Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...
Oggi è domenica 20 gennaio 2019, 15:53

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: OTTAVIO TAZZI
MessaggioInviato: venerdì 13 settembre 2013, 20:34 
Non connesso
Peso Paglia

Iscritto il: lunedì 26 febbraio 2007, 0:12
Messaggi: 48
Località: Milano
Ciao Mamascia (in milanese mammaccia ... ai "nostri" tempi Ottavio veniva chiamato così e solo molto più avanti il soprannome si è trasformato in "nonno"), io e tutti i tuoi ragazzi siamo qua nel disperato tentativo di vincere la malinconia che ci sta assalendo per un tempo che è maledettamente passato e nel quale è stato troppo bello stare al tuo fianco. Oramai da anni le tue condizioni di salute erano compromesse, soprattutto nell'ultimo periodo così pesante e buio del tuo cammino terrestre, ma la luce che hai saputo emanare dai tuoi occhi, dalla tua dolcezza e dalla tua impareggiabile simpatia ... no, purtroppo - perlomeno in questa fase - non riesce proprio ad essermi di conforto e di aiuto, ma acuisce al contrario la mia malinconia di cui sopra e questa sensazione di grande tristezza che ora dopo ora aumenta. Hai una minima idea di quanti flash e quanti ricordi si stanno alternando in queste ore nella mia mente? Certamente si ed oltre a te, in questo film attore principale, scorgo ovviamente di volta in volta una miriade di co-protagonisti altrettanto importanti ed insostituibili, a partire da mio padre (a proposito: se tel vedet, dag un basin) passando poi per tutti i tuoi-nostri ragazzi con i quali abbiamo condiviso tantissime memorabili "scene". Se penso alla nostra "prima", non può non venirmi in mente quando a Viareggio nell'estate del 1978 durante la preparazione del mondiale (poi saltato) con Wissembach io dormivo nel letto matrimoniale in mezzo a te e a Rocky con voi che alle 6 del mattino cercavate di convincermi a seguirvi per la seduta di footing ed io che puntualmente vi "rimbalzavo" rigirandomi nel letto e prendendo del mollaccione da voi. Se penso invece a tutte le altre, il traffico che si forma è da bollino rosso estivo, iniziando dalle centinaia e centinaia di pomeriggi trascorsi insieme nella tua-nostra amata Palestra Doria mentre cercavamo di dare - ognuno per quello che poteva - il nostro contrbuto ai tanti pugili che di volta in volta si allenavano, proseguendo per le altrettanto numerose trasferte vittoriose (e non) in giro per l'Italia e l'Europa, e terminando con le 2 - fra queste ultime - più importanti ed indimenticabili ... talmente indimenticabili che meritano "due righe" a testa tutte per loro. In primis, a livello cronologico, quella di Stoke On Trent in Inghilterra dove dopo una settimana di risate a crepapelle, di allenamenti super e nel contesto di una atmosfera semplicemente magica sbancammo il regno unito conquistando il mondialino con il nostro Kamelino al termine di un match durissimo ed in mezzo agli sputi del pubblico inglese. In poche parole: viaggio aereo a parte (quanta fifa su quegli aerei fatiscenti), la trasferta più bella di tutta la mia sia pur breve carriera ... con quel cameriere spagnolo che mi martellava ogni giorno ripetendo quella frase che è diventata per tutti noi poi il nostro motto per anni "lui mangia come cavallo e lavora come gallina" e quelle macchinette infernali alle quali abbiamo lasciato parecchi pounds nel vano tentativo di "arrotondare la borsa" del match. E per ultima quella di Teramo, dove con grande fortuna (un po' ce ne vuole sempre) e altrettanta abilità (anche questa non va sottaciuta ... nemmeno per inutile immodestia) abbiamo conquistato - unici in Ialia, a tutt'oggi - ben 2 campionati del mondo in un'unica serata, uno sempre col Kamelino e l'altro con Valerio. Chi sta leggendo ha capito benissimo: tu sei stato l'unico allenatore italiano che ha conquistato/vinto 2 titoli iridati nello stesso giorno (e se prima ho usato il plurale con "abbiamo" ed "unici" è perché la stessa cosa riguarda altrettanto il sottoscritto, nel mio caso a livello di procuratore all'angolo nei match in questione) e tra le tante bellissime cose che ho letto sul tuo conto in questi giorni non ho appunto visto mai menzionato questo dato a mio avviso invece parecchio significativo. In quella sera però, per motivi che sono andati ben al di là delle mie/nostre intenzioni e piaceri, si è anche un po' chiusa la nostra storia lavorativa comune, perché il pugilato è sprofondato in una crisi così travolgente che mi ha costretto - io per età avevo il dovere di farlo - a cercare un'altra strada, una strada dove con tutta franchezza il tuo calore, la tua semplicità e l'atmosfera che solo tu sapevi creare non si sono finora nemmeno visti col binocolo. Come in tutti i rapporti di questo mondo, compreso quelli "famgliari", anche tra di noi c'è stata qualche incomprensione e qualche divergenza, non a caso peraltro solo dopo che il nostro team, per quella causa di forza maggiore di cui sopra, si è dovuto sciogiere, ma tra na mama e il so fiulet (in italiano tra un mamma e il suo figlioletto) tutto questo ha contato come il 2 di coppe a briscola quando la briscola è bastoni, e quello che é rimasto ... porcaccia eva !!! è questa malinconia tremenda per un tempo troppo bello che se ne è andato troppo in fretta. L'unica cosa che colpevolmente non ho ancora fatto in queste ore tristi è ringraziare il nostro buon Dio perché in mezzo a qualche rosa e a tante spine mi ha fatto trovare te sul mio cammino, te che mi hai trasmesso tanto calore, tanta umanità, tanta semplicità, tanta umiltà e la tua impareggiabile simpatia. Ed è proprio per tutto ciò che io, come del resto tutti quelli che ti hanno conosciuto, te voeri tant ben, o me bela mamascia.
Il tuo Adrianino


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: OTTAVIO TAZZI
MessaggioInviato: venerdì 13 settembre 2013, 22:35 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:59
Messaggi: 4658
Ringrazio Adriano Branchini per questo scritto che viene dal profondo dell'anima per ricordare un uomo di cui mi hanno sempre colpito gli occhi. Però Adriano se è vero che il passato non torna è anche vero che tante belle cose si possono ancora costruire. Intanto comincia a tornare a scrivere in mezzo a noi.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: OTTAVIO TAZZI
MessaggioInviato: sabato 14 settembre 2013, 8:16 
Non connesso
Peso Supermedio
Avatar utente

Iscritto il: martedì 21 febbraio 2006, 10:03
Messaggi: 2227
Grazie Cardinalino per il tuo scritto
Anch'io, lo ricorderò per sempre insieme ad Umberto Branchini
nonostante fossi di un'altra palestra, mi hanno sempre aiutato
era una boxe di altri tempi

_________________
Due sono i tipi di conoscenza. O si conosce una materia in prima persona o si sa come trovare le informazioni al riguardo.

Immagine


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010