Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...
Oggi è lunedì 17 giugno 2019, 7:09

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 22 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 6 marzo 2007, 19:52 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:59
Messaggi: 4683
Un po' lo dicono perchè devono dirlo, un po' perchè Sylvester sembrava dare qualche piccolo cenno di stanchezza. Sembrava......


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 14 marzo 2007, 22:25 
Non connesso
Peso Paglia

Iscritto il: lunedì 26 febbraio 2007, 0:12
Messaggi: 48
Località: Milano
Sono molto felice di intervenire su questo interessantissimo argomento perchè, in tal senso, penso di avere l'esperienza necessaria per potervi dare qualche ulteriore testimonianza e chiarimento. Specificando però, giusto per essere onesto fino in fondo, che la mia testimonianza arriva fino alla metà degli anni '90, e parte dall'inizio degli anni '70. Quello che ho letto in diversi vostri interventi non trovava (e sottolineo appunto il passato) assolutamente una rispondenza nella realtà dei fatti. Infatti come è vero che oggi ci troviamo in tempo di "vacche magre", è altrettanto indiscutibile come in quel periodo specificato le stesse fossero "grasse".
I rapporti tra pugile, insegnante e manager sono logicamente sempre variati da caso a caso, sia in termini di rapporti umani, sia a livello economico. Non è affatto vero però, per esempio, che il maestro sia l'unico che ci abbia sempre rimesso di tasca sua, tanto addirittura da non prendere magari nemmeno una lira di compenso; così come è tutto da dimostrare il fatto che sia sempre auspicabile e utile l'interferenza dell’allenatore nella scelta degli avversari e sulle varie strategie per le carriere dei propri amministrati. Niente di più falso, per lo meno in quegli anni e per lo meno per quanto che ho potuto vedere io.
Per quello che riguarda l'aspetto economico, partendo dal presupposto che in quel tempo proliferavano gli sponsors, e che il loro supporto garantiva a tutti una serie di vantaggi (vantaggi volatilizzati ovviamente contestualmente alla scomparsa degli stessi) gli insegnanti hanno sempre preso la percentuale per ogni incontro, minimo il 5%, e in alcuni casi anche il 10%. Anzi, alcuni maestri (così come peraltro alcuni pugili) percepivano addirittura uno stipendio fisso mensile oltre naturalmente alle borse e alle percentuali, e il tutto era assolutamente al "netto", nel senso che erano esentati da tutte le varie spese da sostenere (trasferimenti, vitti, alloggi, visite mediche, sparrings, ed in alcuni casi perfino colazioni e affitti di casa!). L'unica figura a "rimetterci" in tal senso era il manager, ma ho usato le virgolette proprio per sottolineare il fatto che alla fine tutto veniva comunque coperto dai guadagni della sponsorizzazione.
Addentrandoci invece sull'aspetto tecnico, credo sia tutt'altro che scontato il fatto che l’insegnante sia in genere in grado di scegliere gli avversari, soprattutto quando provenienti da altre nazioni. E, causa il troppo forte coinvolgimento emotivo, bisogna anche rimarcare come spesso e volentieri proprio il legame così forte che ha con i suoi “ragazzi” gli impedisce di essere obiettivo e lo porta spesso anzi a sopravvalutare le potenzialità dei suoi assistiti. Mille gli esempi che potrei citare a tal proposito, citerò soltanto quello più emblematico in tal senso, evitando però logicamente di fare nomi e cognomi. Per la difesa volontaria di un mondiale fu chiesto all’insegnante di un nostro campione mondiale di scegliere l’avversario tra una rosa di 3/4 nomi: questi optò per l’avversario meno adatto e più pericoloso pensando invece di fare proprio l’esatto opposto, con la logica e praticamente scontata conseguenza di perdere il titolo e per giunta prima del limite. Il tutto condito dalla preparazione al quanto demenziale da lui architettata, all’interno della quale vennero addirittura scelti come sparring un ex campione del mondo (lo è anche ri-diventato poco dopo) e un ragazzo di quasi 17 anni, che all’epoca non “diceva” nulla, ma che pochi anni più tardi sarebbe poi diventato il numero uno del mondo “pound for pound!”. Ebbene, furono 20 giorni di battaglie senza soste con sedute di anche 8-10 riprese di guanti che in realtà non erano appunto solo guanti ma dei veri e propri matches, e i rounds di riposo erano quelli disputati con il 17enne futuro “mostro” della boxe mondiale. Insomma il nostro campione arrivò sul ring già svuotato di ogni energia e forza e le poche possibilità di mantenere il titolo che aveva sfumarono quindi già prima di salire sul ring. E tutto questo unicamente per la soddisfazione di vedere e far vedere agli altri il proprio ragazzo, fino a quel momento mai messo di fronte a campioni di un certo calibro, che picchiava o comunque teneva testa alla grande (sia pure solo in allenamento!!) ad un ex campione mondiale e comunque ad un pugile di livello assolutamente superiore rispetto a quelli fin li affrontati dal proprio assistito.
Concludo quindi dicendo che non farei (del resto credo sia sempre e comunque fuori luogo) discorsi assolutistici e questo considerando soprattutto le colossali difficoltà esistenti oggi, nel contesto peraltro di uno dei tanti e soliti ciclici sbalzi tra alti e bassi. Questo è un periodo di vacche magrissime dove chiunque si trovi coinvolto deve fare di ogni necessità virtù, che siano allenatori, pugili o managers. Non mi risulta infatti che nemmeno queste ultime due categorie navighino certo nell’oro, ne gli atleti che si trovano spessissimo costretti ad accettare borse molto poco onorevoli e adeguate, ne i procuratori i quali molto frequentemente rinunciano alle loro percentuali, in un periodo storico nel quale debbono persino sorbirsi anche il carico di organizzare le riunioni con tutti i rischi e i pericoli paralleli del caso.
Dei maestri soffermiamoci piuttosto a sottolineare il loro insostituibile e impareggiabile ruolo (se avessi potuto scegliere nel passato, e/o se ci fossero anche oggi le condizioni minime per poterlo fare, farei senza dubbio il maestro di professione) e le loro qualità spesso ben al di sopra della media. Un esempio su tutti è quello di Franchino Cerchi e quanto sia riuscito a fare con Branco sr. e con Sarritzu da quando li ha avuti nelle proprie mani; seguo da quasi 40 anni il pugilato ma mai mi è capitato di vedere due siffatti capolavori!
A presto.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 15 marzo 2007, 9:43 
Non connesso
Peso Welter
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 12:08
Messaggi: 1119
Cardinalino, hai deciso di non farmi dormire?
L'episodio in cui dici che fu fatto scegliere al maestro l'avversario
tra una rosa di di tre-quattro avversari mi pare anomala trattandosi
di un mondiale, comprensibile se l'avversario fosse stato un italiano
per un match di routine. Ho pensato chi possano essere gli interpreti,
penso di aver capito,ma non sono sicuro, il maestro in questione
penso abbia come lettera iniziale del suo cognome una G.
Mi piacerebbe che tu ci raccontassi di episodi analoghi, "amarcord"
dei bei tempi...So che postresti pure scriverci un libro, vero?
Dai,apri il libro dei ricordi!

_________________
...a volte la sfortuna è aiutata e si può travestire da cornerman inetti ed insensibili. -- Ilic "Mantequilla"--


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 15 marzo 2007, 18:11 
Non connesso
Peso Paglia

Iscritto il: lunedì 26 febbraio 2007, 0:12
Messaggi: 48
Località: Milano
Sei un grande Guadalupe! Comunque per quello che riguarda l'iniziale del maestro ... non posso e non voglio risponderti. Dico solo che fummo costretti a fare così proprio per non urtare la suscettbilità del ragazzo (ovviamente molto legato al suo insegnante) e del suo entourage, ma sotto sotto c'era anche una certa soddisfazione, da parte ... di chi sai tu, nel poter poi dimostrare con i fatti a tutti che, insistendo nel voler fare di testa loro (e non ascoltando invece chi ne sapeva di più), avrebbero inevitabilmente "sbattuto la testa contro il muro" (testuali parole). Ed infatti, purtroppo, così fù. Comunque ribadisco che sei un grande!
Tu mi inviti poi ad aprire l'album dei ricordi ed io ti prometto che molto ma molto presto aprirò una discussione che riguarderà gli anni d'oro del mitico Palalido. E al quel punto spero proprio che tu vorrai darmi una mano per far arrivare a tutti i nostri amici del forum la straordinarietà di quel periodo. E quanto fosse magica quella irripetibile atmosfera.
A presto.

P.S. Una curiosità: non è che, per caso, il maestro di cui hai nominato solo l'iniziale del cognome è lo stesso di cui ci hai parlato in altra circostanza, tempo fa, dicendoci di averlo visto a bordo di una Mercedes?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 15 marzo 2007, 22:07 
Non connesso
Peso Welter
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 12:08
Messaggi: 1119
Ci scusino gli altri utenti per questi indovinelli...
No il maestro che nominavo è della stessa città e praticamente ha preso
il posto di G. l'inziale di questo è B.
Il sig. E. G. non l'ho più sentito.
Smetto perchè altrimenti vado in confusione anch'io... :lol: :lol:

_________________
...a volte la sfortuna è aiutata e si può travestire da cornerman inetti ed insensibili. -- Ilic "Mantequilla"--


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 15 marzo 2007, 23:18 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:59
Messaggi: 4683
manca solo E.T.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2007, 11:13 
Non connesso
Peso Paglia

Iscritto il: lunedì 26 febbraio 2007, 0:12
Messaggi: 48
Località: Milano
Mi permetto di chiudere io questa stucchevole guerra delle iniziali: vuoi vedere che questo signor B, prima di "correre da solo", era l'assistente, peraltro non molto apprezzato, proprio del signor G?
A presto.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 22 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010