Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...
Oggi è martedì 23 luglio 2019, 9:52

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 14 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Il Mitico Palalido Degli Anni '70
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2007, 11:20 
Non connesso
Peso Paglia

Iscritto il: lunedì 26 febbraio 2007, 0:12
Messaggi: 48
Località: Milano
Sono entrato da poco nel Forum e questo è la prima “discussione” che apro. Non avrei mai potuto scegliere argomento migliore di questo, anzi il mio obiettivo è proprio quello di confrontare e scambiare con molti di voi tanti ricordi ed emozioni che ci legano al mitico Palalido di quel periodo.
Ho voluto specificare “anni ‘70” in quanto è assolutamente in quella decade che questo impianto sportivo milanese ha raggiunto l’apice della sua attività e questo non solo perché, fino al 1974, fosse l’unico esistente nella metropoli lombarda, ma soprattutto per la qualità del pugilato che ha ospitato e che lo ha nobilitato.
Prima di ogni altra cosa desidero esprimere la mia grande nostalgia nel ripensare a quella straordinaria atmosfera che avvolgeva e inebriava ogni serata trascorsa in piazza Stuparich, nulla a che vedere con le riunioni di oggi anche se farcite di mondiali o europei o comunque di grandi matches. Sarà stato forse quel periodo, dove tutto veniva vissuto con molta più passionalità, saranno stati magari i grandi ed unici personaggi che calcavano quelle scene (e non mi riferisco assolutamente solo ai pugili), saranno stati appunto la qualità media e la quantità degli atleti di quel tempo decisamente superiori a quelli di oggi … io non so cosa abbia determinato l’irripetibilità, a prescindere, di quelle serate … so solo, ed è una magnifica sensazione, che chiunque abbia avuto la fortuna di attraversare quell’epoca, come me ne è rimasto per sempre rapito. E la creazione di questo argomento ha proprio l’obiettivo di farvi riprovare, insieme a me, con la mente e con l’anima il maggior numero di brividi possibili. Poi ci sarà tempo e modo per risvegliarsi.
Cominciamo adesso a fare qualche nome dando, come credo sia doveroso, la precedenza a chi creava e gestiva le serate. Ecco i “nostri” eroi.
*Umberto Branchini, detto “il cardinale” (indiscutibilmente il re del Palalido) e suo figlio Giovanni, i quali, in quanto managers di professione, si sono avvalsi di alcuni preziosissimi amici-collaboratori che hanno siglato quelle riunioni: Egidio Tana (il più competente e continuo), il loro nipote/cugino Bruno Branchini (il più “spettacolare” e generoso), Tonino Ardito, Tony Girardello e Mario Ebranati;
*Gianni Scuri (legato in particolare alle colonie dei bresciani Gatti e Mariani);
*Plutarco Chiesa (legato alla scuderia di Gigi e Fausto de’ Molinari);
*Gianni Vignati;
*I grandi Rodolfo Sabbatini e Renzo Spagnoli, che cito per ultimi solo perché, in quanto romani di provenienza e principali antagonisti dei Branchini, erano da considerare come “intrusi” ed infatti la loro frequenza è stata minore rispetto a quella degli altri già citati … ma non per questo lo spettacolo era assolutamente inferiore.

Veniamo adesso invece ai pugili che hanno immancabilmente infiammato le platee, iniziando dai campioni iridati o continentali o perlomeno, in ordine rigorosamente sparso, ad alcuni di questi:
Germano Valsecchi (il più amato/odiato, comunque il “personaggio” per eccellenza), Lorenzo Zanon (lo “stile” nei pesi massimi), Franco Udella (suo il record di presenze di pubblico il 04/04/1975 quando conquistò il primo titolo mondiale Wbc assoluto nella storia dei minimosca battendo per dsq 12 il messicano Valentin Martinez che venne squalificato perché reo di aver colpito il sardo sotto la cintura), Tonino Puddu (uno dei più spettacolari), Rocky Mattioli (semplicemente il migliore), Miguel Angel Castellini e Vito Antuofermo (il primo iridato nei medi jr., del secondo sappiamo tutto), Mate Parlov (campione del mondo dei mediomassimi, sconfitto in una delle sue apparizioni in un “8 round” dal magnifico Matthew Saad Muhammad anche lui pluri iridato), Natale Vezzoli (miracolo europeo nei piuma) etc.; ma come non menzionare pure alcuni rappresentanti di due altre fattispecie di boxeur, le promesse ed i mestieranti: per i primi impossibile non ricordare per esempio Antonio Chiodoni, Giacinto Franzolin, Giovan Battista Capretti, Vincenzo Quero, Aristide Pizzo, Eupremio Epifani, Donato Romano, Sulley Shittu etc.; mentre per i secondi scelgo, sempre in ordine casuale, Heleno Ferreira, Giuseppe Agate, Luciano Lanfranchi, Walter Guarneri, Filippo Belvedere, Paul Ikumapay, i fratelli Dante e Gabriele Lazzari, etc.

Quello che però faceva la differenza era come ho già detto l’atmosfera che vigeva in quell’epoca, e quest’ultima era certamente creata da alcuni personaggi (pugili a parte) che la rendevano irresistibile, tanto che l’appuntamento al Palalido era praticamente settimanale, per lo più il venerdì, ed era sempre seguito con un buonissimo riscontro di pubblico. Anche qua vietato non fare qualche nome:
*Bruno Zambarbieri, detto “Raffa”, per lui dico, a chi non l’ho visto, che è stata un’autentica fortuna avere la possibilità di vedere di persona i suoi “show” (nel senso buono del termine). Piccoletto, di corporatura esile, buonissima competenza pugilistica, e, purtroppo negli ultimi anni della sua carriera, praticamente non vedente e nonostante ciò comunque agguerritissimo all’angolo su e giù per quella scaletta, incapace di capire chi avesse preso o invece messo a segno quel colpo perchè solo percepito a livello sonoro. Mitica la sua espressione in dialetto milanese pronunciata centinaia di volte con la sua inconfondibile voce roca ai suoi collaboratori durante gli incontri: “chi l’è che l’ha purtà el dester, l’è sta el me o che l’alter” … breve pausa di riflessione ed una volta non udita nessuna risposta riprendeva con “ù capì, el savevi mi, l’è stà l’alter, el me a ia chapa tut i dester” (che tradotto in italiano significava: “chi ha portato il destro, è stato il mio o l’altro? … ho capito, lo sapevo io, è stato l’altro, il “mio” li prende tutti i destri”); ora, come facesse poi a capire che si trattava di un destro e non di un sinistro questo non l’ho mai capito, il problema è che difficilmente sbagliava, e forse proprio per la sua grande preparazione tecnica e straordinaria esperienza. E per avere la piena conferma di tutto ciò basta citare il fatto che Umberto Branchini, forse il più grande di tutti, sia stato introdotto e “svezzato” al suo ingresso nell’ambiente pugilistico proprio da “Raffa”. Credo che questo la dica tutta sul suo valore.
*Arnaldo Tagliatti, ex campione italiano dei gallo e sfidante di Gino Bondavalli al titolo europeo, non raggiungeva nemmeno il metro e sessanta di altezza, protagonista di accese battaglie verbali con arbitri, pubblico, avversari e soprattutto protagonista dello spettacolo più buffo in assoluto quando gli capitava di trovarsi all’angolo di un mediomassimo o massimo, alto magari 30 o 40 cm in più di lui. Prova ne sia che anche il cinema si impadronì di questa scena facendola sua, purtroppo però non sono in grado di fornirvi il titolo della pellicola perché non lo ricordo. Celebre infine l’uso da parte sua delle dita delle mani: univa il medio e l’indice (calcolate che due dita delle sue equivalevano a quattro di quelle di una persona normale) e iniziava a colpire i suoi interlocutori con la stessa efficacia dei “pugni rotanti” di Mazinga, il tutto spesso accompagnato dalla sua espressione più usata “balabrocca” che voleva significare “ sei l’ultimo della classe”. Infatti Luigi Malabrocca (e non quindi Balabrocca come diceva lui storpiandone il nome) è stato per anni la maglia nera del Giro d’Italia nell’immediato dopoguerra, quindi l’ultimo arrivato nella classifica finale.
*Gigi de’ Molinari, assicuratore di professione, delizioso compagno di tavolate, serate e viaggi, grandissima passione per il pugilato, tanto grande che è stato senza ombra di dubbio il più feroce contestatore di arbitri e giudici della storia del Palalido.
Non c’è stato praticamente incontro perso al termine del quale lui non si infuriasse, tanto da tenere tutti in apprensione per la paura che il suo cuore, già sofferente, si ribellasse e lo punisse. Ma comunque sempre nello spirito di quel periodo, senza cioè mai trascendere nella volgarità o nella violenza, insomma alla fine uno spettacolo nello spettacolo già previsto ed incluso nel prezzo del biglietto.

Ok, per adesso mi fermo qui, spero di aver reso il più possibile l’idea di ciò che si provava in quel “catino”, spero anche abbiate ben compreso che quello che ha fatto la differenza non sia stata tanto la quantità delle emozioni vissute (non basterebbero mille pagine per menzionarle tutte) ma la qualità di queste. Ho infatti il timore che sia troppo difficile trasferirle a chi, tra di voi, non ha avuto la fortuna di provarle in prima persona.

Adesso comunque tocca a voi, via con i vostri ricordi! Vi aspetto numerosi.
A presto.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2007, 13:19 
Non connesso
Peso Welter
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 12:08
Messaggi: 1119
Ricordi...ricordi,
Franco Udella,ricordi la bellissima lettera aperta indirizzata a Umberto
Branchini in occasione del suo abbandono delle scene pugilistiche?
Fu pubblicata sulla rosea ,ne avessi conservato una copia, nulla ...
Sono uno zuccone, pensa che non ho un numero di boxe ring,
oggi avrei una raccolta invidiabile iniziai ad acquistarlo nel 1957,
ho sempre regalato le copie ai ragazzi della palestra.
Hai citato Scuri, quel nome quando coi pensieri navigavo nel tempo
perduto non mi veniva, era sulla punta della lingua...niente.
Tutti, li ho conosciuti tutti, per me una riunione di pugilato non è il
solo combattimento, è tutta la cornice che ci stà attorno.
Al Palalido ci arrivavo con largo anticipo,spesso prima dei pugili,
tutti i venerdi, arrivavo che spesso non sapevo nemmeno chi combatteva
mi documentava un certo Franco della cooperativa biglietti.
Bazzicavo gli spogliatoi, dovevo inalare l'odore dell'olio canforato,
solo allora "entravo nel match". Oggi ti mettono alla porta dei marcantoni che di boxe non sanno nulla e ti proibiscono l'accesso,la riunione non
è completa...Non è che perdo molto l'odore dell'olio è scomparso,
usano cremine da finocchi dai profumi tenui.
Dicevo,arrivavo in grande anticipo, arrivava l'immancabile Renzo
anche Lui sempre presente, lo ricordi? Aveva il viso con naso
del pugile anni 30 si esibiva in grandi show "con l'ombra", quando
vedeva il sig. Umberto gli faceva: sono pronto quando combatto,
si diceva che non avesse neanche fatto il dilettante, un personaggio...
Altro immancabile Casella, era un signore che si allenava alla Doria
"spaccava" il sacco dal grande impegno che ci metteva.
Fai conto che c'era uno zoccolo duro, diciamo un tre-quattrocento
sempre presenti, di vista ci conoscevamo tutti...
C'erano esperti, veri esperti, io ero giovane, c'era gente che aveva visto all'opera Tamagnini...Si parlava, imparavi, dicevi la tua i vicini intervenivano, era una scuola.
Poi iniziava lo spettacolo!
Il sabato dovevi inventarti il metodo di conciliazione più adatto per
farti perdonare dalla ragazza che avevi piantato in asso la sera precedente, o l'azzeccavi o andavi in bianco per un mese... :lol: :lol:
Cardinalino ora parla di pugili, ho cercato di far capire l'ambiente
spero di esserci riuscito.

_________________
...a volte la sfortuna è aiutata e si può travestire da cornerman inetti ed insensibili. -- Ilic "Mantequilla"--


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2007, 17:13 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
Io invece ricordo che lo stesso identico post di cardinalino è qui, in data 22 gennaio


Scusa, cardinalino, sei la stessa persona che in un altro forum aveva un altro nick, fai passare per tue osservazioni che non lo sono? e perchè anche qui e perchè ora? grazie


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2007, 17:45 
Non connesso
Peso Supergallo

Iscritto il: mercoledì 21 giugno 2006, 13:38
Messaggi: 507
Mi sembrava di averlo già letto.............................................. :shock: :shock: :shock:

Ma se sono genuini, sono davvero bei ricordi........


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2007, 17:48 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
Il post era bello, per questo mi era rimasto impresso.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2007, 18:19 
Non connesso
Peso Paglia

Iscritto il: lunedì 26 febbraio 2007, 0:12
Messaggi: 48
Località: Milano
E' ovvio che il Cardinalino di "Non Solo Boxe" e il Branco4444 sono la stessa persona, e cioè il sottoscritto. Secondo voi potevo mai mettermi a copiare gli scritti di un altro? Poi sul perchè prima li e poi quì non c'è nessuna altra spiegazione se non che ho conosciuto prima quel sito e poi, proprio grazie ad alcuni nostri amici del presente forum, questo.
A presto.

P.S. Per Guadalupe: questo Renzo di cui parli è per caso uno che si spacciava come taxista e magari è sempre lo stesso che, al termine di quasi tutte le riunioni, saliva sul ring a fare lo scemo da solo o con qualche suo degno compare? Il grande Ernesto Casella invece lo conosco eccome! Persona meravigliosa, grandissimo appasionato di boxe tanto da voler sempre fare i guanti con tutti i pugili della Doria, compreso con quelli meno "affidabili" come Mattioli, Pizzo, Vercella etc. Una presenza che è mancata a tutti moltissimo negli anni a venire!
Non ricordo invece per nulla la lettera aperta di Franchino Udella quando l'Umbertone nazionale lasciò la sua attività. Non so cosa darei per poterla leggere, anche perchè io con Franco ho sempre avuto un rapporto specialissimo, tanto che lui mi considerava il suo portafortuna e mi voleva sempre presente ai suoi combattimenti e all'interno del suo camerino nei pre-matches. E per questo doveva sempre lottare parecchio con i miei genitori visto che, almeno in teoria, il sabato mattina dovevo andare a scuola.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2007, 18:46 
Non connesso
Peso Welter
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 12:08
Messaggi: 1119
Quando Franco Udella lasciò la boxe scrisse una lettera in cui ringraziava
tutti,in particolar modo il sig.Umberto, era una lettera molto bella, te lo
puoi immaginare se oncora oggi me la ricordo.
Udella un piccolo grande uomo, quando era sul ring la sua statura
cambiava, sembrava alto due metri,a te non faceva questa impressione?
Emily, Cardinalino è figlio d'arte, ed è un uomo d'angolo,conosce
tutto il boxing milanese del passato e del presente, lo vidi solo due volte
fare i bendaggi, non ricordo a chi, un precisino che non ti dico... :lol: ,
Lui è in grado di rispondere a tutte le tue domande sul "secondo"
anche di fatti occorsi dietro le quinte.
Ora Cardinalino se si scatena Emily sei rovinato...

_________________
...a volte la sfortuna è aiutata e si può travestire da cornerman inetti ed insensibili. -- Ilic "Mantequilla"--


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2007, 18:55 
Non connesso
Peso Cruiser

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 23:08
Messaggi: 8704
Località: milano
Per me ora che tutto è chiarito, non c'è problema, benvenuto cardinalino di cui ho apprezzato tutte le risposte e che sei veramente una miniera di informazioni e di esperienze. Mi sembrava utile che si chiarisse questo, per entrambi i forum, che questo post era già stato scritto altrove. Quando avevo riportato qui una recensione su Million dollar baby, per esempio, che avevo fatto per mymag avevo creduto fosse più trasparente dirlo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2007, 18:56 
Non connesso
Peso Welter
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 12:08
Messaggi: 1119
bratan tzenov ha scritto:
Mi sembrava di averlo già letto.............................................. :shock: :shock: :shock:

Ma se sono genuini, sono davvero bei ricordi........

Vai tranquillo Bratan Tzenov...Conosco personalmente Cardinalino,
è il più preparato assieme a suo fratello, per Lui il boxing italiano
non ha alcun segreto,spero che apra il libro...dei Suoi ricordi.

_________________
...a volte la sfortuna è aiutata e si può travestire da cornerman inetti ed insensibili. -- Ilic "Mantequilla"--


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2007, 23:21 
Non connesso
Peso Paglia

Iscritto il: lunedì 26 febbraio 2007, 0:12
Messaggi: 48
Località: Milano
Adesso stai veramente esagerando, Guada! Sei sempre troppo carino e benevolo nei miei confronti. Comunque per quello che riguarda i bendaggi hai proprio ragione, infatti se c'era una cosa che ho imparato, e bene, da ...chi sai tu ... era fare le mani. Per questa cosa ho ricevuto infatti sempre un sacco di complimenti, soprattutto direttamente dai pugili stessi.
E tu invece, Emily, scatenati pure (come dice Guadalupe), se posso toglierti qualche curiosità lo farò sempre più che volentieri. Ti ricordo solo che dagli inizi degli anni '90 non sono più nell'ambiente ma seguo solo quà e la saltuariamente.
A presto.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2007, 23:37 
Non connesso
Peso Supermedio
Avatar utente

Iscritto il: martedì 21 febbraio 2006, 10:03
Messaggi: 2233
e allora, se segui ancora qualche riunione, potresti essere l'ospite della riunione di besnate al posto di marvin hagler :wink:
guadalupe è già ospite, anzi lui deve lavorare :lol:
lui è un consigliere
se non puoi, la prossima volta che ci si incontra ti metto all'angolo
sappi che se ci sei, anche tu dovrai lavorare
dovrai scrivere il tuo parere sulla manifestazione e dare un giudizio dei pugili che saliranno sul ring
ho già capito, non vieni :lol:
alla prossima,

_________________
Due sono i tipi di conoscenza. O si conosce una materia in prima persona o si sa come trovare le informazioni al riguardo.

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 17 marzo 2007, 9:39 
Non connesso
Peso Paglia

Iscritto il: lunedì 26 febbraio 2007, 0:12
Messaggi: 48
Località: Milano
Caro Pepe, non si mette mai il carro davanti ai buoi! Dimmi, piuttosto: quando si svolge questa riunione di Besnate? Se posso vengo molto volentieri, anche se onestamente non ho nemmeno la più pallida idea di dove si trovi Besnate.
A presto.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 18 marzo 2007, 13:14 
Non connesso
Peso Welter
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 12:08
Messaggi: 1119
Cardinalino, la riunione di cui parlava pepe si è svolta ieri sera,
matches equilibrati e piacevoli.
Una nota: ad un certo punto Pepe si allontanava dal suo angolo
e messosi sotto al ring inveiva contro un giovane arbitro, reo
di permettere all'avversario del "suo" di dare tremende capocciate,
quando l'arbitro interrompeva tutti pensavano che finalmente lo
invitasse a non usare la testa...No, no, lo invitava a non colpire con
l'interno del guantone.
Avresti dovuto vedere pepe...Cardinalino, forse abbiamo un nuovo
Tagliatti :lol: :lol:

_________________
...a volte la sfortuna è aiutata e si può travestire da cornerman inetti ed insensibili. -- Ilic "Mantequilla"--


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 19 marzo 2007, 18:49 
Non connesso
Peso Supermedio
Avatar utente

Iscritto il: martedì 21 febbraio 2006, 10:03
Messaggi: 2233
Porca miseria, mi sono scordato di indicarti dove si trova Besnate
va bè, sarà per la prossima riunione di dilettanti che organizzo
ho letto il tuo via a questo topic
quanti ricordi che hai, ed io, so che questi sono solo una minima parte di quello che hai raccontato
vorrei farti una domanda:
parlaci del mio amico grande e generoso Lorenzo Zanon
solo qualche riga, ma raccontaci qualcosa, così la prossima volta che lo vedo, lo posso martellare
speriamo di rivederlo, da ultime notizie mi pare che si trovi in Brasile, beato lui :lol:

_________________
Due sono i tipi di conoscenza. O si conosce una materia in prima persona o si sa come trovare le informazioni al riguardo.

Immagine


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 14 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010