Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...
Oggi è lunedì 22 luglio 2019, 1:54

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: venerdì 12 aprile 2013, 0:05 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:59
Messaggi: 4686
Cari iscritti del forum Mondoboxe,
troverete strano, forse paradossale, che Vi scriva sul forum di cui sono creatore e amministratore (non unico) ma non posso farlo direttamente sul Vostro forum perché la mia presenza non è gradita al signor Stefano Slomma. Non posso nemmeno mettere a rischio di espulsione qualche iscritto comune ai nostri forum, affidando a lui la mia replica a quanto qualcuno di Voi va scrivendo su di me. E' vero, in passato, sono stato iscritto sotto falso nick al Vostro forum, così come qualcuno di Voi lo ha fatto nel nostro, ma erano anni fa, non ricordo nè nick nè password nè voglio più usare questo espediente davvero poco simpatico sebbene giustificato dal rifiuto del signor Slomma di ammettermi con la mia vera identità. Ognuno in casa sua, se la considerate casa sua e non Vostra, fa quello che vuole, faccio solo sommessamente notare che il signor Slomma, regolarmente da noi iscritto, ha libero accesso da noi qualora lo volesse. Sembrerebbe anche una assurdità che io Vi scriva qui, ma sappiamo benissimo, io e Voi, che venite a leggermi visto che poi parlate di quello che io scrivo nel forum e nella homepage, quindi leggerete anche questo messaggio o ne sarete informati da chi legge.
Non posso dire "sarò breve" perché non sarà così, e perdonate se abuso della Vostra pazienza, ma Vi prego di leggermi attentamente e con pazienza fino in fondo.
Negli ultimi giorni un iscritto di Mondoboxe, il signor Daniele Sepe (noto da Voi come Chef 80), mi ha attaccato con evidente livore, come del resto fa da qualche mese con evidenza palmare, per il mio numero 97 di Quisquilie e Pinzillacchere. Nello stesso giorno ho scritto un articolo sulla liceità o meno dell'elezione di Arturo Gatti nella International Boxing Hall of Fame di Canastota, argomento che poteva suscitare un dibattito anche da Voi come nel resto del mondo pugilistico, ma il signor Sepe ha preferito attaccarsi ad altro. Cominciamo col dire che la rubrica Quisquilie e Pinzillacchere è un tipo di rubrica come ce ne sono in tutti i giornali, si chiamino "Punzecchiature" piuttosto che "Punture di spillo". Il loro scopo è vicino a quello della satira, i lettori si divertono e la aspettano con interesse. Non avesse un ottimo successo in termini di lettura non sarebbe sopravvissuta alla unione fra Boxeringweb e Nonsoloboxe avvenuta 3 anni e mezzo fa. Non è, in sostanza, una rubrica che elargisce confetti. Non può esserlo.
Detto questo entro nella sostanza dell'attacco del signor Sepe riguardo al pugile Ortiz. Intanto è curiosissimo, per chi non sa distinguere le vere intenzioni, che il signor Sepe attacchi me e non Dario Torromeo che, prima di me e in misura molto maggiore e molto più incisiva, ha detto più o meno le stesse cose. Ribadisco comunque, come sostiene lo stesso Torromeo, che il pugile Ortiz non dovrebbe poter più combattere in territorio italiano. Ho sempre nutrito, e nutro, massimo rispetto per chi sale sul ring, da schoolboy o da professionista, ma pretendo, come spettatore di essere rispettato io pure. E spettacoli come quello di Roma non rispettano lo spettatore. Nella mia "carriera" di scrittore di boxe mi sono più volte espresso con estrema chiarezza su cosa penso non dei collaudatori, "specie" indispensabile alla crescita di qualsiasi giovane professionista, ma di certi finti pugili provenienti soprattutto da alcuni paesi dell'ex blocco detto sovietico. Ho nutrito molti sospetti, e ne ho informato anche la FPI quando collaboravo come responsabile delle comunicazioni con boxrec, su certe riunioni in alcuni paesi che sembravano fatte apposta, ammesso si siano mai davvero svolte, per rifare una "verginità" a certi frequenti ospiti dei nostri ring. Non mi risulta che il signor Sepe abbia mai fatto altrettanto. Lo stesso signor Sepe mi accusa di non aver citato tale Andrejevs oltre a Ortiz. A parte che anche un cieco saprebbe leggere che il mio scritto era rivolto soprattutto ai manager e agli organizzatori, non potevo certo fare un elenco di tutti quelli che, come Ortiz, dovrebbero sparire dai nostri ring e, tra l'altro, teleschermi. In ogni caso non parlo di chi non ho mai visto e io questo Andrejevs non l'ho mai appunto visto. Ancora, mi si accusa di avere scritto che il giudice che ha visto vincente Viloria contro Estrada avesse già deciso in precedenza il verdetto. Se il signor Sepe vede in questo una malizia o una accusa di corruzione sono problemi suoi, un verdetto può essere benissimo deciso in precedenza nella testa di un giudice anche in assenza di corruzione, evidentemente il signor Sepe ignora la popolarità di cui gode Viloria in alcuni paesi. Altra cosa è invece il mio giusto risentimento nei confronti di chi si è permesso di insinuare che noi del TBRB si prenda dei soldi per "aggiustare" le classifiche. Se qualcuno lo scrivesse di Voi, gentili signori?
Gli attacchi del signor Sepe risalgono a quando un altro redattore scrisse su boxeringweb che un pugile italiano era stato campione "mondiale" WBU. Ovviamente se la prese con me e non scrisse mai all'interessato, solo perché io invece ho sempre sostenuto che i titoli di sigla tutto sono fuorché mondiali, ignorando il signor Sepe non solo che io non sono il proprietario nè il direttore di Boxeringweb e che per sua fortuna Boxeringweb non impone nulla a nessuno, nè di scrivere una cosa nè di non scriverla, altrimenti scriverei altrove. Considero invece un successo che si siano adottate le classifiche del TBRB come le sole credibili. Il signor Sepe è tornato all'attacco accusando dappertutto Boxeringweb, e naturalmente me in particolare, di fare campagna elettorale a favore del candidato alla Presidenza della FPI Gualtiero Becchetti. Si trattava di un falso perché su Boxeringweb, per scelta, non c'è mai stata una parola a favore di nessun candidato e se ci sono stati un numero di comunicati stampa maggiori di Becchetti è stato solo perché lui ce li ha fatti sempre pervenire e gli altri candidati invece no. Personalmente invece ho fatto campagna per Gualtiero Becchetti e l'ho fatta come libero cittadino che si interessa di pugilato. Vorrei anche vedere che qualcuno potesse ledere questo diritto. Invece il signor Sepe ha scritto adombrando chissà quali promesse mi avrebbe fatto Gualtiero Becchetti per assicurarsi il mio sostegno. La cosa è davvero ridicola ma purtroppo la dietrologia è sempre più presente nelle nostre relazioni sociali così come la calunnia. Ho sostenuto il candidato Becchetti perché gli sono amico, molto amico, è una persona per bene, onesta, con il coraggio delle sue idee e delle sue azioni, probabilmente lontanissimo da me in tante cose ma degno della mia massima stima e amicizia, per quello che conta, e non ammetto che nessuno sostenga che io potessi avere un interesse personale.
Consentitemi a questo punto un piccolo excursus personale. In oltre 10 anni di "attività" ho scritto credo quasi 10.000 articoli senza mai incassare un centesimo, ho collaborato con la FPI a costo zero rinunciando all'incarico quando mi sono reso conto che la FPI stessa andava in direzione opposta a quella che io credevo, e credo, fosse quella giusta. Ho pubblicato un libro per il quale non ho ancora percepito le royalties, ne ho in pubblicazione un secondo e ne sto scrivendo un terzo. Sono responsabile della collana pugilistica della Bradipolibri senza percepire compenso (a proposito, signor Sepe, il libro che si era impegnato a scrivere prima della mia nomina e sul quale non ha mai risposto a una mia e-mail con richiesta di chiarimenti?), membro cooptato con mia somma sorpresa prima da The Ring Magazine e poi dal TBRB su proposta di diversi giornalisti americani fra i più famosi, sempre a guadagno zero. Ho invece percepito una paga forfettaria da Dahlia TV per i Mondiali AIBA 2009 più una paga oraria da Eurosport quando ho fatto la seconda voce, e a volte anche la prima, nelle telecronache. Tutto regolarmente presente nelle mie denunce dei redditi. Qualcuno dell'ambiente pugilistico mi ha anche fatto sapere come Eurosport abbia rinunciato alla mia collaborazione per pressioni dall'alto avendo io criticato qualcosa o qualcuno. Non so se corrisponda a verità. Non ho mai ricevuto neppure una querela perchè scrivo ciò che posso dimostrare o che rientri nell'esercizio della libera opinione. Ho ricevuto minacce via mail per le quali ho dovuto rivolgermi alla polizia postale, sono stato attaccato e insultato dal Presidente di un Comitato Regionale al quale ho subito fatto fare una figura meschina. Sono un uomo libero e lo sono sempre stato, lo sappia il signor Sepe. Indirizzi ad altri i suoi strali e cerchi, magari, di fare la metà di quello che ho fatto io con la stessa coscienza pulita, scusatemi il piccolo peccato di orgoglio.
Fra di Voi c'è gente che scrive molto bene di boxe, tanto si sa che noi Vi leggiamo come Voi leggete noi. Quel ragazzo che si firma Magic Man è un, sia detto simpaticamente,"mocciosetto presuntuoso" però se scrive di boxe fesserie ne dice poche, anche se come tutti i giovanissimi crede di sapere tutto e avere la verità in mano, ma, ripeto, è bravo. E poi c'è quello che voi chiamate zio Erik, Enrico Crociati, un altro che sa di boxe e che ha avuto perfino l'onore (si fa per dire) di leggere il primo brogliaccio del mio libro "Gong" anche se poi l'edizione definitiva è risultata un bel po' diversa. Enrico Crociati sembra essere convinto che io sia un frequentatore abituale delle aule giudiziarie come parte lesa. In tutta la mia vita ho denunciato una sola persona, un giornalista di cui non farò il nome per diversi motivi; i principali sono che, dopo le scuse, per me la questione è chiusa e soprattutto perché mi sono impegnato con lui, all'atto delle sue scuse, a non farne il nome. L'ho denunciato non perché mi abbia dato dello "stronzo" (non solo dello stronzo in verità) ma perché mi minacciò di farmi "spaccare la faccia". Non di farlo lui ma di farlo fare ad altri, spero capiate la differenza. Crociati gli era amico e non me l'ha perdonata ma lui non era al mio posto e non credo possa giudicare. Il fatto che il giornalista in questione abbia preferito chiedermi scusa e pagarmi le spese dell'avvocato dimostra da che parte stesse la ragione, a suo merito l'averlo riconosciuto. Per il resto le aule di tribunale le ho viste solo come testimone quando ho assistito a una rapina e per una triste causa di divorzio di un mio amico d'infanzia. Se io fossi quello che tu credi, caro Enrico, il signor Sepe avrebbe da tempo dovuto farsi assistere da un buon avvocato perché nella questione Becchetti è andato ben oltre il limite accettabile. Non ho intenzione di ritornare in tribunale ma se qualcuno dovesse accusarmi di corruzione o cose simili ci sono buone possibilità che mi convinca della necessità del contrario, ma lo farebbero, credo, molti di Voi. Quanto a Enrico Crociati sa, se vuole, dove trovarmi.
Ho abusato troppo della Vostra pazienza, e speso due ore per scriverVi, l'ho fatto perché credo che fosse e sia utile per cancellare ogni dubbio. Sia chiaro, Voi potete criticare tutto quello che io scrivo, vengo dal mondo dello spettacolo, ci vivo, e nessuno meglio di me sa cosa sia il diritto di critica. Ma le calunnie e le diffamazioni sono un'altra cosa.
Però state attenti a non scrivere troppo il mio nome o fare riferimenti a me, altrimenti il vostro boss si arrabbia...
Vi saluto, credete, cordialmente e dedichiamoci ora tutti a Donaire-Rigondeaux. Per me la questione è chiusa.
Vostro
Vittorio Parisi


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lunedì 21 ottobre 2013, 22:34 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:59
Messaggi: 4686
Ma lo sapete che un iscritto nostro che ha osato nominarmi su quel forum viene ora minacciato da un cosiddetto moderatore? Certo non c'è limite al peggio...


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010