Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...
Oggi è domenica 24 marzo 2019, 7:13

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 22 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: CLEMENTE RUSSO
MessaggioInviato: martedì 19 aprile 2011, 18:15 
Non connesso
Peso Minimosca

Iscritto il: lunedì 28 febbraio 2011, 18:37
Messaggi: 129
gelato al pistacchio ha scritto:
Guardate che in tutti gli sport ci sono i gruppi sportivi dell' esercito, non c'è mica il caso di farne un tragedia. Quando Tomba vinceva ori e argenti alle olipiadi non ho sentito nessun sportivo lamentarsi che lui era fortunato perchè poteva allenarsi tutto il giorno visto che era dell' arma dei Carabinieri. Non capisco sto melodramma, i dielttanti sono gli unici che prendono lo stipendio fisso e possono fare boxe a tempo pieno? Dove sta il problema? Se vogliamo proprio arrabbiarci facciamolo con chi ha permesso che il pugilato italiano andasse completamente a ramengo, se ci fossero tv, sponsor e soldi Russo & C. sarebbero tutti prof da un bel pezzo.


Purtroppo è un circolo vizioso che se entri non esci più, mi spiego:
è vero Russo e c. non sono professionisti perche i soldi delle tv non ci sono ma i soldi non ci sono anche perche i Russo e C. (cioè i migliori) non sono professionisti...
Vedi che se Russo, Cammarelle, Valentino e C, cioè campioni del mondo e olimpici, passassero pro i soldi da investire su di loro ci sarebbero e come, xke attirano pubblico, il problema è che sono loro a non voler passare pro perche non vogliono rischiare... il pugilato professionistico è rischio...
se Cammarelle passa pro, i primi match prenderà una borsa bassa, forse inferiore allo stipendio militare, ma se combatte e vince molto e arriva a sfidare i migliori (come è successo a sui ex avversari ai mondiale i olimpiadi) puo arrivare a guadagnare borse stratosferiche che neanche si sogna... il problema è che però se perde 1, 2, 3 match esce dal giro e torna a guadagnare poco.... quindi per questi uomini il rischio non vale la candela... meglio 3500 euro fissi anche se perdi 10-15 match da dilettanti che rischiare di finire a fare il sacco in giro per il mondo per due spicci... e poi da dilettanti arrivati a quarantanni quando appenderanno i guanti al chiodo rimangono nell'arma ugualmente e vanno incontro a una vita tranquilla e una bella pensione... il pugile pro ha 40 anni se non è stato in grado di gestirsi bene e di investire i suoi guadagni di una carriera relativamente breve rischia di rimanere con un pugno di mosche...
ecco dove sta il problema, loro ragionano cosi, mejo una gallina oggi che un uovo domani...

Neanche Muhammad Ali e Nino Benvenuti i primi match da prof hanno guadagnato chissà che ma una volta arrivati ai vertici il discorso cambia....

E poi il discorso di Tomba non regge perchè negli sport come lo sci, il nuoto, lo slittino o altri simili non c'è un professionismo come c'è nella boxe...

_________________
"Ho odiato ogni singolo minuto di allenamento, ma mi dicevo: Non rinunciare. Soffri ora e vivi il resto della vita da Campione!!!"

IL DESTINO E' UN INVENZIONE DELLA GENTE FIACCA E RASSEGNATA


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CLEMENTE RUSSO
MessaggioInviato: mercoledì 20 aprile 2011, 10:11 
Non connesso
Peso Gallo

Iscritto il: venerdì 2 novembre 2007, 19:54
Messaggi: 447
Il problema é sempre il solito...In Italia la Fpi ha creato i dilettanti di Stato, scoprendo l'Unione Sovietica 20 anni dopo la caduta del muro. Ricordate quando stramaledivamo i russi perché affrontavano i nostri ragazzini? Ora siamo noi a fare questo. Alle Olimpadi porteremo pugili abbondantemente ultratrentenni allo loro terza esperienza (ammesso che riescano ad andarci). Risultato: per 15 anni anni hanno chiuso la strada ai giovani dilettanti, non hanno portato nuove forze al professionismo e si sono quasi monopolizzati i quattrini della Fpi (almeno quelli non spariti). Oltretutto, anche ora alla vigilia dei grandi impegni é stato assunto a peso d'oro un allenatore dell'Est che prepari la squadra. Ma si ha fiducia o no nei nostri tecnici? Se sì, a che serve strapagare uno straniero? Se no, teniamo lo straniero e mandiamo a casa i nostri, che almeno si risparmia! Dopo Londra che succederà? Semplice. Che si vinca o si perda (cosa più probabile), la nazionale azzurra sarà finita per anni e per capire questo basta guardare i risultati attuali dei nostri giovani anche in tornei di second'ordine.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CLEMENTE RUSSO
MessaggioInviato: mercoledì 20 aprile 2011, 10:21 
Non connesso
Peso Supergallo

Iscritto il: mercoledì 21 giugno 2006, 13:38
Messaggi: 507
Sottoscrivo ogni parola, con una aggiunta: se Londra 2012 va male la Fpi può chiudere bottega...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CLEMENTE RUSSO
MessaggioInviato: mercoledì 20 aprile 2011, 11:36 
Non connesso
Peso Mosca

Iscritto il: giovedì 16 settembre 2010, 15:51
Messaggi: 210
THUNDER ha scritto:

Purtroppo è un circolo vizioso che se entri non esci più, mi spiego:
è vero Russo e c. non sono professionisti perche i soldi delle tv non ci sono ma i soldi non ci sono anche perche i Russo e C. (cioè i migliori) non sono professionisti...
Vedi che se Russo, Cammarelle, Valentino e C, cioè campioni del mondo e olimpici, passassero pro i soldi da investire su di loro ci sarebbero e come, xke attirano pubblico, il problema è che sono loro a non voler passare pro perche non vogliono rischiare... il pugilato professionistico è rischio...


1) Non c'è scritto da nessuna parte che uno sportivo abbia il dovere di fare il martire per rilanciare il suo stesso sport.
2) Valentino e C non attirano nessun pubblico perchè le WS sono state dal punto di vista dell' afflusso di pubblico pagante sono state un mezzo flop
3) Non passano pro perchè il professionismo italiano non da garazie anche se fai i risultati. Guarda Sarritzu , Maludrottu, i vari Branco, Spada, Fragomeni, Galassi... tu pensi che non avrebbero vinto il doppio o il triplo fossero stati tedeschi o inglesi????.
Perchè in italia uno dovrebbe passare prof?
Per affrontare un bidone dietro l'altro perchè non ci sono soldi per affrontare avversari che ti permettano di crescere?
Per vincere titoli farsa contro avversari modesti per avere accesso alle classifiche ebu o di sigla?
...e poi stare parcheggiato lì affrontando altri sacchi nella speranza di diventare sfidante del Campione (a casa sua)? Con le prospettive di prenderti un sacco di botte perchè non sei cresciuto e non puoi combattere a quei livelli o anche compissi il miracolo di farti rubare il match?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CLEMENTE RUSSO
MessaggioInviato: mercoledì 20 aprile 2011, 13:34 
Non connesso
Peso Minimosca

Iscritto il: lunedì 28 febbraio 2011, 18:37
Messaggi: 129
Cita:
1) Non c'è scritto da nessuna parte che uno sportivo abbia il dovere di fare il martire per rilanciare il suo stesso sport.
2) Valentino e C non attirano nessun pubblico perchè le WS sono state dal punto di vista dell' afflusso di pubblico pagante sono state un mezzo flop
3) Non passano pro perchè il professionismo italiano non da garazie anche se fai i risultati. Guarda Sarritzu , Maludrottu, i vari Branco, Spada, Fragomeni, Galassi... tu pensi che non avrebbero vinto il doppio o il triplo fossero stati tedeschi o inglesi????.
Perchè in italia uno dovrebbe passare prof?
Per affrontare un bidone dietro l'altro perchè non ci sono soldi per affrontare avversari che ti permettano di crescere?
Per vincere titoli farsa contro avversari modesti per avere accesso alle classifiche ebu o di sigla?
...e poi stare parcheggiato lì affrontando altri sacchi nella speranza di diventare sfidante del Campione (a casa sua)? Con le prospettive di prenderti un sacco di botte perchè non sei cresciuto e non puoi combattere a quei livelli o anche compissi il miracolo di farti rubare il match?


1) è vero non c'è scritto da nessuna parte che uno sportivo deve fare il martire ma non ce scritto anche che un 35 enne (vedi cammarelle) debba chiudere le porte della nazionale a giovani promettenti, potenziali campioni, che di conseguenza si perdono per strada perche non fanno esperienza internazionale, vera e probante...

2)Le word series non hanno avuto pubblico non perche c'erano Valentino, Russo e C. ma perchè sono una buffonata con pugili dilettanti che provano a combattere da professionisti, ma non ne sono capaci, vedi la quantità di testate esorbitante. E perche gli spettatori del pugilato vero, quello professionistico, non se le sono viste anche per una questione di principio, cioè non accettanto che un dilettante combatte da finto professionista con i guantoni imbottiti, dandosi una svaria di capocciate e poi finite le word series tornano a mettersi caschetto e maglietta (questo puoi chiederlo a chiunque qua sopra e vedi che il 90% la pensa come me

3) non è vero che il pugilato pro non da garanzie anche se fai risultati, i pugili italiani che io stimo immensamente come spada e fragomeni purtroppo si sono fermati dove sono arrivati perche di più non potevano... Es. Vediamo Spada contro Zbik, è vero nel primo macth forse aveva vinto di qualche punto, sicuramente in italia avrebbe vinto, ma poi nella rivincita a perso nettamente, e se vinci di un punto con il buon Zbik è anche inutile che vai in america a sfidare Chevez (ciò che sta facendo ora Zbik) xke di speranze ne hai davvero poche... Es. Fragomeni a combattuto con Haye, all'epoca ancora non campione del mondo, e ha perso per TKO, quindi non si puo parlare di furto, e se avrebbe vinto lui per ko forse l'avrebbe fatta lui la strada che poi in seguito ha fatto Haye e di conseguenza avrebbe guadagnato le sue borse...

Il problema e che i pugili migliori come Cammarelle e Valentino che anche da professionisti potrebbero ambire a sfidare e battere i migliori tipo haye e compagnia bella non lo fanno ma restano dilettanti e di conseguenza bloccano tutto... perche i dilettanti inferiori a loro che non riescono ad arrivare in nazionale dove sono loro passano pro ma poi non hanno le capacità e le possibilità che hanno loro...
Ti ripeto che i pugili che hanno sfidato Cammarelle e Valentino e spesso e volentieri battuto ora sono ai vertici delle classifiche mondiali professionistiche, e i nostri sono a vincere i tornei dilettanti contro ragazzini...

Es. Alexander Povetnik, sfidante di cammarelle di cui ha perso con onore, ora è pro con un record di 21 vittorie 0 scon - N° 2 del Rankings WBA prossimo sfidante mondiale
Es. Oscar Rivas, battuto da cammarelle pro con un recor di 5 Vittorie e 0 sconfitte
Es. David Price, Battuto 3 volte da Cammarelle pro con un record di 9 vittorie e 0 sconfitte
Es. Krubat Pulev, battuto 2 volte da Cammarelle pro con un record di 11 vittorie e 0 sconfitte, gia giustiziere del nostro Vidoz, prossimo sfidante al titolo europeo
Es. Frankie Gavin, sfidante di Valentino di cui a perso bene, pro con 9 vittorie e 0 sconfitte già campione nazionale Inglese...

Potrei continuare a lungo ma è inutile... Io assolutamente non nego che il professionismo italiano è a rotoli e la colpa è della federazione e degli sponsor, ma non possiamo negare che una parte di colpa è anche di quei pugili che non rischiano, non si mettono alla prova.... Alla base de pugilato ci sono emozioni tipo: sfidare i propri limiti, dimostrare di essere il migliore, arrivare il più in alto possibile, mettersi alla prova e tante belle cose che i nostri pugili di oggi non hanno... stanno diventando come i calciatori che preferisco stare una stagione in tribuna a rubare lo stipendio senza giocare mai in una squadra di livello piuttosto che andare in una squadra inferiore mettendosi alla prova come calciatore... questo è 0 orgoglio, 0 amor proprio... e gia il fatto che stiamo paragonando i pugili ai calciatori dovrebbe farci preoccupare...

Io ripeto ancora una volta: pensate se i vari Benvenuti, Arcari, Oliva, Parisi ecc.. dopo aver vinto una medaglia olimpica non fossero passati pro puntando alle vette del mondo, da alcuni di loro poi raggiunte, ma fossero rimasti dilettanti per sempre....

Facciamoci un esame di coscienza tutti... le colpe stanno sempre da tutte le parti e i pugili che non passano pro hanno le loro...

Scusate il poema...

_________________
"Ho odiato ogni singolo minuto di allenamento, ma mi dicevo: Non rinunciare. Soffri ora e vivi il resto della vita da Campione!!!"

IL DESTINO E' UN INVENZIONE DELLA GENTE FIACCA E RASSEGNATA


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CLEMENTE RUSSO
MessaggioInviato: mercoledì 20 aprile 2011, 14:54 
Non connesso
Peso Minimosca

Iscritto il: lunedì 28 febbraio 2011, 18:37
Messaggi: 129
in aggiunta a quanto detto sopra mi è venuto in aiuto Luca Giacon...

oggi hanno fatto un servizio su di lui su italia 1 e in poche parole gli e stato chiesto: Dove vuoi arrivare?

e lui ha risposto: "Combatto per un sogno, voglio sempre un po di più, voglio arrivare il più in alto possibile"....

Questo è lo spirito.... Purtroppo i nostri dilettanti di stato oggi combattono non per un sogno ma per uno stipendio...

I soldi sono importanti, ma prima viene l'onore e il prestigio di alzare una cintura, rischiando, ma che di conseguenza porterebbe anche molti più soldi nelle tasche.... qui il rischio vale la candela... solo per il fatto di calcare ring magici calcati dai più grandi in passato...

_________________
"Ho odiato ogni singolo minuto di allenamento, ma mi dicevo: Non rinunciare. Soffri ora e vivi il resto della vita da Campione!!!"

IL DESTINO E' UN INVENZIONE DELLA GENTE FIACCA E RASSEGNATA


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CLEMENTE RUSSO
MessaggioInviato: sabato 23 aprile 2011, 9:28 
Non connesso
Peso Gallo

Iscritto il: venerdì 2 novembre 2007, 19:54
Messaggi: 447
Il fatto é che un pugile vero ha come propria caratteristica fondamentale quella di accettare il rischio. I nostri vecchi "dilettanti-professionisti" della nazionale no, perché non sono evidentemente pugili veri e con quegli attributi necessari a farne dei campioni con la c maiuscola. Meglio andare a fare la talpa in tv, i film e le fotografie e a incontrare ragazzini (salvo poi magari anche perderci) e fare quelle inguardabili WSB che battersi tra i professionisti. I successi dei dilettanti portano "gloria" e forse qualcos'altro ai dirigenti che per questo se li tengono stretti a suon di euro. Se poi dopo Londra 2012 non ci saranno che rovine, ci penseranno gli altri!


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 22 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010