Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...
Oggi è mercoledì 17 luglio 2019, 0:39

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 105 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Diritti TV
MessaggioInviato: martedì 10 ottobre 2006, 23:36 
Non connesso
Peso Mosca

Iscritto il: martedì 5 settembre 2006, 14:44
Messaggi: 262
Località: Val di Sole
Calcio

SERIE A
CHIARO:
Mediaset= dalle 13.30 alle 22.30 (in esclusiva fino al campionato 2007/2008)
DTT= Mediaset Premium: Milan, Inter, Lazio, Torino , Roma, Livorno, Atalanta,Messina, Reggina,Siena
LA 7= Ascoli, Cagliari, Catania, Chievo, Empoli, Fiorentina, Palermo, Parma, Sampdoria, Udinese
Satellitare:
SKY= Tutte le squadre vengono trasmesse nei canali Sky Sport e Sky Calcio
Radio= RadioRai 1 e 2 (in esclusiva fino al 2007/2008)

SERIE B
Chiaro= Rai (90° minuto al sabato in esclusiva fino al 2007/2008)
SKY= Tutto il campionato compresi i play off e paly out solo per la stagione 2006/2007
DTT= Le partite interne ed esterne di Napoli, Genoa, Juventus su MEDIASET PREMIUM in pay per view in via di definizione per anticipi e posticipi
Radio= Radio Rai 1 (in esclusiva fino al 2007/2008)

SERIE C
RaiSportSat= Un anticipo e un posticipo per il prossimo biennio e play-off / play-out
Le Tv locali che dal mese di ottobre possono trasmette in diretta gli incontri vedi il canale Italia Mia che ha acquistato i diritti delle dirette delle partite esterne della Salernitana e Avellino
Radio: RadioRai1

SERIE D
RaiSportSat


COPPA ITALIA:
NON ASSEGNATI

CHAMPIONS LEAGUE:
Stagione 2006/2007
Chiaro= Rai (Una partita al mercoledì di un italiana non in esclusiva più tutti gli highlight)
DTT= Mediaset con 4 incontri in diretta e 4 in differita in pay per wiew
Satellite= SKY tutte le partite in diretta sui canali calcio
Radio= Radio Rai

COPPA UEFA:
Primo turno: SKY; La7
La Uefa ha indetto una gara per vendere il pacchetto dai quarti di finali: NON ASSEGNATI

EVENTI FIFA E UEFA (Europei e Mondiali):
EURO 2008: Rai per un errore di traduzione (sic) hanno acquistato i diritti con la clausola di trasmettrli in chiaro e di non poter subcedere diritti a pay-tv.
MONDIALI 2010 e 2014 Rai (con eventuale spacchettamento )

PER L’ANNATA 2006/2007
Campionato e Coppa Primavera= Sky
Supercoppa Italiana= Rai per quest'anno
Supercoppa Europea= Sky solo quella non le partite di coppa uefa
Sky= Campionato Inglese, Tedesco, Francese, Spagnolo, Scozzese,
MLS ( Stati Uniti) Zweitliga (Serie B Tedesca)
SportItalia: Campionato Brasiliano, Argentino, Olandese, Serie B Inglese
Coppa Intercontinentale; Coppa Libertadores e competizioni della federazione sudamericana
Eventi Africa: SportItalia
Coppa America 2007 : SportItalia

QUALIFICAZIONI MONDIALI ED EUROPEE:
Le partite dell' Italia : Rai (Comprese le amichevoli) con il contratto in scadenza a fine anno
Europeo Under 21 2005: Rai

Calcio a 5 e femminile
RaiSportSat


Basket
SKY= Campionato Italiano, Coppa Italia , Supercoppa. Il contratto appena stipulato per 3 anni e prevedere 3 dirette e una differita (compresa la Virtus Bologna)
Lega 2 e Serie B: RaiSportSat
Radio : RadioRai TuttoBasket
Eurolega: Sky Sport
Basket Femminile: Sky Sport
Uleb Cup: Eurosport 2.L’anno scorso su SportItalia Partite preliminari di Uleb della Lottomatica Roma e finali.
NBA:
Sky = 3 dirette a settimana + All Star game il contratto vtermina nel giugno del 2007
SportItalia= 2 partite a settimana 2 playoff a settimana contratto per una anno; "NBA Europe Live Tour 06"; Partite nazionale USA; WNBA
Mondiali 2006: Rai

Pallavolo
Pallavolo maschile= Sky( Campionato Coppa Italia Supercoppa e All Star Game) contratto appena stipulato per 3 anni; Indesit Champions League Maschile per anno 2006/2007
Pallavolo femminile= Rai e Raisport Sat (Campionato Coppa Italia Supercoppa Coppe Europee e All Star Game)
Radio= Rai Pallavolando
Eventi per nazionali
World League Maschile= Sky
World Gran Prix Femminile= Sky
Europei 2005: Rai (match dell' Italia) e su SportItalia (altri Match)
Mondiali 2006 Rai da confermare
Mondiali 2010 Rai
Beach Volley
Beach Volley RCS= RaiSportSat
World Beach Tour= Sportitalia per le tappe Italiane con Magazine

Rugby
Campionato Coppa Italia Supercoppa= Sky
Coppe Europee= NON ASSEGNATE
3 Nations,NPC ,Currie Cup e Super 14,Guinness PremiershiP= Sky
6 Nazioni; Qualificzioni mondiali= La 7
Mondiali Under 21 2006: SportItalia
Mondiali 2007; Qualificazioni mondiali con l'esclusiva del ritorno per l'ammissione dell'italia= Sky

Motori
FORMULA 1
RAI= fino al 2008 anche GP2

MOTOMONDIALE
Mediaset fino al 2011
Eurosport non so fino a quando?

SUPERBIKE
LA7 contratto appena stipulato per 2 anni
Eurosport non so fino a quando?

ALTRE COMPETIZIONI MOTORISTICHE
SportItalia= Motocross( Mx2 in diretta e Mx1 in differita ); Endurance
Mondiale Supermotard; Gare trial indoor; Serie di eventi quali kart e motard; Mondiali FIA di Superturismo
Eurosport = Motocross(MX1 indiretta e Mx2 in differita); le varie 24 di Le mans, Spa, Mondiale FIA Superturismo
Sky= DTM e A1 Gran Prix, Fia GT; NASCAR in differita
Nuvolari= Indy in esclusiva e in diretta

Nuoto:
Circuito EBU : Rai
Circuito Mare Nostrum: SportItalia
Europei 2006: Rai
Campionati assoluti estivi e invernali in vasca lunga o corta: RaiSportSat

Atletica:
Golden League: SportItalia ( e rubrica IAAF) per quest'anno
Golden Gala di roma= Rai
Meeting Internazionali Grand Grix 1 e 2 : Raisportsat
Meeting italiani: RaisportSat
Altri meeting e meeting indor: SportItalia
Maratone: Rai
Eurosport= Tutte le più importanti maratone; molti meting di atletica.


Tennis:
SportItalia= Tornei WTA E ATP di secondo livello
Rai= Coppa Davis e Federation cup e i pochissimi tornei Atp Italiani che li trasmette su rai sport satellite
Mediaset= Internazionali d'Italia (Telecom Master Series) 2006
Sky= Masters Series; Finali Masters Sereis fino alla stagione 2007 compresa; Wimbledon ma non so quando scade il contratto.
Eurosport= Australian open; Roland Garros; U.S. Open fino al 2011; altri tornei ATP; gran parte del circuito WTA, compresi tutti i Tier I.

Golf
Sky= PGA + European Tour


Ciclismo:
RAI= Giro , Tour, Eventi Gazzetta dello Sport, Mondiali; quasi tutte le gare Pro Tour, Mondiali su pista e mondiali in linea.
Eurosport= Giro, Tour de France, Vuelta, tutte le gare del Pro Tour, Mondiali su pista e mondiali n linea

Pallanuoto:
RAI: Campionato e coppe europee
Europei 2006 RAI

Hockey su pista e prato:
Campionati Italiani e coppe europee RAISPORTSAT
Mondiali di Hockey Prato su Eurosport

Hockey su ghiaccio:
Campionato su SKY con la differita di un incontro al sabato
NHL= DA ASSEGNARE

Canoa e Canottaggio:
RaiSportSat
Mondiali di Canottaggio 2005= Rai; Eurosport
Mondiali di Discesa Canoa= RaisportSat; Eurosport

Olimpiadi estive:
La Rai si è assicurata per ora solo PECHINO 2008

Pallamano :
RaiSportSat

Scherma :
RaiSportSat, Eurosport

Poker:
Sky: World Heads-Up Poker Championship e Campionati mondiali

Wrestling:
Wrestling WWE e WWE Raw : Sky Sport (ha tutto il wrestling tranne lo Smackdown)
Wrestling WWE SmackDown : Mediaset
TNA : GTX su Sky
WWE News SportItalia?

Baseball
Rai= Campionato Italiano con una partita in settimana su rai sport satellite
Sky= MLB con scadenza contratto quest'anno con la possibilità di rinuncia da parte di sky per poco interesse

Football Americano
SKY= 3 partite in diretta con la movità da metà ottobre della diretta delle 19.00 non so però per quanti anni ha ancora di contratto.

Vela
Coppa America su La7
Gare italiane e rubriche su RaiSport



Sci
Rai= Tutte le gare di Coppa del mondo di sci alpino che si svolgono in Italia più molte delle altre. Sci di fondo solo le gae che si svolgono in Italia.
Eurosport= Tutte le gare di coppa del mondo di sci alpino tranne quelle che si svolgono in Svizzera e Austria; Tutte le gare di sci di fondo tranne quelle che si svolgono in Svizzera e Austria.
Salto in alto tutte le gare e le gare dei 4 trampolini; snowborad tutte le gare.
Qui bisogna dire che ora Media Partners è entrata da a far parte della società di marketing sportivo "Infront Sports & Media", con sede in Svizzera. (La società che detiene i diritti dello sci per le gare in Svizzera e Austria) attendo sviluppi.

Chi mi può aiutare è benvenuto.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 24 gennaio 2007, 11:40 
Non connesso
Peso Mosca

Iscritto il: martedì 5 settembre 2006, 14:44
Messaggi: 262
Località: Val di Sole
Ieri la camera ha approvato la legge sui diritti tv, ecco cosa dice oggi la gazzetta dello sport:

Primo passo importante per la nuova normativa sui diritti televisivi del calcio: con 259 sì, 135 no e 38 astenuti è stata approvata alla Camera la legge delega che disciplina la nuova contrattazione dei diritti tv. Ora l'iter passa al Senato: se tutto filerà liscio diventerà legge, se invece verranno inseriti nuovi emendamenti, dovrà ripassare alla Camera per l'approvazione definitiva.
PUNTI SALIENTI Le grandi novità introdotte sono principalmente sulla ripartizione dei proventi. Per legge il 50 per cento dovrà essere distribuito in maniera uguale tra tutte le società, poi vengono fissati dei «paletti» per il restante 50 per cento: una quota dovrà essere assegnata ai settori giovanili, ai vivai e alla mutualità; il resto dovrà rispondere a due criteri, il bacino d'utenza e la storia sportiva, ma la Lega in piena autonomia potrà aggiungerne altri e stabilire anche il «peso» da dare a questi ulteriori criteri di ripartizione. Inoltre la delega stabilisce un punto fondamentale: rispetto alla soggettività del 1999, si passa alla «contitolarità» dei diritti equamente divisi tra singola società e Lega. Inoltre la nuova legge stabilisce in maniera netta i limiti delle emittenti televisive nell'aggiudicarsi i diritti in vendita: non si potranno acquisire diritti diversi da quelli che si possono legittimamente utilizzare. Tutto per evitare posizioni dominanti sul mercato come voluto anche dall'Antitrust.
QUANDO CAMBIERA' Dopo l'approvazione definitiva, il governo entro sei mesi dovrà emanare i «decreti legislativi», tecnicamente si tratta dei regolamenti attuativi della legge. Tenuto conto comunque che la maggior parte dei contratti in essere scade nel 2010 (stagione sportiva 2009-10) sarà subito dopo che la legge potrà andare definitivamente a regime. Nel frattempo, però, la delega stabilisce che possano essere fissati parametri che coprano il periodo di transizione. La ministro Melandri auspica che sia la stessa Lega ad adeguarsi, ma gli scontri sono già accesi tra quelli che ritengono che non si possano toccare i contratti in essere, e quelli che vorrebbero un graduale passaggio fino al 50 per cento diviso in maniera uguale tra tutti. Il freno maggiore viene dal fatto che molti club hanno già utilizzato i soldi ricevuti dalle televisioni per i prossimi anni e a quel punto dovrebbe intervenire la Lega ad anticipare i soldi da ripartire. E questo sicuramente sarà un punto molto controverso che opporrà società senza contratto a quelle che hanno già firmato i loro contratti pluriennali.

UN PO' DI STORIA Nel 1993, la Lega dalla Rai per i diritti televisivi in chiaro del campionato di serie A e B e della coppa Italia incassava 135 miliardi di lire e da Telepiù 44,8 miliardi di lire per il criptato. Nel 1999-2000 le due pay-tv italiane (Telepiù e Stream) riconoscono ai club 408 milioni di euro e per il triennio fino al 2002 la somma investita è di 1278 milioni di euro.

Purtroppo sono davanti a tutti come i presidenti abbiano speso tutta questa marea di soldi.

_________________
Ciao da Anselmo
La mia TV: Pioneer LX 508d con My sky HD; Vantage 7100 HD + sky star 2 con motorizzata.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 25 gennaio 2007, 14:36 
Non connesso
Peso Mosca

Iscritto il: martedì 5 settembre 2006, 14:44
Messaggi: 262
Località: Val di Sole
Aggiornamento ad oggi per quanto riguarda i diritti che per legge dovrebbero divenire collettivi ecco cosa scrive oggi la gazzetta:

I l primo sì della Camera alla nuova legge delega per i diritti collettivi c'è stato, mail cammino sarà ancora lungo. Adesso ci saranno sei mesi per discutere, trattare, emendare, e se tutto andrà bene il prossimo anno si parlerà di una legge vera e propria. Siamo andati a vedere quando scadranno i diritti soggettivi delle squadre sul satellite e sul digitale terrestre. Una panorama complicato. Sky, per esempio, con Inter, Lazio, Milan e Juve aveva un contratto fino al 2007 che ha giàrinnovato fino al 2009. In più alcune squadre,come Palermo, Fiorentina e Sampdoria erano state «acquistate» da Media Partners e poi cedute a Sky: visto che la tv satellitare può siglare soltanto contratti biennali, figurano in scadenza al 2009, ma con Media Partners sono legate fino al 2010. E il 2010 è la scadenza di quasi tutte le formazioni legate a La7 Cartapiù (tranne il Chievo) se si considerano gli accordi con Media Partners. «Noi quei contratti li abbiamo firmati tutti — racconta Marco Bogarelli di Media Partners — non credo proprio che la legge futura possa cambiare i contratti in essere. Non esiste legge retroattiva». Le nostre tabelle riguardano la serie A, ma anche la Juve ha il contratto in scadenza nel 2009 con Sky e dovrebbe rinegoziarlo se non dovesse essere promossa.La Juve ha un'opzione fino al 2010 sul digitale terrestre di Mediaset, il Genoa ce l'ha fino al 2008 mentre il contratto del Napoli scade nel 2007 e quello Torino nel 2008.

Ascoli.......Sky 2007......La7 Carta più 2010
Atalanta...Sky 2009......Mediaset 2010
Cagliari.....Sky 2007......La7 Carta più 2010
Catania....Sky 2008......La7 Carta più 2010
Chievo......Sky 2007.....La7 Carta più 2007
Empoli.......Sky 2007.....La7 Carta più 2010
Fiorentina...Sky 2009....La7 Carta più 2010
Inter..........Sky 2009...Mediaset 2009
Lazio..........Sky 2009...Mediaset 2009
Livorno.......Sky 2008...Mediaset 2010
Messina.......Sky 2008...Mediaset 2010
Milan..........Sky 2009....Mediaset 2009
Palermo.......Sky 2007...La7 Carta più 2010
Parma..........Sky 2007...La7 Carta più 2010
Reggina........Sky 2007
Roma...........Sky 2009...Mediaset 2009
Sampdoria.....Sky 2009...La7 Carta più 2010
Siena...........Sky 2007...Mediaset 2007
Torino..........Sky 2009
Udinese........Sky 2007....La7 Carta più 2010

_________________
Ciao da Anselmo
La mia TV: Pioneer LX 508d con My sky HD; Vantage 7100 HD + sky star 2 con motorizzata.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 2 febbraio 2007, 12:34 
Non connesso
Peso Gallo

Iscritto il: mercoledì 18 ottobre 2006, 22:27
Messaggi: 400
Dalla Gazzetta dello Sport di oggi 2 Febbraio 2007 edizione cartacea.

Italia sulla Rai per altri 4 anni e 153 milioni
Effetto mondiale: il contratto e gli sponsor porteranno nelle
casse della Figc il 28% in più
INCONTRO Pancalli e Petruccioli in Rai (LIVERANI)
TIZIANA BOTTAZZO
ROMA
Il matrimonio Rai-Nazionale va a gonfie vele. «Siamo una coppia consolidata, non una coppia di fatto, che nessuno vuole vedere infrangere. Siamo contenti che gli italiani vogliano insieme la Rai e il calcio», ha parodiato il presidente Claudio Petruccioli alla cerimonia della firma per il rinnovo quadriennale del contratto: 153 milioni di euro (circa il 28 per cento in più del precedente contratto che ammontava a 130 milioni).
SINERGIE. L'accordo è comprensivo di tutte la partite casalinghe della Nazionale A e di quella Under 21, buona parte di quelle esterne i cui diritti all'estero verranno trattati direttamente da Federcalcio-Rai escludendo i brokers, oltre a 16 partite della Nazionale femminile e 16 della Nazionale Under 20 e della Nazionale Calcio a 5. Al pacchetto va aggiunto un 30 per cento circa per le tappe di avvicinamento della Nazionale agli Europei e al Mondiale, di cui la Rai ha già acquistato i diritti. E non solo: la Rai e la Federazione italiana giococalcio concorderanno anche la vendita dei secondi diritti su altre piattaforme, compresi telefonini e web, oltre che una sinergia sui progetti di partnership e sponsorizzazione.
C'E' LA RCS. A questo proposito il direttore generale della Federcalcio Virginia Filippi, oltre a sottolineare che in 4 anni la Rai trasmetterà più di 100 partite delle Nazionali, ha ufficializzato che dal primo gennaio il nuovo advisor è Rcs con il quale si stanno riavviando le negoziazioni di sponsorizzazioni valorizzando in pieno il titolo di campioni del mondo: «Prevediamo anche in questo settore un incremento di oltre il 28 per cento».
SPAZIO ALLE GIOVANILI Questo accordo con la Rai è il consolidamento di un rapporto storico che assume anche un grande significato politico — ha sottolineato il commissario straordinario della Federcalcio Luca Pancalli — importante che, in momento di difficoltà per il mondo del calcio, si sia voluto valorizzare anche il settore giovanile. Le nazionali rappresentano un bene pubblico del Paese e dei cittadini. Questo accordo, dopo aver trovato quello sullo Statuto, è un altro passo importante nel percorso che stiamo compiendo».
PROSPETTIVE. Il direttore generale della Rai Claudio Cappon ha sottolineato come l'intesa sottoscritta con la Figc rappresenti un investimento anche per il futuro: «Un accordo importante per l'azienda Rai che ha un grande bisogno di investire e lo ha fatto con il calcio nella sua forma più bella: la Nazionale. Più che un accordo economico si può parlare di vera e propria intesa di collaborazione. Ed è molto importante che sia stato ulteriormente valorizzato, sia in termini dì visibilità sia in termini economici, il contributo della nazionale femminile, oltre alle formazioni giovanili.

Da altre fonti viene evidenziato che il contratto presenta elementi di novità rispetto al passato: per la Rai c’è infatti la possibilità di decidere se cedere parte dei suoi diritti alla pay-tv.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 21 giugno 2007, 15:59 
Non connesso
Peso Gallo

Iscritto il: mercoledì 18 ottobre 2006, 22:27
Messaggi: 400
Riporto quanto scritto oggi sulla Gazzetta dello Sport edizione cartacea in merito alla legge delega che disciplina i diritti televisivi nel calcio.

Diritti tv. ora si divide fra tutti:

La Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva la legge delega al Governo per modificare la disciplina che regola i diritti televisivi del calcio e degli altri sport professionistici (quindi il basket). Con 292 voti a favore, 146 astenuti (Forza Italia e Lega) e 4 contrari, è stato sancito che i diritti televisivi del calcio saranno gestiti collettivamente. Il Governo ha ora 6 mesi di tempo per approvare i decreti attuativi che articoleranno la materia fissando i paletti sulla modalità di distribuzione del ricco pacchetto-calcio.
SPARTIZIONE Si parte da alcuni principi approvati al terzo passaggio (Camera a gennaio, Senato a maggio. Camera ieri ) : il 50 per cento della vendita dei diritti dovrà essere spartito tra tutte le società, piccole e grandi, il restante 50 dovrà essere in parte distribuito in base al bacino d'utenza e alla storia della società, il resto destinato ai settori giovanili, ai vivai e alla messa in sicurezza degli stadi. Una piccola quota finanziera annualmente due progetti di rilevanza sociale . Il nuovo disegno di legge ridisegna anche diritti e doveri dei distributori dell'evento calcio: si dovrà garantire la presenza di più operatori, allargando l'opportunità anche a quelli emergenti. Per assicurare la movimentazione del mercato, i contratti non potranno avere durata superiore a tre anni e chi ha acquistato diritti al solo scopo di toglierli dal mercato tenendoli nel cassetto, dovrà rimetterli su piazza. Ad esempio, la Rai, che ha i diritti della serieB, ma per ragioni di palinsesto non ha trasmesso tutte le partite, dovrà cederli alle emittenti locali a prezzi equi.

PALETTI «Una tappa fondamentale nel processo di riforma del calcio: il ritorno alla modalità collettiva di vendita e di ripartizione degli introiti dei diritti, assieme alla messa a punto dei meccanismi di redistribuzione delle risorse e di accentuazione del carattere della mutualità, garantirà maggiore equilibrio ai campionati e maggiore stabilità nel sistema calcistico italiano», ha commentato soddisfatta la ministro dello Sport Giovanna Melandri, mentre il ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni sottolinea come «i diritti del calcio contribuiranno a moltiplicare l'offerta e a far crescere nuove piattaforme televisive».

CROSS ALLA LEGA «In questi mesi non siamo stati con le mani in mano, abbiamo già pronte le ipotesi sui decreti attuativi, volendo entro l'estate potremmo già approvarli— spiega il sottosegretario al ministero dello Sport Giovanni Lolli, porgendo la palla alla Lega —. Abbiamo invitato la Lega a dare le indicazioni sulla spartizione. Per la Lega è un'opportunità preziosa, è l'occasione per trasformarsi, diventare una struttura imprenditoriale, dotarsi di manager qualificati che organizzino la vendita di un prodotto ricchissimo e qualificato, appetibile per il mercato interno e internazionale. Spero davvero che il calcio italiano sappia cogliere questa opportunità, al più presto. Ben prima dei 6 mesi della scadenza. Oltre i quali, la palla dovrà per forza passare a noi». Mario Pescante, nella veste di deputato di Forza Italia, nel dibattito alla Camera ha più volte ribadito, annunciando l'astensione del suo partito, che questo disegno di legge non garantisce l'autonomia dello sport. Ma, invitando la Lega Calcio ad attrezzarsi al suo interno, si vuole proprio sollecitare il governo del calcio a muoversi in perfetta autonomia. Importante è che lo faccia. Per tempo.

La soggettività risale al 1999

Il rapporto fra il mondo del calcio e quello dei diritti televisivi torna all'antico. Le normative su cui si sono basate emittenti e società negli ultimi anni, infatti, erano diventate tali il 19 marzo 1999, quando la Lega Calcio modificò il proprio regolamento di cessione dei diritti tv sulla base della «soggettività» in capo alle singole società di calcio. In altre parole, nelle ultime otto stagioni, i diritti sono stati trattati singolarmente, club per club, con differenze economiche quindi — anche sostanziose — fra squadre con bacini d'utenza diversi. Un sistema che ha provocato polemiche e dure reazioni da parte dei presidenti delle società più piccole.

CHE COSA CAMBIA

La vendita dei diritti entrerà in un solo salvadanaio, metà del quale verrà distribuito equamente, l'altra metà a favore delle società con più audience e storia, il resto per i vivai. I contratti non potranno durare più di 3 anni e tutte le piattaforme dovranno accedere al mercato, impedendo l'accaparramento di questi ultimi anni. Non si potrà nemmeno comprare per togliere il prodotto dal mercato: se non lo si usa, lo si deve rimettere in vendita a prezzo equo. Si chiede ora alla Lega Calcio di disegnare, entro 6 mesi, questa ridistribuzione.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 31 ottobre 2007, 19:34 
Non connesso
Peso Gallo

Iscritto il: mercoledì 18 ottobre 2006, 22:27
Messaggi: 400
Riporto quanto scritto oggi sulla Gazzetta dello Sport edizione cartacea riguardo all'accordo sui diritti Tv per la Serie A.di calcio.

DIRITTI TV DOPO TANTE GUERRE C'E' LA PACE

Vincono gli interessi collettivi. Ed è una bella notizia per il calcio italiano. Dal luglio 2010 i club di serie A adotteranno un metodo più equo per dividersi i denari provenienti dalle tv. E il voto di ieri sera, a larga maggioranza (15 sì, solo 4 no), è giunto al termine di una giornata intensa, ma senza gli strepiti e i veleni che soprattutto negli ultimi tempi avevano dilaniato la Confindustria del calcio.
Ha vinto il buonsenso. Con le grandi disposte a cedere un po' della loro ricchezza senza ulteriori resistenze.
E con le medio-piccole giudiziose nel prendere atto della controproposta confezionata dalle big nella notte di Lune dì per modellarla nell'assemblea decisiva. In questo teatrino il presidente di Lega Antonio Matarrese ha fatto valere la sua esperienza: una guida sempre super partes. Così il ministro Giovanna Melandri può essere ben felice di un accordo che ha recepito la sua rivoluzione democratica nel calcio.
Dati i dovuti meriti ai protagonisti di questa maratona dal risultato epocale, andiamo ai dettagli della riforma che ribalta gli attuali criteri di suddivisione. Sinora siamo stati abituati a vedere ogni club cercare d'incassare il più possibile per poi dare una percentuale sotto il 30%. Tra tre anni, invece, accadrà il contrario. Innanzitutto il sistema dovrà cercare d'aumentare i ricavi per poi suddividerli con criteri certi che produrranno un cambiamento radicale. Basti pensare che nel'97 il club più ricco della A aveva incassi sette volte superiori al più piccolo. Già nella stagione in corsa la forbice è diminuita: cioè la più grande guadagna 5.5 più dell'ultima. Dal 2010, invece il rapporto scenderà al 4 a 1.
LA SUDDIVISIONE Vi spieghiamo il meccanismo di ripartizione. Ponendo un'incasso totale di 900 milioni di euro, a questa cifra vanno sottratti 105 milioni per la quota spettante al campionato di B, il fondo di solidarietà alla federazione e il paracadute per le retrocesse in B. Restano 795 milioni che vanno a loro volta divisi tra le venti di A con i seguenti criteri. Il 40%, cioè 318 milioni, in parti uguali, che significa 15,903 milioni ad ogni club.
IL BACINO D'UTENZA Un altro 30% (238 milioni) viene suddiviso pesando l'incidenza delle tifoserie. Per questo la Lega chiederà a tre società demoscopiche di fare una stima. La media di questi studi (da rivedere ogni 3 anni) varrà il 25% di questa voce, il restante 5% sarà assegnato in base alla classifica delle città di serie A in base al numero degli abitanti.
LA VOCE RISULTATI Su questo punto ci sono state le trattative più serrate. In un primo momento le medio-piccole chiedevano che incidesse per il 40% e fosse valutata sulla base dei risultati dell'ultimo triennio. Invece sono state accontentate le grandi che chiedevano fosse riconosciuto il loro brand, cioè la loro storia. Cosi, alla fine, s'è stabilito che i risultati contano per il 30% (238 milioni) e con una stima ponderata. Per il 1O% si analizzeranno le classifiche di A dal '46 al 2005, per il 15% influiranno i risultati dell'ultimo quinquennio. Infine l'altro 5% sarà sancito dalla graduatoria dell'ultima stagione.
Il PARACADUTE BIS A confermare la filosofia mutualistica del nuovo corso c'è una garanzia in più per le squadre che retrocedono in B. Già ora prendono 5 milioni se vantano più di una stagione in A (2.5 alle matricole), ma dal 2010 avranno un aiuto anche per la stagione successiva sebbene dimezzato: cioè 2,5 o 1,25 a seconda dei casi già illustrati. Poi, è stata istituita una forma di collaborazione delle neopromosse dalla B che cederanno 3 milioni a testa a chi si qualifica in coppa Uefa. L'intento è d'incentivare le società che partecipano a una coppa con pochi introiti.
ADDIO QUOTA STADIO Scompare la quota stadio. Sinora ogni società doveva cedere a quella ospitata il 18% dell'incasso al botteghino. E ciò invoglierà ogni club a portare piu gente allo stadio.
FASE TRANSITORIA Adesso, pero, va raggiunto l'accordo per il periodo intermedio. La delibera in vigore regola la ripartizione sino al 2008 (che prevede una mutualità del 19% con l'attuale sistema). Ora bisognerà vedere quali intese si troveranno per il biennio che precede il 2010. Intanto ieri i presidenti hanno ascoltato con interesse il progetto della Infront, candidata ad essere l'advisor della Lega per la vendita dei diritti dal 2010 in poi. L'idea di produrre in proprio il campionato procede. E con le tv meno padrone del sistema.
OGGI IL NODO DELLA B Ma oggi toccherà prendere una decisione anche sulla B, chiamata a un'assemblea bollente. Il campionato non ha ancora un copertura televisiva. E al danno economico si unisce quello d'immagine.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 15 gennaio 2008, 23:51 
Non connesso
Peso Mosca

Iscritto il: martedì 5 settembre 2006, 14:44
Messaggi: 262
Località: Val di Sole
TENNIS

Sky oltre hai diritti per i tornei del master series e wimbledon ha preso i seguenti tornei:

Sydney: 8-13 Gennaio
Barcellona: 23-29 Aprile
Gstaad: 7-13 Luglio
Mumbai: 15-21 Settembre
Stoccolma: 6-14 Ottobre
San Pietroburgo: 22-28 Ottobre.
Speravo in qualcosa di meglio. ma bisogna purtroppo accontentarsi.
Anselmo

_________________
Ciao da Anselmo
La mia TV: Pioneer LX 508d con My sky HD; Vantage 7100 HD + sky star 2 con motorizzata.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 15 gennaio 2008, 23:54 
Non connesso
Peso Mosca

Iscritto il: martedì 5 settembre 2006, 14:44
Messaggi: 262
Località: Val di Sole
Sci alpino:

La rai ha acquistato anche le gare che si svolgono in Svizzera e Germania, ora posside i diritti di tutte le gare di sci alpino, in questo periodo rai sport satellite è molto migliorata speriamo continui così.

_________________
Ciao da Anselmo
La mia TV: Pioneer LX 508d con My sky HD; Vantage 7100 HD + sky star 2 con motorizzata.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 4 marzo 2008, 23:01 
Non connesso
Peso Mosca

Iscritto il: martedì 5 settembre 2006, 14:44
Messaggi: 262
Località: Val di Sole
Ecco secondo quanto scrive oggi repubblica come sarà suddiviso il wek end per quanto riguarda la serie A:

La rivoluzione: dal prossimo campionato, via il 31 agosto, ogni giornata di serie A sarà "spalmata" su tre giorni. Si giocherà dal sabato pomeriggio al lunedì sera. Lo vogliono, d´altronde, i grandi club: Milan, Inter e Juventus in testa. E chi non capisce e non si adegua, come sostiene Adriani Galliani, è solo «un giornalista da spiaggia» (o, volendo, un tifoso da spiaggia...). Perché i club hanno un disperato bisogno di soldi e allora aprire qualche "finestra" televisiva in più diventa una necessità. L´Italia sta solo facendo quello che altre Nazioni fanno già da anni, e con successo, sostengono i padri-padroni del pallone.
E´ stato chiaro, d´altronde, Antonio Matarrese, numero 1 della Lega Calcio. «La partita a mezzogiorno della domenica è un´opportunità. Stiamo ragionando anche sul monday-night, la partita il lunedì sera: per noi si possono fare entrambi a partire dal prossimo agosto». Lo ha annunciato in un´intervista rilasciata al Guerin Sportivo. Lo aveva già spiegato il 13 febbraio scorso. «Siamo costretti dal dio denaro...», aveva detto in un´intervista a Repubblica. I club puntano a 1 miliardo di euro di diritti tv a stagione, almeno a partire dal 2010. Ma intanto sperano di rendere più «elettrizzante», e più ricco, il campionato dalla prossima stagione. Già da questa annata d´altronde hanno aumentato la razione di «spezzatino»: il derby di Torino al martedì, tre gare al sabato in tre orari diversi, il derby di Roma (del 19 marzo) alle 21,15, eccetera. Non basta, però: dal prossimo anno, se Sky pagherà di più, la Lega è disposta ad offrire su un piatto d´argento anche una gara alla domenica a pranzo (alle 12 o alle 13, ancora non si sa) e il posticipo del lunedì sera alle 20,30.
Ma quanto valgono due «finestre» in più? I presidenti vorrebbero mettere in cassa altri 150 milioni, Sky è prudente mentre tra due anni potrebbe essere interessata anche Eurosport. Le partite in tv, d´altronde, stanno rivoluzionando le abitudini: sabato scorso, in occasione della finale-flop di Sanremo, la partita Milan-Lazio ha fatto oltre un milione di spettatori su Sky (a questi vanno aggiunti quelli sul digitale Mediaset). Ora sul progetto-spezzatino, Matarrese cerca di accelerare i tempi. «Stiamo lavorando per aumentare l´appetibilità del prodotto- ha spiegato - i diritti del chiaro vanno tutti alla B: sono il pilastro della mutualità di Lega. Se la Rai è il nostro primo interlocutore? La Rai non può restare fuori dal calcio italiano». Per ora la B resta senza tv, oscuratissima: nessuno l´ha voluta. E la Rai, certo, è interessata a riprendere i diritti del campionato di serie A che Mediaset le aveva soffiato. Il contratto scade il 30 giugno, la tv di Piersilvio Berlusconi paga 61,5 milioni a stagione ma ha già detto che non ne vuole più sapere. L´obiettivo della Rai è quello di tornare a "Novantesimo Minuto", trasmissione cult che nei tempi d´oro (irripetibili) faceva 10 milioni di spettatori. Anche se lo spazio per il chiaro si restringe sempre più: lo sanno in Lega, dove difatti puntano dritto su Sky, e lo sa bene Massimo De Luca, direttore di Rai Sport, felice per gli ascolti della sua ultima Domenica Sportiva (10,45% di share).
Ma la tv di Stato è disposta a pagare non più di 20-22 milioni a stagione per i diritti del massimo campionato: ha appena perso le Olimpiadi 2010 e 2012 (a vantaggio di Sky), ma ha in esclusiva gli Europei di calcio del prossimo giugno, le Olimpiadi di Pechino e i Mondiali di calcio del 2010 e 2014. Sta per iniziare una grande spartizione. E stanno per partire tre nuovi canali, tutti dedicati allo sport. Una "all news" di Sky, dal 1° luglio Mediaset sul digitale (battesimo col mercato di calcio) mentre la stessa Rai sta studiando un suo canale-digitale (ma per ora sul satellite manda il tiro della fune...).

Solo una cosa volevo approfondire che dalla prossima stagione partiranno 3 canali all news di sport, ma non so se sky ci pensi davvero e poi cosa succederebbe per eurosport news.
Ma vedremo

_________________
Ciao da Anselmo
La mia TV: Pioneer LX 508d con My sky HD; Vantage 7100 HD + sky star 2 con motorizzata.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 22 marzo 2008, 15:53 
Non connesso
Peso Mosca

Iscritto il: martedì 5 settembre 2006, 14:44
Messaggi: 262
Località: Val di Sole
Novità per quanto riguarda la coppa Uefa e la supercoppa europea ecco cosa scrive oggi la gazzetta:

La Coppa Uefa in diretta su Sportitalia e La7. Raggiunto infatti un accordo per la trasmissione in esclusiva delle partite di calcio dei quarti di finale, delle semifinali e della finale di Coppa Uefa di questa stagione, ma anche di quella 2008/2009. Oltre ai diritti della gara di Supercoppa europea che si disputerà a fine agosto. Sportitalia, dunque, comincerà i prossimi 3 e 10 aprile trasmettendo l'andata e il ritorno di tutti e quattro i quarti di finale previsti con due dirette (Fiorentina-Psv su Sportitalia e Bayern Monaco-Getafe su Sportitalia24) e due differite (Bayer Leverkusen-Zenit S. Pietroburgo e Glasgow Rangers-Sporting Lisbona). Poi verranno trasmesse in diretta le due semifinali (24 aprile e 1 maggio) e la finale del 14 maggio a Manchester. La7 trasmetterà invece in chiaro il quarto di finale che vede impegnata la Fiorentina con il Psv Eindhoven e proseguirà, poi, con una delle due semifinali e la finale. In agosto, infine, Sportitalia e La7 trasmetteranno la Supercoppa europea che opporrà la vincitrice della Coppa Uefa a quella della Champions League.

_________________
Ciao da Anselmo
La mia TV: Pioneer LX 508d con My sky HD; Vantage 7100 HD + sky star 2 con motorizzata.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 30 luglio 2008, 16:55 
Non connesso
Peso Medio
Avatar utente

Iscritto il: sabato 21 gennaio 2006, 20:06
Messaggi: 1852
Località: Milano-Carpi andata e ritorno
Novità (negative) per il football NFL: inspegabilmente, Sky ha lasciato la trattativa per i diritti tv, che sono stati acquisiti dalla RAI (mamma mia! :evil: ): l'accordo della RAI (annuale) con la NFL prevede su Rai Sport Più (penso solo sul DTT, per problemi di acquisizione diritti per l'estero) un match di regular season alla settimana (il match della domenica sera) in diretta con differita del pomeriggio successivo, 5 match di play-off e il Superbowl.

Difficile comprendere la scelta di Sky. E' possibile (ma non sicuro) che da settembre su Sky vada la versione Europe Full di NASN (quella tedesca coi diritti NFL) e che quindi Sky non abbia voluto partecipare all'asta per evitare di pagare due volte gli stessi diritti. Certo che lasciare il Superbowl alla RAI... boh.

Bye, Chris


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 31 luglio 2008, 8:40 
Poles ha scritto:
Certo che lasciare il Superbowl alla RAI... boh.


una follia, ma la speranza di NASN Europe c'è...


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 31 luglio 2008, 9:47 
Non connesso
Peso Medio
Avatar utente

Iscritto il: sabato 21 gennaio 2006, 20:06
Messaggi: 1852
Località: Milano-Carpi andata e ritorno
NASN comunque fino a qualche mese affermava di non detenere i diritti NFL per l'Italia e che sarebbe stato impossibile per loro acquistarli finché sarebbe continuato ad esistere un contratto di trasmissione in esclusiva. All'epoca era con Sky; se ora la RAI ha rilevato Sky nell'esclusiva, mi sa che non ci sono speranze... :cry:

Bye, Chris


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 26 agosto 2008, 18:29 
Non connesso
Peso Mosca

Iscritto il: martedì 5 settembre 2006, 14:44
Messaggi: 262
Località: Val di Sole
Questo pomeriggio i presidenti di Serie A e B hanno rifiutato di vendere i diritti in chiaro per quanto riguarda il campionato di Serie A, secondo loro 30 milioni di euro sono pochi.
Ma vedremo da qui a domencia cosa succede, per quanto riguarda la serie B sembra che sky abbia preso tutta la serie B, anticipo e posticipo su sky sport mentre le partite del sabato in pay per wiew, ovvero anche chi è abboanto a calcio deve acquistare le singole partite.
Comuque per ora solo indiscrezioni.

_________________
Ciao da Anselmo
La mia TV: Pioneer LX 508d con My sky HD; Vantage 7100 HD + sky star 2 con motorizzata.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 26 agosto 2008, 21:32 
Non connesso
Peso Mosca

Iscritto il: martedì 5 settembre 2006, 14:44
Messaggi: 262
Località: Val di Sole
Difatti poco fa è arrivata la notizia che per ora non hanno accettato l'offerta di sky e La 7.
Hanno dato tempo fino a domani pomeriggio

_________________
Ciao da Anselmo
La mia TV: Pioneer LX 508d con My sky HD; Vantage 7100 HD + sky star 2 con motorizzata.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 105 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010