Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...
Oggi è giovedì 22 agosto 2019, 7:10

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Discussione sui PROMOTER ITALIANI
MessaggioInviato: martedì 1 marzo 2011, 14:57 
Non connesso
Peso Minimosca

Iscritto il: lunedì 28 febbraio 2011, 18:37
Messaggi: 129
Salve,
volevo aprire una discussione sugli Organizzatori Nostrani...

Quali sono i migliori secondo voi?

Se foste un pugile dilettante intento a passare professionista a quale Promoter vorreste legarvi?
E soprattutto perché?

_________________
"Ho odiato ogni singolo minuto di allenamento, ma mi dicevo: Non rinunciare. Soffri ora e vivi il resto della vita da Campione!!!"

IL DESTINO E' UN INVENZIONE DELLA GENTE FIACCA E RASSEGNATA


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Discussione sui PROMOTER ITALIANI
MessaggioInviato: martedì 1 marzo 2011, 15:15 
Non connesso
Peso Minimosca

Iscritto il: lunedì 28 febbraio 2011, 18:37
Messaggi: 129
Precedentemente ho aperto questa discussione, xò ora devo dire come la penso io...

Credo che dal punto di vista del pugile il migliore siano i Cerchi con la OPI2000 in quanto sono quelli che riescono ad allestire gli eventi più importanti anche all'estero dando grandi possibilità ai pugili, anche in avanti con l'età come Fragomeni e Branco rispettivamente sfidanti al titolo mondiale ed europeo, per non parlare di Domenico Spada designato fresco sfidante di Baker per l'Europeo.
Insomma credo che Cherchi sia il più influente anche all'estero con la possibilità di organizzare grandi eventi, anche se devo dire che non mi è particolarmente simpatica quella sua abitudine di interferire all'angolo tra pugile e maestro durante l'incontro.

In termini di beneficio per il pugilato italiano credo che invece faccia un ottimo lavoro De Clemente con la sua frequente organizzazione di incontri tra pugili italiani che sicuramente hanno molto più appeal del solito Ungherese di turno. Soprattutto è da non sottovalutare il fatto che è pronto a rischiare di mettere una sconfitta in più sul record di un suo pugile ma creando sicuramente spettacolo ed "esperienza vera" per il suo pugile a differenza dei soliti incontri scontati con il perdente di turno che non giovano ne al pugilato italiano e ne sopratutto al pugile che quando si troverà ad affrontare avversari "veri" non avrà "vera" e sufficiente esperienza.


Allegati:
Commento file: "HO ODIATO OGNI SINGOLO MINUTO DI ALLENAMENTO, MA MI DICEVO: NON RINUNCIARE. SOFFRI ORA E VIVI IL RESTO DELLA VITA COME UN CAMPIONE" -THE GREATEST-
THUNDER.jpg
THUNDER.jpg [ 56.18 KiB | Osservato 916 volte ]

_________________
"Ho odiato ogni singolo minuto di allenamento, ma mi dicevo: Non rinunciare. Soffri ora e vivi il resto della vita da Campione!!!"

IL DESTINO E' UN INVENZIONE DELLA GENTE FIACCA E RASSEGNATA
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Discussione sui PROMOTER ITALIANI
MessaggioInviato: martedì 1 marzo 2011, 15:47 
Non connesso
Peso Minimosca

Iscritto il: lunedì 30 agosto 2010, 1:12
Messaggi: 184
Sono d'accordo con te su Cherchi,ma fino a un certo punto.Sicuramente con l'esperienza maturata alle spalle di Branchini ha un certo "giro" di agganci in giro per il mondo,ma spesso i suoi amministrati che ottengono opportunita' all'estero sembrano vittime designate e in caso di vittoria si vedono costretti a difendere i loro titoli ancora all'estero (ricordi Sanavia ??) dato lo scarso se non nullo interesse per la boxe delle nostre tv.In italia Buccioni era partito bene organizzando bene a Roma,anche se mi pare si sia fermato un po'... gli altri sono poca cosa...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Discussione sui PROMOTER ITALIANI
MessaggioInviato: martedì 1 marzo 2011, 16:14 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:59
Messaggi: 4687
Per prima cosa devo mettervi in guardia su cosa scrivete, limitandovi possibilmente a parlare positivamente di chi pensate sia degno di stima. Questo perché una organizzazione pugilistica italiana ha denunciato due anni fa un nostro iscritto che ne aveva parlato male anche se, per esempio, su Mondoboxe l'unica cosa che non avevano scritto contro quella organizzazione era un'accusa di pedofilia ma naturalmente nessuno ha mosso un dito. La cosa è in mano alla magistratura.
Ora dico il mio parere.
Non credo che in Italia girino personaggi da evitare come la peste tipo Don King e questo è già qualcosa. La scelta si deve basare su vari parametri stipulando un contratto dai termini chiari e a scadenza non lunghissima. La OPI 2000 è sicuramente l'organizzazione più introdotta ad alti livelli, soprattutto nel WBC, nè si può fare un torto a loro se poi gli enti locali qui non cacciano un centesimo e i pugili devono difendere all'estero i loro titoli. Non è detto che però un neoprofessionista, soprattutto se non carico di allori dilettantistici, abbia convenienza a passare con loro fin dall'inizio e invece magari farlo in un secondo tempo se le cose vanno bene. Ci sono organizzatori e manager come i Loreni o i Cavallari che fanno una attività locale e nazionale insostituibile e meritoria e a volte mettono anche di fronte pugili della loro stessa scuderia. Abitando al Nord conosco soprattutto la loro attività ma sicuramente nel resto del paese ci sono altre opzioni vantaggiose. Non trascurerei neppure il gradimento che un pugile possa avere per allenatori legati a questa o quella organizzazione.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Discussione sui PROMOTER ITALIANI
MessaggioInviato: mercoledì 2 marzo 2011, 9:59 
Non connesso
Peso Supermedio
Avatar utente

Iscritto il: martedì 21 febbraio 2006, 10:03
Messaggi: 2233
io penso che il migliore di tutti è il sig. Gatti di Brescia e la Rainbow del sig. Gasparri
opss scusate altri tempi :cyclops:

_________________
Due sono i tipi di conoscenza. O si conosce una materia in prima persona o si sa come trovare le informazioni al riguardo.

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Discussione sui PROMOTER ITALIANI
MessaggioInviato: giovedì 7 aprile 2011, 9:49 
Non connesso
Peso Mosca

Iscritto il: giovedì 16 settembre 2010, 15:51
Messaggi: 210
In linea di massima concordo con Bonaccorso.
Premetto che non seguo la boxe femminile, quindi i miei "giudizi" riguardano le organizzazioni che rifuardano solo gli uomini.
Personalmente, credo che i più importanti in italia siano Loreni, Cavini e Opi2000.
Per Loreni e Cavini il discorso è simile, un + per l'attività in Italia, un - per gli agganci a certi livelli.
Per Opi2000 il discorso è opposto, un - per l'attività in Italia e un + per gli agganci ad alti livelli.
Quindi dipende molto da che pugile sei e che vuoi fare, personalmente fossi un neoprof o un pugile con ambizioni come titolo italiano o ue non esiterei a entrare in una scuderia come Cavini e Loreni, dato che offrono un'attività costante, fanno combattere parecchio e in poco possono portarti a combattere sia per l' Italiano che per l'ue. Certo, organizzano anche ebu ma io personalmente, fossi pugile di quei livelli, salterei la staccionata e passerei con Cherchi che credo che per europei e mondiali di sigla in italia non ha pari. Basta vedere i prossimi impegni di Spada (ebu) G.Lauri (ebu) Fragomeni (wbc silver) S.Branco (ebu) e opreazioni come doppio wbc per Spada, wbc per Della Rosa (!) la gestione di Fragomeni ecc ecc.
Rimane il fatto che se si trovassero tv e sponsor sarebbe più semplice per tutti organizzare di tutto.
credo che operando in questa triste realtà un mezzo applauso se lo meritino pure loro!


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 17 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010