardato le cardgirls, sempre, anche nelle recenti occasioni al Palalido. Le ho trovate, per usare un termine da altri tempi, avvenenti (forse Erik e Sanchez scriverebbero svenenti ...) ma nulla di più. Ho già detto che l'erotismo per me è un'altra cosa. Così non fosse non potrei frequentare una spiaggia. Troppi centimetri, in questo caso metri, di pelle scoperta, non fanno per me. E non certo perchè io sia un bacchettone (piano con le battute ora ragazzi) anzi....Ricordate la massima "Meglio intravedere che vedere?" Ecco, appunto. Meglio una normale minigonna, forme nascoste sotto jeans attillati, un bello spacco, un decoltè. Il massimo dell'attrazione, anzi della femminilità, è una donna che attira gli sguardi infilata in un sacco di iuta per esempio. Se poi il tutto è accompagnato da un lieve difetto fisico è anche meglio. Non amo la perfezione delle modelle. Un naso leggermente aquilino, uno strabismo di Venere o altro attraggono l'attenzione su un corpo altrimenti perfetto o quasi. Per non parlare del modo di parlare, della voce, di un profumo, di uno sguardo al momento giusto, arriverei al dire di un'assenza in mezzo a tante inutili presenze. Da ragazzo andai con alcuni amici a vedere un film porno a Mendrisio, Svizzera, perchè in Italia erano ancora proibiti. Dopo 20 minuti ininterrotti di nudità integrali e amplessi vari comparve uno vestito. Applaudimmo! Praticamente ci cacciarono! La scena più erotica che ho visto in un film (badate bene ho detto erotica) è ne "Il Grande Sonno" di John Huston, sceneggiatura di William Faulkner, con Humphrey Bogart e Laureen Bacall. La scena è fra Bogart, che interpreta l'investigatore Marlowe, e la commessa di una libreria di fronte al negozio che Bogart deve sorvegliare. Dialogo e poi la ragazza chiude la libreria per un'ora. Lei vestitissima, colletto abbottonato, non si vede nulla. Cercate il film e vedete!
Quelle sere al Palalido il meglio non era sul ring ma di fianco e dietro di noi (davanti no perchè c'erano gli arbitri).
Ho detto.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 19 luglio 2006, 13:39 
Non connesso
Stereophonicus Maximus
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 2:44
Messaggi: 3837
Località: eBay.com
Bonaccorso ha scritto:
poi lascio poche ore ancora prima di chiudere un topic di discutibile attinenza alla boxe


perchè lo vuoi chiudere? siamo pur sempre nella sezione "A ruota Libera",qua si parla di necrologi per gatti e altre stramberie,eppoi ci sono 20 ragazze iscritte,magari a qualcuna poteva interessare

PS chi è Jodi?

PPS aspetto sempre il tuo parere su Keith Jarrett


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 19 luglio 2006, 14:15 
Non connesso
Peso Superleggero
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 22:51
Messaggi: 958
Doyle ha scritto:
Bonaccorso ha scritto:
poi lascio poche ore ancora prima di chiudere un topic di discutibile attinenza alla boxe


perchè lo vuoi chiudere? siamo pur sempre nella sezione "A ruota Libera",qua si parla di necrologi per gatti e altre stramberie,eppoi ci sono 20 ragazze iscritte,magari a qualcuna poteva interessare

scherzi, vero Doyle? :mrgreen: :mrgreen:

_________________
Immagine

Monica Forever!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 19 luglio 2006, 14:34 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:59
Messaggi: 4687
Non voglio chiudere niente, era una autocitazione integrale da mymag. Allora il discorso capitò nel forum boxe. Tutto quì. Continuate a divertirvi.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 19 luglio 2006, 20:04 
Non connesso
Stereophonicus Maximus
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 2:44
Messaggi: 3837
Località: eBay.com
ahhh ecco,non avevo capito niente scusate,e Jodi proprio mi sfuggiva :dontknow:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 19 luglio 2006, 21:02 
Non connesso
Peso Medio
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 0:12
Messaggi: 1948
Località: Romagna mia...
Io ho 21 anni, ho vissuto e vivo questo "cambiamento" di cui parla Doyle, e provo a dire la mia.

Non è per essere moralista, anzi: i jeans a vita bassa (attenzione, ho detto "bassa", non "sotto il livello del mare") sono stati la mia salvezza, le vite alte le ho sempre trovate antiestetiche, oltre che scomode (se ripenso ai bermudoni ascellari di quando ero piccola mi sento male, ho la sensazione di soffocare :P ). Però però... certe mode fanno ridere, suvvia. L' altro giorno ero fuori dal negozio dove lavoro, c' era un gruppetto di ragazzi che camminava sotto il portico: la cintura dei jeans era più o meno a metà coscia, ogni due secondi stavano a tirarsi su i calzoni mentre camminavano. Molto chic. E sto parlando di uomini. Le donne, bah... i pantaloni superbassi li trovo volgari, come gli shorts con mezza chiappa di fuori, del resto, mentre sono carini quelli a mezza coscia, discreti e simpatici.

La riviera romagnola, si sa, specialmente d' estate è una fonte inesauribile di mode improponibili: ora c' è quella degli uomini che si piastrano i capelli, in perfetto Feliciano Lopez style (o Camoranesi, a seconda delle preferenze). Le signore osano TUTTO, lavorando nell' abbigliamento ogni giorno vedo cose agghiaccianti, scollature impensabili, panze di fuori, sederi di fuori. Sembra non ci sia più l' accettazione dello scorrere del tempo, il volere a tutti costi essere come a vent' anni, o meglio, è come un volere avere vent' anni ADESSO.

E poi, ovviamente, se si vuole un po' di amarcord fine '80-inizio '90, ci sono sempre i turisti tedeschi :) o inglesi a scelta, con il famigerato calzino sotto il sandalo, i pantaloni a giro seno (quando sono bassi), gli abbinamenti improponibili. Ormai l' ho testato, quindi lo posso dire: l' abbigliamento vecchio di quindici-vent' anni che non riesci a vendere, esponilo a un tedesco :P .

_________________
ImmagineImmagine
http://www.youtube.com/watch?v=G9rTUig4bCQ


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 19 luglio 2006, 21:12 
Non connesso
Stereophonicus Maximus
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 2:44
Messaggi: 3837
Località: eBay.com
Marat7 ha scritto:
l' abbigliamento vecchio di quindici-vent' anni che non riesci a vendere, esponilo a un tedesco :P


:laughing5: :laughing5: :laughing5: eheheh spettacolare questa


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 19 luglio 2006, 21:38 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:59
Messaggi: 4687
Vale anche per noi, la prima volta che ho visto la cintura dei pantaloni a metà coscia è stato all'aeroporto di Salt Lake City: era il 1996


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 19 luglio 2006, 23:01 
Non connesso
Peso Mediomassimo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 9 giugno 2006, 20:24
Messaggi: 3062
Località: prov di Napoli
Non ho molto da dire sull'argomento tranne una piccola cosa curiosa...manco dal liceo da 4 anni (ne ho 22) però ricordo che l'anno in cui mi diplomai il vippissimo istituto era "governato" da due gemelle (tra l'altro appena 14enni )che venivano a scuola in cappello e shorts maculati cavalli e sapete qual'era il loro motto, parola d'ordine? "se non sei prada.....sei fuori strada!" :lol: :lol:
Rido...ma è come se piangessi


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 21 luglio 2006, 12:57 
Non connesso
Peso Leggero
Avatar utente

Iscritto il: domenica 5 marzo 2006, 13:56
Messaggi: 849
Doyle direi che hai descritto molto bene l'abbigliamento delle adolescenti degli anni '80 - '90.
Ricordo molto bene (e da qualche parte devo ancora averli) i jeans larghi di quel periodo, indossati quasi sempre con maglioni larghi e sformati; per me, adolescente timida, vestire in quel modo era la maniera migliore per non dare nell'occhio. Vestivo sempre jeans e scarpe da tennis e forse è per questo che, arrivata alle superiori, ho avuto un vero e proprio rigetto per i jeans e per anni non li ho più indossati.
Preferisco non pensare alle orribili spalline indossate in quel periodo, se mi capita di ritrovare qualche maglia mi domando: ma come facevo a mettermi certe cose?
Anche al mare vestivo sempre con costume intero, possibilmente nero.
Ma a dir la verità non so se il mio abbigliamento dipendesse dalla moda del periodo o dal mio desiderio di non apparire troppo, quasi fosse una sorta di mimetizzazione.
Infatti ho cambiato modo di vestire non quando lo ha dettato la moda ma quando ho iniziato a crescere ed a sentirmi più sicura. Su una cosa però non sono mai cambiata: non mi piacciono gli eccessi.
Ha ragione Marat7 quando dice che si vedono cose improponibili e ciò accade soprattutto in estate.
Trovo terribilmente volgari le ragazze e le donne che indossano i pantaloni a vita bassissima dai quali emergono in bella vista i perizoma, altrettanto volgari sono le minigonne cortissime (io le chiamo coprimutande) o gli shorts che lasciano vedere tutto. Anche io indosso minigonne, shorts e pantaloni a vita bassa, ma non eccessivi come quelli che si vedono troppo spesso in giro.
E poi sono d'accordissimo con Bonaccorso: è molto più sexi il "vedo - non vedo" che lascia spazio all'immaginazione piuttosto che il "vedo tutto".
Passando ai ragazzi devo dire che trovo orrendi i pantaloni a metà coscia con slip o boxer in bella mostra, mentre trovo molto spiritosi i pantaloni corti (stile Nadal però, non troppo corti) e adoro jeans e pantaloni bianchi indossati con infradito o scarpe da tennis. Per il mare sono perfetti i boxer, mentre per le donne assolutamente il bikini.....ne ho comprati 3 coloratissimi e "frizzanti"!!!

_________________
Il futuro adesso è solo in mano a te, ora guida il tuo destino.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 26 settembre 2006, 20:34 
Non connesso
Stereophonicus Maximus
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 2:44
Messaggi: 3837
Località: eBay.com
accidenti,ma cosa pensate voi dello stivalone con pelliccia? a me sembra abbastanza inquietante,sia quello quello coi peli lunghi,tipo pastore maremmano,sia quelli orribili che ho visto addosso a Sienna Miller,da ambientalista crucco,scamosciati col risvolto peloso a riccioletti;è vero che le tipe come la Miller possono permettersi più o meno qualunque cosa,e infatti quella se ne va via scalza o con dei tremendi fuseaux,ma non posso credere che vadano di moda delle robe del genere,sembra di avere il piede infilato nel didietro di una pecora


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 5 ottobre 2006, 13:01 
Non connesso
Peso Paglia
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 25 gennaio 2006, 17:17
Messaggi: 37
Località: Lodi
She's got the look è tra le mie preferite...è sempre nell'Ipod di un mio amico quando andiamo all'uni, e io scrocco!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 4 novembre 2006, 1:54 
Non connesso
Peso Minimosca
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 25 gennaio 2006, 1:12
Messaggi: 165
Gli stivali sono una gran cosa, altrochè...

Ps. Da buon ultras dei Roxette, ovviamente quoto il post di Den


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 4 novembre 2006, 19:33 
Sienna Miller la trovo sempre abbastanza elegante, sinceramente.


Il look femminile... per me, come quello maschile, la moda è sempre stata un'invenzione che fa colpo sulle menti meno "forti", ossia su quelle che per sentirsi "in linea" col resto del gruppo hanno un gran bisogno dis eguire sempre le novità, spendendo spesso capitali pur di non sfigurare davanti all' amica/o. Sempre detestati, comunque , a prescindere dalle mode, i tacchi chilometrici, gli infradito

Personalmente, vestivo dark 15 anni fa esattamente come oggi. Ho sempre indosso qualcosa di nero ( dolcevita, scarpe, giubbino in pelle,capelli al limite :wink: .

In generale, mi son sempre piaciute le donne in giacca, o in uniforme. Certe vigilesse mi fanno impazzire 8) ..

Comunque, erano meglio i look anni 80-90' di quelli venuti dopo e, sopratutto, della mania dgeli ombelichi fuori ad ogni costo e ad ogni stagione. Anche in questo, oltre che nel tennis, gli 80' erano meglio :wink:


Top
  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010